O slideshow foi denunciado.
Seu SlideShare está sendo baixado. ×
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Anúncio
Próximos SlideShares
Health Online 23
Health Online 23
Carregando em…3
×

Confira estes a seguir

1 de 117 Anúncio

Mais Conteúdo rRelacionado

Diapositivos para si (15)

Semelhante a Xix md mbasegeraciscenari2011 (20)

Anúncio

Mais de Rielo Institute for Integral Development (17)

Xix md mbasegeraciscenari2011

  1. 1. MdM 2011 Roma 19 - 21 ottobre 2011
  2. 2. Salvatore Geraci Bianca Maisano Gonzalo Castro Cedeno Marco Mazzetti Maurizio Marceca XIX Corso Base di Medicina delle Migrazioni Roma 19 - 21 ottobre 2011 Area Sanitaria Caritas di Roma Società Italiana di Medicina delle Migrazioni
  3. 3. Caritas di Roma Area sanitaria 1983 - 2011 4 ambiti di impegno: • clinico-assistenziale; • studio e ricerca; • formazione; • impegno per i diritti. La persona con la sua dignità ed i suoi bisogni al centro di ogni relazione
  4. 4. Caritas di Roma Area sanitaria 1983 - 2011 Mission Area Sanitaria approvata durante l'assemblea dei volontari del 19.6.1999 Mettersi in relazione con ogni persona partendo dalla stima e dal valore della vita di ciascuno, a qualsiasi cultura o storia appartenga, per conoscere , capire e farsi carico con amore della promozione della salute specialmente di coloro che sono più svantaggiati, affinché vengano riconosciuti , riaffermati e promossi ad ogni livello, dai singoli, dalla comunità e dalle istituzioni, diritti e dignità di tutti, senza nessuna esclusione .
  5. 5. <ul><li>Nasce in Italia alla fine degli anni ottanta dalle riflessioni di medici e altri operatori della salute, che in varie parti d’Italia si impegnavano per garantire diritti negati e nascosti … </li></ul>La Medicina delle Migrazioni Attenzione alla tutela sanitaria per immigrati … di lingua - di cultura - di status giuridico … Salvatore Geraci, Roma 1995 <ul><li>Non è una nuova branca della medicina ma una attenzione particolare ad una utenza con alcune specificità … … </li></ul>Assistenza – Ricerca – Formazione - Diritti
  6. 6. Società Italiana di Medicina delle Migrazioni Società scientifica che ha come finalità garantire accesso e fruibilità ai servizi sanitari dei cittadini migranti Circa 400 soci attivi in tutta Italia in punti “strategici” come osservazione ed impegno la conoscenza e la formazione e come elementi necessari all’interazione reciproca e come strada maestra per la fruibilità
  7. 7. Società Italiana di Medicina delle Migrazioni www.simmweb.it La sua traiettoria … Dalla medicina alla salute Dalla delega alla partecipazione Dalla advocacy all’empowerment
  8. 8. La Medicina delle Migrazioni • SCENARI SOCIO-SANITARI • PROFILO DI SALUTE E AREE CRITICHE • APPROCCIO TRANSCULTURALE • IL DIRITTO ALLA SALUTE Salvatore Geraci, Roma 1995
  9. 9. Chi partecipa: 24 medici 7 mediatori culturali 6 infermieri e ass. sanitari 5 assistenti sociali … … MdM 2011
  10. 10. PRESENTAZIONI Piccoli gruppi “ mischiati” per presentarvi, … per chiedere
  11. 11. SCENARI Salvatore Geraci Area Sanitaria Caritas di Roma Società Italiana di Medicina delle Migrazioni Roma 19 - 21 ottobre 2011
  12. 12. “ L’italia non è un paese multietnico” S.B. 2009 Chiacchere da bar “ Con meno immigrati meno criminalità” S.B. 2010 “ Con l’immigrazione ci troviamo di fronte ad un’emergenza sanitaria” A.A. 2006 “ C’è un’invasione di musulmani” U.B. 2008
  13. 13. Pregiudizi; Realtà; Ignoranza; Cattiva fede … ?
  14. 14. QUANTI SONO GLI IMMIGRATI REGOLARMENTE PRESENTI IN ITALIA? <ul><li>ALMENO 2.500.000 </li></ul><ul><li>CIRCA 5.000.000 </li></ul><ul><li>QUASI 6.500.000 </li></ul><ul><li>• OLTRE 8.000.000 </li></ul>Caritas di Roma Area sanitaria
  15. 15. QUANTI SONO GLI IMMIGRATI SENZA PDS IN ITALIA? <ul><li>meno di quelli regolari </li></ul><ul><li>più o meno come i regolari </li></ul><ul><li>più di quelli regolari </li></ul>Caritas di Roma Area sanitaria
  16. 16. Salute Globale: una chiave di lettura dei temi sanitari legati all’immigrazione parole chiave: equità, differenze, diseguaglianze Osservatorio Italiano Salute Globale Società Italiana di Medicina delle Migrazioni
  17. 17. Salute Globale: una chiave di lettura Osservatorio Italiano Salute Globale Società Italiana di Medicina delle Migrazioni È la consapevolezza che la salute costituisce uno dei beni più intimi e vitali delle persone ed è al tempo stesso un bene indivisibile per l’umanità. Come l’ambiente, il clima, la sicurezza, la pace.
  18. 18. Salute Globale: una chiave di lettura Osservatorio Italiano Salute Globale Società Italiana di Medicina delle Migrazioni È la consapevolezza che la salute dipende da molteplici fattori, prossimali e distali, dalla storia originale di ciascuno, dalle relazioni tra le persone, dalla relazione con l’ambiente. … è la salute di tutti gli individui ...
  19. 19. Equità e diseguaglianze <ul><li>Ogni persona dovrebbe avere l’opportunità di raggiungere il suo pieno potenziale di salute. </li></ul><ul><li>… dare a tutti pari opportunità … </li></ul><ul><li>Un sistema di salute equo non mira ad eliminare le differenze, ma a ridurre le diseguaglianze. </li></ul><ul><li>Il termine diseguaglianza si riferisce a differenze evitabili e non necessarie , quindi ingiuste </li></ul><ul><li>il termine disuguaglianza ha una dimensione morale ed etica … e politica </li></ul><ul><li>soprattutto se parliamo di accesso ai servizi socio assistenziali e sanitari </li></ul>
  20. 20. &quot;le disuguaglianze sanitarie sono il risultato non soltanto di una moltitudine di fattori economici, ambientali e connesse alle scelte di vita, ma anche di problemi relativi all’accesso ai servizi di assistenza sanitaria&quot; (punto P) 8 marzo 2011 , il Parlamento Europeo ha adottato una risoluzione sulla “ R iduzione delle disuguaglianze sanitarie nell'Unione Europea” Il Parlamento europeo invita gli Stati membri &quot;ad assicurare che i gruppi più vulnerabili, compresi i migranti sprovvisti di documenti , abbiano diritto e possano di fatto beneficiare della parità di accesso al sistema sanitario”, per &quot;valutare la fattibilità di soluzioni volte a sostenere l’assistenza sanitaria per i migranti irregolari , elaborando sulla base di principi comuni una definizione degli elementi di base dell’assistenza sanitaria quale definita nelle relative normative nazionali&quot; (punto 5)
  21. 21. &quot;le disuguaglianze sanitarie sono il risultato non soltanto di una moltitudine di fattori economici, ambientali e connesse alle scelte di vita, ma anche di problemi relativi all’accesso ai servizi di assistenza sanitaria&quot; (punto P) 8 marzo 2011 , il Parlamento Europeo ha adottato una risoluzione sulla “ R iduzione delle disuguaglianze sanitarie nell'Unione Europea” e &quot;a garantire che tutte le donne in gravidanza e i bambini, indipendentemente dal loro status, abbiano diritto alla protezione sociale quale definita nella loro legislazione nazionale, e di fatto la ricevano&quot; (punto 22)
  22. 22. Considerando che un’ampia percentuale dei 10-12 milioni di rom d’Europa - la maggior parte dei quali sono cittadini dell’UE - ha subito discriminazioni siatematiche e combatte pertanto contro un livello intollerabile di emarginazione sociale … “ (punto A) 9 marzo 2011 , il Parlamento Europeo ha adottato una risoluzione sulla “Strategia dell’UE per l’inclusione dei Rom” Tra i Settori prioritari della Strategia: •  Assistenza sanitaria e miglioramento condizioni sanitarie dei rom (punto 4a) Tra gli Obiettivi prioritari della Strategia: • Lotta contro le disuguaglianze in campo sanitario con particolare protezione per donne, bambini, anziani e persone con disabilità (punto 4a)
  23. 23. http://www.worldmapper.org
  24. 24. Popolazione nel mondo - oggi
  25. 25. Popolazione nel mondo - 2050
  26. 26. Over 65
  27. 27. nascite
  28. 28. Spesa sanitaria pubblica
  29. 29. Presenza medici
  30. 30. Povertà
  31. 31. Donne analfabete
  32. 32. Diabete
  33. 33. Tubercolosi
  34. 34. Prevalenza Hiv/Aids
  35. 35. Casi di malaria
  36. 36. Mortalità materna
  37. 37. Morti prevenibili
  38. 38. Mortalità neonatale
  39. 44. Life Expectancy at Birth 2010
  40. 45. INFORMAZIONI: http://master.idente.net/
  41. 46. … che stesse migrando o fuggendo perché costretto, in ogni periodo, una parte dell’umanità è stata per motivi più vari in movimento, una circolazione che porta a continue turbolenze… Migrare Hans Magnus Enzensberger … a importanti stimoli sociali e una continua crescita culturale ... … nonostante nei millenni di continuo si siano create delle popolazioni sedentarie, esse, considerate nell’insieme e nel lungo periodo, costituiscono l’eccezione…
  42. 47. Paesi di immigrazione dove gli immigrati arrivano
  43. 48. Paesi di emigrazione da dove gli emigrati partono
  44. 49. Fonte: Rapporto Migrantes Italiani nel Mondo. Elaborazione su dati Istat. Italia - Flussi migratori, 1876 - 2002
  45. 50. Scenario socio-sanitario delle migrazioni Area Sanitaria Caritas, Roma 2009 - S.G.. Aspetti storici Attualmente ci sono nel mondo circa 4 milioni di italiani a tutti gli effetti e con tutti i diritti e sono oltre 60 milioni le persone di origine italiana
  46. 51. Migrazione: … il sesto continente … … umanità in cammino … Nel mondo oltre 220 milioni di persone sono immigrate (15% rifugiati). Sono circa il 3% della popolazione mondiale. 37% in paesi poveri. Circa 26 milioni sfollati interni. Il 49% sono donne (in diminuzione). 15-20% immigrati irregolari. Nell’Unione Europea circa 31 milioni di migranti (2/3 non comunitari), Il 6,2% sulla popolazione residente. Società Italiana di Medicina delle Migrazioni
  47. 52. <ul><li>eterogeneo </li></ul><ul><li>dinamico </li></ul><ul><li>in evoluzione </li></ul><ul><li>strutturale </li></ul><ul><li>necessario </li></ul>Parole chiave dell’immigrazione è un fenomeno
  48. 53. In rosso anni delle “sanatorie-regolarizzazioni”; in verde decreti flussi Società Italiana di Medicina delle Migrazioni 1973: primo saldo migratorio positivo • 1970: 143.838 (ec 39%) • 1980: 298.749 (ec 66%) • 1990: 781.138 (ec 81%) • 2002: 2.000.000 (ec 89%) • 2004: 2.600.000 (ec 90%) • 2006: 3.400.000 (ec 79%) • 2009: 4.300.000 (ec 71%) • 2010: 4.900.000 stima Nostra elaborazione su dati Istat 2011 - SIMM Immigrazione in Italia: numero totale e trend all’inizio 2011 (x 1.000)
  49. 54. Circa 5 milioni regolarmente presenti oltre il 7,2% sulla popolazione residente circa 51,3% femmine circa 22.0% minori 932.675 di cui circa 573.000 nati in Italia (13,6% di tutti i nati) (61,4% dei minori, 13,5% stranieri) 77.109 nascite in Italia 2009 59.369 acquisizioni di cittadinanza Quasi 190 paesi di provenienza 3,8% 25,3% 9,3% 26,6% 35,0% Nostra elaborazione su dati Istat 2009 e 2010 - S.G. Da DATI ISTAT RESIDENTI STRANIERI IN ITALIA Correzione Dossier statistico Caritas/Migrantes Ripartizione territoriale al 1° gennaio 2010
  50. 55. Provenienza degli immigrati in Italia al 1.01.2010 Europa 53,6% Nostra elaborazione su dati Istat 2010 - S. Geraci
  51. 56. CITTADINI STRANIERI IN ITALIA ALL’INIZIO DEL 2010 Romania * 968 .576 53,9% Albania * 482.627 45,8% Marocco * 452.424 43,2% Cina * 209.934 48,2% Ucraina * 200.730 79,4% Filippine * 134.154 58,0% India * 121.036 40,6% Polonia * 109.018 70,6% Moldova * 130.948 65,7% Tunisia * 106.291 40,9% Maced. ex Yug. * 89.900 43,5% Perù * 98.603 60,0% Equador * 91.625 58,7% Egitto * 90.365 30,7% Sri Lanka * 81.094 44,4% 21,0% 11,0% 10,2% 4,4% 4,1% Nostra elaborazione su dati Istat 2010 - S.G. * Dati Istat 2011 Donne residenti 2.369.106 * Nord ovest 34,0% Nord est 26,0% Centro 26,0% Sud 10,1% Isole 3,9% In blu: maschi e femmine In rosso: prevalenza femmine In celeste: prevalenza maschi
  52. 57. Motivi della presenza stranieri inizio 2010 Circa 98% SSN Salvatore Geraci, Roma 2010 Circa 3 milioni di occupati 45% donne
  53. 59. Dossier Statistico Immigrazione Caritas/Migrantes Gli immigrati incidono sul Pil per il 11,1% Contributo degli immigrati * Ricchezza “prodotta”: 134 miliardi di euro nel 2007 (Unioncamere) * Versamenti contributivi all’Inps: 7,5 miliardi di euro (ricerca Dossier) * Gettito fiscale: almeno 3,2 miliardi di euro (4%) (ricerca Dossier) Spese sociali per immigrati * Il 2,5% delle spese totali, pari a circa metà del gettito da loro assicurato (Banca Italia 2009) Se si sommano spese per giustizia e sicurezza, il totale delle uscite è significativamente minore al totale delle entrate (2010)
  54. 60. Ogni rifugiato riceve al suo arrivo un contributo di 976,15 euro per i primi 35 giorni (che si riducono a 557,80 in caso di respingimento della domanda d’asilo). In seguito, secondo la Fondazione Leone Modi 14.600 euro l’anno (40 euro al giorno) per persona e altrettanti in pretazioni indirette (spese sanitarie e servizi generali): quindi allo Stato ogni rifugiato politico costa circa 29.200 euro ogni anno . Per i 55mila rifugiati del 2010, la spesa dovrebbe essere stata di un miliardo e 600 milioni di euro .
  55. 61. Tasso di fecondità in Italia dal 1991 al 2010 1,19 1,40 * Dato 2009 Nostra elaborazione su dati Istat, Roma 2011 Età media al parto * : italiane 31,5 aa; straniere 28,4 aa (indice sostituzione: 2,1) Tasso italiane: 1,29 (1,26/2006) Tasso immigrate 2,13 (2,50/2006) Nel 2008 la prima volta sopra 1,4 dal 1985
  56. 63. Oltre l’80% degli stranieri ha meno di 45 anni “ Piramide” dell’età UOMINI DONNE DONNE UOMINI ET À ET À STRANIERI ITALIANI Fonte dati: ISTAT
  57. 64. Nel 2004 : 562.599 nati (546.628 decessi) SALDO NATURALE + : + 15.941 Nel 2007 : 563.933 nati (570.801 decessi) SALDO NATURALE - : - 6.868 Nel 2008°: 576.000 nati (584.500 decessi) SALDO NATURALE - : - 8.500 ° dato arrotondato; * stima Nel 2009°: 570.000 nati (592.800 decessi) SALDO NATURALE - : - 22.800 Nostra elaborazione su dati Istat, Roma 2011 Nel 2010*: 557.000 nati (587.200 decessi) SALDO NATURALE - : - 30.200 Nascite in Italia 1994 - 2010
  58. 65. www.simmweb.it Percorso nascita e immigrazione in Italia: le indagini del 2009
  59. 67. Migrazioni <ul><li>La “clandestinità” </li></ul><ul><li>Percezione sovrastimata </li></ul><ul><li>Semplificazioni ideologiche </li></ul><ul><li>Soluzioni grossolane e “pericolose” </li></ul>
  60. 68. Fonte : Strozza, 2003; Blangiardo, 2005 e 2010 Si può indicare dal 10% al 18% dei regolari s.g. Stima percentuale degli stranieri illegalmente presenti in Italia secondo diverse valutazioni e incidenza percentuale delle regolarizzazioni avviate negli anni 1990, 1995 e 1998 e 2009 e con altri modelli messi a punto dall’Università di Milano
  61. 69. Immigrati irregolari e regolari: le stesse persone! Circa 1.800.000 regolarizzati in 24 anni 1.400.000 nei flussi in 3 anni
  62. 70. Gli Sbarchi (meno del 5% dei nuovi ingressi) Nel 2009, dopo gli accordi con la Libia e la politica di respingimenti, gli sbarchi sono diminuiti da 37.000 a 9.500 (-74%) In Italia i rifugiati sono circa lo 0,5% sulla popolazione. Tra gli altri Paesi europei la Svezia ha il 8,8% di rifugiati, la Danimarca il 6,7%, i Paesi Bassi il 6,1% e Malta il 5,9%. Anno 2008 • 30.500 domande d’asilo presentate in Italia <ul><li>Anno 2009 </li></ul><ul><li>17.600 domande di asilo (-42,3% rispetto a 2008) </li></ul><ul><li>Anno 2011 - dal 1 gennaio a settembre </li></ul><ul><li>circa 60.000 persone sbarcate di cui circa metà tunisini </li></ul><ul><li>Anno 2010 </li></ul><ul><li>10.050 domande di asilo (-42,9% rispetto a 2009) </li></ul>
  63. 71. Gli Sbarchi a Lampedusa <ul><li>Anno 2011 - dal 1 gennaio a settembre </li></ul><ul><li>circa 60.000 persone sbarcate </li></ul><ul><li>di cui circa metà tunisini </li></ul><ul><li>Sbarchi iniziati a gennaio 2011 (14 gennaio fine di un regime) </li></ul><ul><li>tunisini nei CIE, tunisini richiedenti asilo, tunisini in attesa, … </li></ul><ul><li>egiziani, algerini, … </li></ul><ul><li>eritrei, sudanesi, nigeriani, somali, etiopi, … </li></ul><ul><li>libici … </li></ul><ul><li>5 aprile 2011: Decreto Presidente del Consiglio </li></ul><ul><li>eritrei, sudanesi, nigeriani, somali, etiopi, pachistani, bengalesi … </li></ul><ul><li>libici … </li></ul><ul><li>tunisini … </li></ul>Nello stesso periodo sono morti in mare circa 2.000 persone
  64. 72. Gli Sbarchi a Lampedusa 5 aprile 2011: Decreto Presidente del Consiglio Pds Protezione temporanea Art. 20 decreto legislativo 286/98 Vale solo per i cittadini del nord Africa sbarcati tra inizio anno e 5 aprile Vale 6 mesi e si può lavorare Anche senza passaporto e risorse Limiti per “pericolosità” Libera circolazione area Schengen (?????) Richiesta pds entro 8 giorni da pubblicazione decreto in Gazzetta Chi ha richiesto asilo può convertire pds Per gli altri arrivati (tranne richiedenti asilo) espulsione e riaccompagnamento G.U. 81 del 8 aprile 2011
  65. 73. Gli Sbarchi a Lampedusa 5 aprile 2011: Decreto Presidente del Consiglio Pds Protezione temporanea Nella logica della normativa attuale (T.U. e correlati) l’assistenza sanitaria è garantita attraverso iscrizione al SSN Art. 3 Decreto in oggetto: (attività di soccorso e di assistenza) Le misure di assistenza in favore dei cittadini appartenenti ai Paesi del Nord Africa, ai quali è rilasciato il pds di protezione temporanea, sono definite d’intesa con le regioni interessate. (!!!!!!!!)
  66. 74. 1 gennaio – settembre 2011: Circa 2.000 morti nel Mediterraneo Circa 60.000 sbarcati: profughi, richiedenti asilo, … Caos nei diritti (anche sanitari) Sistema di sorveglianza sindromica
  67. 75. Per saperne di più … PRESENTAZIONE giovedì 27 ottobre 2011 in 25 città per informazioni: www.dossierimmigrazione.it Capitolo : Migrazione e salute. Aprire spazi, costruire traiettorie
  68. 76. … I migranti sono un’importante risorsa per l’Europa e l’Unione Europea ha bisogno di loro. Loro contribuiscono allo sviluppo demografico ed economico. Dal Documento conclusivo della Conferenza di Lisbona HEALTH AND MIGRATION IN THE UE Better Health for all in an inclusive society Presidenza del Consiglio d’Europa, 2007
  69. 78. Immigrazione in Italia: storia del diritto all’assistenza per tutti Società Italiana di Medicina delle Migrazioni Risposta assistenziale e di ricerca spontanea Nostra elaborazione su dati Istat 2009 - SIMM
  70. 79. Volontariato sanitario per immigrati Genova Croce rossa 1979 Roma Caritas 1983 Milano Naga 1987 Bologna Biavati 1979 Palermo Santa Chiara 1987 Rete nazionale: Società Italiana di Medicina delle Migrazioni - SIMM
  71. 80. Emilio Salgàri Verona, 1863 – Torino, 1911 “ Autore di fortunati romanzi d’avventura, ricchi di colore: I misteri della jungla nera (1895), I pirati della malesia (1896), Il corsaro nero (1899), ecc. Morì suicida.” Enciclopedia Universale Garzanti
  72. 82. Inizio anni ‘90, il ministro De Lorenzo istituisce la prima Commissione del Ministero della Sanità sulla salute degli immigrati per definire strategie di sanità pubblica adeguate.
  73. 83. Fanno parte della Commissione: tropicalisti, infettivologi, un medico del turismo … un veterinario! In quegli anni si fanno proposte di controlli sanitari alle frontiere, screening obbligatori, certificati specifici per ottenere il visto, … … Nessuna azione nazionale …
  74. 84. Il Messaggero 31 gennaio 2006 - pg. 11 Il ministro della salute Storace: “ Molti immigrati vengono a cercare lavoro e casa in Italia. Per questo accanto al permesso di soggiorno vogliamo verificare le loro condizioni di salute, ipotizzando una visita medica. Non per cacciare chi sta male ma per curare” Da La Repubblica 31 gennaio 2006 pg. 8: … Visita medica per gli immigrati in arrivo. Calderoli: eviteremo il rischio malattie “ … con la visita si evita che possano fare da veicolo per malattie infettive che da anni erano solo un ricordo dalle nostre parti e che, invece, sono tornate in auge”
  75. 85. “ Non è possibile eliminare i Cpt e lasciare per la strada chi sbarca anche perché c’è un’ emergenza sanitaria con casi di lebbra, Tbc e scabbia” ( Corriere della Sera del 28/09/2006) “ Non possiamo mica lasciare su una strada chi sbarca da un barcone. Li dobbiamo accogliere. E li dobbiamo anche visitare. Sono un pericolo sanitario. Serve una verifica. È gente povera che viene da Paesi poveri, dove la sanità è modesta e dove ci sono malattie come la scabbia o la tubercolosi” ( La Stampa del 28/09/2006) Il Ministro AMATO:
  76. 86. Il profilo di salute dell’immigrato tra esotismo e realtà Alla domanda sulle malattie più frequenti tra gli immigrati in Italia, un campione di operatori sanitari risponde: 60% tb, hiv/aids, mst, m. da importazione 14% nevrosi, psicosi, disagio psicologico 26% gastrite, bronchite, traumi Il campione è composto da circa 1.200 operatori (22% medici) che hanno frequentato dal 1995 al 2002, 39 corsi di Medicina delle Migrazioni (pretest)
  77. 87. Salvatore Geraci, Roma 2011 Determinanti di salute relativi al fenomeno migratorio in Italia Situazione prima della partenza “ selezione - esposizione” Accoglienza, Integrazione ostilità, discriminazione Accessibilità e fruibilità SSN Percorso Migratorio in alcuni casi “degrado acuto” Profilo di salute dell’immigrato in Italia Consapevolezza di un proprio Progetto migratorio Dal 1988 ad oggi: circa 18.000 morti Dal 1 gennaio al 2 giugno 2011: 1.820! http://fortresseurope.blogspot.com/
  78. 88. Il profilo di salute dell’immigrato tra esotismo e realtà 2 luglio 1993 maggio 2007
  79. 89. L’andamento della tubercolosi in Italia Fonte: Ministero salute, 2007
  80. 90. L’andamento della tubercolosi in Italia Fonte: Ministero salute, 2010
  81. 91. Tassi di incidenza di TB tra gli stranieri (denominatori con e senza quota stimata di immigrati irregolari) Anni 1999-2005 (tassi per 100.000) Fonte dei dati e anni di riferimento: Sistema Informativo delle Malattie Infettive e Diffusive - Ministero della Salute, anni 1999-2005; Istat, anni 1999-2005; elaborazione Baglio G., Geraci S., 2007
  82. 92. L’andamento della tubercolosi in Italia Rischio di mancato completamento del follow-up. Stranieri da Pfpm e italiani. Italia, 2010 Progetto ricerca operativa tubercolosi e stranieri. OIM-Organizzazione Internazionale per le Migrazioni
  83. 93. Il profilo di salute dell’immigrato tra esotismo e realtà La notizia è, come si evince dal testo dell’articolo, che su 10 malati di Aids, uno è straniero
  84. 94. Indagine nazionale sull’incidenza dell’AIDS tra gli stranieri in Italia <ul><li>In Italia, circa 3.800 stranieri su 44.500 casi di AIDS, nel periodo 1992-2006 </li></ul><ul><li>La proporzione di stranieri tra i casi è cresciuta dal 3% al 22% </li></ul>Per gentile concessione di G. Baglio, Asp Lazio. Dati ISS, 2009 Percentuale di stranieri tra i casi di AIDS in Italia. Anni 1992-2000.
  85. 95. Numero dei casi di AIDS diagnosticati in Italia a cittadini stranieri, 1992–2006. Età ≥ 18 anni Per gentile concessione di G. Baglio, Asp Lazio. Dati ISS, 2009
  86. 96. <ul><li>A partire dal 1995, i tassi decrescono da 58 a 17 per 100.000 tra i maschi </li></ul><ul><li>e da 23 a 10 per 100.000 tra le femmine nel 2006 </li></ul>Per gentile concessione di G. Baglio, Asp Lazio. Dati ISS, 2009 Indagine nazionale sull’incidenza dell’AIDS tra gli stranieri in Italia Tassi di incidenza dell’AIDS tra gli stranieri di età 18+ anni, per sesso
  87. 97. www.simmweb.it
  88. 101. il fenomeno migratorio interessa principalmente individui selezionati, di età giovanile e in buona salute una popolazione selezionata ma a rischio Profilo sanitario dell'immigrato come definito dal Piano Sanitario Nazionale 1998 - 2000 PSN 1998-2000, Roma 1998
  89. 102. una popolazione selezionata ma a rischio oltre alle condizioni che minacciano tutti i soggetti deboli (alimentaz., abitazione, lavoro, socialità inadeguati e insicuri) da tenere presente fattori peculiari legati al quadro epidemiologico del paese d'origine, aspetti culturali (difficoltà di comunicazione ed inserimento sociale); psicologici ...; discriminazione accesso ai servizi. Profilo sanitario dell'immigrato come definito dal Piano Sanitario Nazionale 1998 - 2000 PSN 1998-2000, Roma 1998
  90. 103. <ul><li>Impatto contenuto del fenomeno sull’assistenza ospedaliera (4,6% nel 2008) </li></ul><ul><li>Tassi di ospedalizzazione in crescita , soprattutto tra le donne straniere </li></ul><ul><li>Accesso alle strutture soprattutto per eventi fisiologici (parto) o accidentali (traumi, soprattutto tra i maschi) </li></ul>L’assistenza ospedaliera agli immigrati in Italia, anno 2008
  91. 104. 2008 2008 var% 2000-08 immigrati Pfpm * +101% 132.812 +192% 369.510 7.699.727 totale ricoveri -18% 3.413.574 +49% var% 2000-08 ricoveri ordinari day-hospital Ricoveri per regime di ricovero e cittadinanza (numero e variazione percentuale). Italia, 2008 4,6% % totale ricoveri 3,7% (*) Paesi a forte pressione migratoria
  92. 105. Tassi di ospedalizzazione età-specifici (per 1.000). Italia, 2008 Fonte: Elaborazioni Istat su dati del Ministero della Salute 2008
  93. 106. Fonte: Elaborazioni Istat su dati del Ministero della Salute 2008 Tassi di ospedalizzazione età-specifici (per 1.000). Italia, 2008
  94. 107. Fonte: Elaborazioni Istat su dati del Ministero della Salute 2008 Tassi di ospedalizzazione età-specifici (per 1.000). Italia, 2008
  95. 108. Fonte: Elaborazioni Istat su dati del Ministero della Salute 2008 Tassi di ospedalizzazione età-specifici (per 1.000). Italia, 2008
  96. 109. Principali cause di ricovero ordinario. Stranieri da Pfpm, età 18+ anni. Italia, 2008 traumatismi 21,6 mal. app. digerente 14,1 mal. sist. circolatorio 11,3 mal. app. respiratorio 8,6 mal. osteo-muscolari e connettivo 6,5 gravidanza/parto 57,6 mal. app. genito-urinario 6,7 mal. app. digerente 6,2 tumori 5,1 traumatismi 3,7 Maschi (n=87.395) Femmine (n=211.769) % % Ricoveri ordinari Fonte: SDO, Ministero della Salute. Italia, 2008
  97. 110. Indagine IAS sui rischi occupazionali tra i lavoratori stranieri in Italia, 2007 Fonte: Elaborazione IAS sui dati della rilevazione Istat sulle Forze di Lavoro, secondo trimestre 2007
  98. 111. Principali cause di ricovero. Stranieri da Pfpm, età 18+ anni. Italia, 2008 mal. app. digerente 12,9 fatt. influenz. stato salute 11,9 mal. infettive 9,1 mal. osteo-muscolari e connettivo 11,0 traumatismi 9,1 IVG 51,9 mal. app. genito-urinario 10,9 fatt. influenz. stato salute 7,8 tumori 4,4 3,7 Maschi (n=25.990) Femmine (n=83.054) % % Day-hospital mal. sistema circolatorio Fonte: SDO, Ministero della Salute. Italia, 2008
  99. 112. Numero di IVG per luogo di nascita. Italia, 1980-2006 Grandolfo M., Spinelli A., 2008
  100. 113. Profilo sanitario dell'immigrato fattori di rischio psicopatologico 1- Aspecifici o generici • Emarginazione socio-economica • Stress da transculturazione 2- Adulti • Fallimento (o minaccia di …) del progetto migratorio 3- Bambini • Difficoltà a integrare la doppia appartenenza culturale
  101. 114. Salvatore Geraci, Roma 2009 oggi AUMENTO ACCESSIBILITA’ Riduzione differenza indicatori salute materno infantili Aumento ricoveri in DH Riduzione tassi AIDS, riduzione ricoveri tb e stabilizzazione tassi... La Medicina delle Migrazioni AUMENTO FRAGILITA’ SOCIALE Forte incidenza incidenti sul lavoro (anche mortali) 16,7% Tassi IVG 3-5 volte maggiori delle italiane Alta percentuale di ricoveri impropri ... TRANSIZIONE EPIDEMIOLOGICA da malattie acute a cronico-degenerative
  102. 115. “ Non pensavo mai di ammalarmi così, eppure la tubercolosi nel mio paese è conosciuta, di questa malattia si pensa molto male, è per gente povera …; quando mi sono accorto di avere questa malattia mi sono sentito una persona la più disgraziata …; questa malattia si prende pure per la preoccupazione, si perde l’appetito, è una … È la mancanza del permesso di soggiorno, La polizia ti trova e ti manda via” (un ragazzo peruviano di 25, da tre anni in Italia) Salvatore Geraci, Roma 1995
  103. 116. Riferimenti bibliografici <ul><li>AA. VV.: Immigrazione Dossier Statistico 2010 . XX Rapporto sull’immigrazione – Caritas/Migrantes. Idos, 2010 </li></ul><ul><li>Affronti M., Geraci S., Marceca M., Russo M.L.: Salute per tutti: da immigrati a cittadini. Aprire spazi ... costruire traiettorie . Atti dell’XI Congresso della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni, Palermo, 2011 </li></ul><ul><li>Geraci S., Bonciani M., Martinelli B.: La tutela della salute degli immigrati nelle politiche locali . Inprinting srl, Roma, 2010 </li></ul><ul><li>Marceca M., Geraci S., Martino A.: Esperienza migratoria, salute e diseguaglianze . In A caro prezzo. Le diseguaglianze nella salute. 2° Rapporto dell’Osservatorio Italiano sulla Salute Globale. Pisa. Edizioni ETS: 304-318, 2006 </li></ul>www.simmweb.it
  104. 117. Salvatore Geraci Via Marsala, 103 - 00185 Roma Tel. 06.4454791 - fax 06.4457095 e mail: [email_address] Grazie www.simmweb.it www.caritasroma.it

Notas do Editor

  • Proposte del Ministro dell’interno Amato in commissione affari costituzionali del senato.
  • Proposte del Ministro dell’interno Amato in commissione affari costituzionali del senato.
  • Rispetto al 2000 i ricoveri in DH sono 2 volte e mezzo: questo potrebbe essere segno di un utilizzo più maturo dei servizi.
  • Tra -20% e -25%
  • Circa -50%
  • +10%
  • aumento dei cronici! App.digerente: appendicectomie App.respiratorio: BPCO legate all’asma Mal. Osteo-muscolari e del connettivo: ernia del disco, connettivopatie (disordini dei tessuti molli/sinoviti-artriti), artrosi e degenerazione del ginocchio.
  • App.digerente: ernia inguinale Fattori che influenzano…: chiemioterapie Mal.osteo-muscolari: degeneraz.colonna vertebrale e articolazioni e connettivopatie. Con tassi di abortività del 28 per 1000 (4 volte più alti rispetto alle donne italiane)

×