O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Moodle: RIsorse e Attività

149 visualizações

Publicada em

Moodle è una piattaforma per l’e-learning che consente in modo estremamente agevole di progettare, erogare, gestire e diffondere corsi di formazione on-line a qualsiasi tipologia di comunità

Publicada em: Educação
  • Seja o primeiro a comentar

  • Seja a primeira pessoa a gostar disto

Moodle: RIsorse e Attività

  1. 1. Introduzione
  2. 2. Cos’è • Moodle è una piattaforma per l’e-learning che consente in modo estremamente agevole di progettare, erogare, gestire e diffondere corsi di formazione on-line a qualsiasi tipologia di comunità. • La parola MOODLE era in origine un acronimo di Modular Object- Oriented Dynamic Learning Environment (Ambiente di Apprendimento Dinamico Modulare Orientato agli Oggetti), ma è anche un verbo che descrive il processo di vagare attraverso qualcosa che spesso porta a momenti di introspezione e creatività. • Moodle e stato progettato da un informatico ed educatore, in base ai principi del “costruttivismo sociale”
  3. 3. • Come si spiega il fatto che Moodle, nell’arco di pochi anni, sia diventata la piattaforma e-learning Open Source più diffusa al mondo, arrivando a insidiare in modo significativo il mercato tradizionalmente riservato a colossi commerciali ? Vi è forse un elemento peculiare che ha probabilmente contribuito in modo significativo alla diffusione planetaria di Moodle ed è la grande comunità di sviluppatori ed utilizzatori che si è manifestata fin dai primi anni attraverso il sito www.moodle.org dimostrando una straordinaria capacità di fornire supporto e assistenza sia ai neofiti sia agli utenti più esperti. In sintesi, fin dagli esordi, chi si avvicina a Moodle avverte la presenza di questa importante comunità e sente di “potersi fidare”. Perchè Moodle? Leggi
  4. 4. Risorse e attività: quale differenza? • Le Risorse fanno riferimento a tutti quei materiali che un docente mette a disposizione degli studenti e si possono solo fruire. • Le Attività a differenza delle "Risorse” comprendono strumenti che supportano la partecipazione attiva degli studenti.
  5. 5. Risorse (in breve) • File da inserire tra le risorse del corso. • Cartelle per visualizzare in un’unica cartella un insieme di file correlati tra loro • Pagina in cui è possibile inserire testi, immagini, suoni, video, link e codice incorporato. • Libro per creare risorse multi pagina componendole, similmente ad un libro • Url per collegare risorse dal web al corso • Etichette per inserire immagini e testo nella home page del corso, assieme ai link ad attività e risorse
  6. 6. Attività (in breve) • Per comunicare (forum, messaggi, chat ) • Per la rilevazioni dati (questionario, feedback, sondaggio) • Per creare sondaggi e prenotazioni (prenotazione, scelta) • Per la creazione di test e sportelli di consegna (quiz, compito) • Per condividere materiali (glossario, wiki, workshop, database) • Per distribuire contenuti o esercitazioni (lezione)
  7. 7. Risorse Dettaglio
  8. 8. Etichetta • Il modulo etichetta consente di inserire immagini e testo nella home page del corso, assieme ai link ad attività e risorse. Le etichette sono molto versatili e possono aiutano a rendere gradevole l'aspetto del corso. • E' possibile usare le etichette per: • Dividere elenchi di attività con sottotitoli o immagini • Visualizzare video e suoni direttamente nella home page del corso • Aggiungere brevi descrizioni delle sezioni del corso Leggi
  9. 9. URL • Il modulo URL consente ai docenti di inserire link web come risorse del corso. E' possibile creare link verso qualsiasi URL liberamente disponibile online, copiando ed incollando l'URL, oppure scegliendo un file da repository come Flickr, youtube o Wikimedia tramite il file picker (in funzione del repository attivi nel sito). • Sono disponibili molte opzioni di visualizzazione per aprire l'URL, ad esempio in una finestra popup oppure incorporandola, ed anche opzioni avanzate per inviare all'URL parametri come il nome dello studente. • Da notare che è possibile aggiungere URL ad altri tipi di risorse o attività tramite l'editor di testo. Leggi
  10. 10. File • Il modulo file consente al docente di inserire file tra le risorse del corso. Il file potrà essere visualizzato all'interno dell'interfaccia del corso, qualora tale visualizzazione non fosse possibile, sarà fornito un link diretto per scaricare il file. I file possono incapsulare altri file, come ad esempio pagine HTML contenenti immagini e oggetti Flash. • Da notare che lo studente nel proprio computer deve avere il software necessario per visualizzare il tipo di file usato come risorsa. • E' possibile usare file per: • Condividere una presentazione svolta in classe • Includere nel corso piccoli siti web • Fornire bozze da usare con software client (ad esempio file Photoshop .psd) che gli studenti possono usare per preparare e consegnare i propri compiti Leggi
  11. 11. Cartella • Il modulo cartella consente al docente di visualizzare in un unica cartella un insieme di file correlati tra loro, riducendo la dimensione della pagine home del corso. Ad esempio, è possibile caricare una cartella compressa per poi decomprimerla e renderla disponibile, oppure è possibile creare una cartella vuota e caricarci dei file direttamente. • Una cartella può essere usata per: • un insieme di file su un dato argomento, ad esempio un insieme di temi d'esame svolti in passato in formato pdf • fornire uno spazio comune dove i docenti possono caricare e condividere file del corso (tenendo la cartella nascosta agli studenti) Leggi
  12. 12. Pagina • Il modulo pagina consente al docente di creare pagine web utilizzando l'editor di testo. In una pagina è possibile inserire testi, immagini, suoni, video, link e codice incorporato, ad esempio il codice di Google maps. • Una risorsa pagina rispetto ad una risorsa file in genere risulterà più accessibile, in modo particolare per gli utenti di dispositivi mobili, e più facilmente aggiornabile. • Per contenuti corposi, si raccomanda di utilizzare il modulo di attività libro al posto del modulo pagina. • E' possibile usare il modulo pagina per • presentare le condizioni di partecipazione o il programma del corso • inserire video e suoni accompagnati da testo esplicativo Leggi
  13. 13. Libro • Il modulo libro consente ad un docente di creare risorse multi pagina componendole, similmente ad un libro, in capitoli e paragrafi. I libri possono contenere file multimediali e testi e sono indicati per contenuti corposi da suddividere in diverse sezioni. • E' possibile usare il libro per: • visualizzare materiale da leggere per moduli di studi individuale • redigere un manuale • presentare un portfolio di lavori degli studenti Leggi
  14. 14. Attività Dettaglio
  15. 15. Compito • Consente al docente di valutare l'apprendimento degli studenti assegnandogli un lavoro che potrà poi valutare e commentare. • Gli studenti possono consegnare qualsiasi tipo di contenuto digitale, come ad esempio documenti di testo, immagini, clip audio e clip video. Il compito può anche prevedere la compilazione online di un testo sia in alternativa sia in aggiunta al caricamento di file. • Gli studenti possono consegnare i lavori individualmente oppure come membri di un gruppo • I docenti possono commentare le consegne degli studenti e caricare file a loro volta, ad esempio i compiti corretti e valutati o file audio di commento. I compiti possono essere valutati utilizzando sia voti numerici, sia metodi di valutazione avanzata. • Le valutazioni vengono memorizzate nel registro del valutatore Leggi
  16. 16. Glossario • Consente ai partecipanti di creare e gestire elenchi di voci, come ad esempio un dizionario o una raccolta di risorse e informazioni. • Le voci possono essere valutate sia dal docente sia dagli studenti (valutazione tra pari). I punteggi ottenuti vengono aggregati e memorizzati nel registro del valutatore. • E' possibile usare i glossari per: • Una raccolta collaborativa di parole chiave • Uno spazio per consentire agli studenti di inserire informazioni su loro stessi per conoscersi reciprocamente • Suggerimenti utili o buone pratiche su un dato argomento • Un'area di condivisione di video, immagini, o file musicali • Una serie di argomenti da ricordare Leggi
  17. 17. Forum • Consente di tenere discussioni asincrone tra i partecipanti, la cui durata è prolungata nel tempo. • Sono disponibili diversi tipi di forum tra cui scegliere, forum standard dove chiunque può avviare una discussione, forum dove ciascuno studente può avviare una sola discussioni, forum domande e risposte, dove lo studente deve intervenire prima di poter visualizzare gli interventi degli altri. • I partecipanti possono sottoscrivere il forum per ricevere notifiche di nuovi interventi. • Gli interventi nei forum possono essere valutati dal docente o dagli stessi studenti (valutazione tra pari). I punteggi ottenuti vengono aggregati e memorizzati nel registro del valutatore. Leggi
  18. 18. Forum (#2) • E' possibile usare il forum per: • uno spazio sociale per consentire ai partecipanti di conoscersi • annunci del corso (usando il forum news a sottoscrizione obbligatoria) • discutere sui contenuti o dispense del corso • dare continuità ad un problema riscontrato durante sessioni in presenza • svolgere discussioni tra docenti (usando un forum nascosto) • area di supporto generale online tra docenti e studenti • area di supporto individuale per colloqui privati tra docenti e studenti (usando un forum a gruppi separati con gruppi composti da un solo utente) • estendere attività ad esempio proponendo problemi che gli studenti possono valutare per suggerire soluzioni
  19. 19. Wiki • Consente ai partecipanti di inserire e modificare una raccolta di pagine web. Un wiki può essere collaborativo, dove tutti possono lavorarci, oppure individuale, nel qual caso ciascun partecipante lavorerà sul propri wiki. • E' possibile usare il wiki per: • dispense di gruppo o guide allo studio • Consentire di pianificare incontri preparando uno schema di lavoro • scrittura collaborativa di testi su argomenti stabiliti dal docente • scrittura collaborativa di racconti e di poesie, dove ciascun partecipane può scrivere un paragrafo o un verso • diario personale dei partecipanti e note di esame (utilizzando wiki individuali) Leggi
  20. 20. Quiz • Consente al docente di creare questionari con diversi tipi di domande: scelta multipla, vero/falso, corrispondenza, risposta breve, calcolata, eccetera. • Ogni tentativo viene valutato automaticamente (ad eccezione delle domande componimento) e la valutazione viene memorizzata nel registro del valutatore. • E' possibile usare il quiz per: • esami dei corsi • brevi test su dispense di studio o alla termine di un argomento • pratica di esami usando domande provenienti da esami di anni precedenti • dare un feedback sulla performance • auto valutazione Leggi
  21. 21. Chat • Consente ai partecipanti di tenere discussioni testuali sincrone in tempo reale. • La chat può essere un'attività singola oppure da tenersi alla stessa ora tutti i giorni o tutte le settimane. Le sessioni di chat possono essere salvate e rese disponibili a chiunque oppure si può limitarne la visibilità a coloro che hanno il privilegio di visualizzare i log delle chat. • Le chat sono particolarmente utili per incontri di gruppo online: • Incontri periodici tra studenti di corsi online che vivono in città o paesi diversi, consentendo di scambiare opinioni ed esperienze • Incontri tra studenti impossibilitati ad incontrare di persona il loro docente, facilitando il lavoro da svolgere • Scambi di esperienze tra studenti che svolgono attività lavorative e docenti • Sessioni di domande e risposte con invitati provenienti da posti diversi Leggi
  22. 22. Lezione • Consente al docenti di distribuire contenuti o esercitazioni in modo interessante e flessibile. E' possibile usare la lezione per creare pagine da fruire sequenzialmente o con diversi percorsi ed opzioni. • E' possibile includere nelle pagine domande di vario tipo come domande a scelta multipla, a risposta breve ed a corrispondenza. In base alla risposta data, lo studente può proseguire la lezione, essere riportato alla pagina precedente oppure diretto verso un percorso composto da altre pagine. • Se lo si desidera, è possibile valutare l'attività ed il punteggio ottenuto sarà memorizzato nel registro del valutatore. Leggi
  23. 23. Workshop • Consente la raccolta, la revisione e la valutazione tra pari del lavoro svolto dagli studenti. • Gli studenti possono consegnare qualsiasi tipo di file digitale, come documenti di testo o fogli elettronici, e possono anche redigere del testo direttamente online. • Le consegne vengono valutate in accordo ai diversi criteri definiti dal docente. E' possibile approfondire il processo di comprensione della valutazione tra pari e dei criteri di valutazione definiti dal docente tramite consegne di esempio preparate dal docente. Gli studenti possono valutare una o più consegne di altri studenti, volendo anche in forma anonima. • La valutazione ricevuta degli studenti si compone di due parti, una valutazione per la propria consegna e una valutazione per aver valutato le consegne degli altri studenti. Entrambe le valutazioni vengono memorizzate nel registro del valutatore. Leggi
  24. 24. Sondaggio • Fornisce diversi tipi di strumenti volti ad analizzare e stimolare l'apprendimento in ambienti online. Il docente può utilizzare l'attività sondaggio per ricavare informazioni utili a conoscere la propria classe e gli stili di apprendimento degli studenti. • Da notare che l'attività sondaggio offre domande già compilate, se si desidera creare un sondaggio personalizzato è possibile usare il modulo di attività feedback. Leggi
  25. 25. Feedback • Consente al docente di creare sondaggi personalizzati utili per raccogliere i feedback dai partecipanti. E' possibile usare vari tipi di domande, come ad esempio domande a scelta multipla, sì/no, a risposta libera, eccetera. • Se lo si desidera è possibile rendere anonime le risposte, così come è possibile visualizzare o meno agli studenti i risultati del sondaggio. • E' possibile usare il feedback per: • valutare i corsi, aiutando ad individuare aree di miglioramento per edizioni future • consentire ai partecipanti di prenotare moduli del corso ed eventi • ricevere sondaggi su preferenze di corsi e politiche da adottare da parte di utenti non autenticati • ricavare informazioni in forma anonima su casi di bullismo Leggi
  26. 26. Scelta • Consente al docente di formulare una domanda offrendo una serie di alternative. • I risultati delle scelte possono essere pubblicati dopo che gli studenti hanno risposto, dopo una data impostata oppure possono rimanere privati. I risultati possono essere resi noti sia assieme al nome dello studente sia in forma anonima. • E' possibile usare la scelta per: • Sondaggi veloci per stimolare la riflessione su un dato argomento • Valutare rapidamente cosa hanno capito gli studenti • Facilitare le decisioni degli studenti, ad esempio consentendogli di esprimere preferenze sullo svolgimento del corso. Leggi
  27. 27. Database • Consente ai partecipanti di creare, gestire e ricercare insiemi di record. Il formato e la struttura dei record è impostato liberamente dal docente. • Un docente può consentire i commenti e la valutazione dei record, anche da parte degli stessi studenti (valutazione tra pari). Le valutazioni possono essere aggregate e la valutazione finale sarà memorizzata nel registro del valutatore. • E' possibile usare l'attività Database per: • una collezione collaborativa di link web, libri, recensioni, articoli, eccetera • Visualizzare lavori degli studenti (fotografie, poster, siti web, eccetera) per la valutazione tra pari. Leggi

×