O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.
Tavola 1/8: oggetto di design_inquadramento 
Ilaria Trombì, matricola 1525052 
Corso di Rappresentazione tridimensionale a...
Tavola 2/8: oggetto di design_analisi metrica 
Ilaria Trombì, matricola 1525052 
Corso di Rappresentazione tridimensionale...
Tavola 3/8 : oggetto di design_analisi metrica 
Ilaria Trombì, matricola 1525052 
Corso di Rappresentazione tridimensional...
Tavola 4/8 : oggetto di design_gerarchia dei pezzi 
Ilaria Trombì, matricola 1525052 
Corso di Rappresentazione tridimensi...
Tavola 5/8: oggetto di design_proporzioni 
Ilaria Trombì, matricola 1525052 
Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a...
Fasi della modellazione 
1- Per primo costruisco lo schienale: un pa-rallelepipedo 
di 39x92x3 cm. 
2- Conoscendo la posiz...
Tavola 7/8: oggetto di design_ rendering 
Ilaria Trombì, matricola 1525052 
Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a....
rendering 
Tavola 8/8 : oggetto di design_ rendering 
Ilaria Trombì, matricola 1525052 
Corso di Rappresentazione tridimen...
Próximos SlideShares
Carregando em…5
×

Analisi "Berlin Chair" G.T. Rietveld

5.921 visualizações

Publicada em

Tavole di analisi di un oggetto di design per esame di Rappresentazione Tridimensionale
C.d.L. in Disegno Industriale
Facoltà di Architettura, La Sapienza
Ilaria Trombì

Publicada em: Design
  • Seja o primeiro a comentar

Analisi "Berlin Chair" G.T. Rietveld

  1. 1. Tavola 1/8: oggetto di design_inquadramento Ilaria Trombì, matricola 1525052 Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a. 2013/2014 Professori: Andrea Casale e Graziano Mario Valenti C.d.L. in Disegno Industriale, Università di Roma “Sapienza” Gerrit Thomas Rietveld Berlin Chair Gerrit Thomas Rietveld (utrecht,1888 – 1964 ) è stato un architetto e arti-giano olandese. Fu uno tra i principali esponenti del neoplasticismo nel cam-po dell’architettura e del design. Applicò alla terza dimensione i con-cetti del movimento del De Stijl. Svi-luppata dal pittore Piet Mondrian e dall’architetto Theo Van Doesburg, questa nuova corrente artistica prese l’avvio dal cubismo e si legò a un rigi-do ordine geometrico. Le forme erano austere, composte da elementi sempli-ci: linee, quadrati e, tra i colori, quel-li primari. La terza dimensione che Ri-etveld proponeva era priva di volume. La “sedia Berlin” prende il nome dal luogo dell’evento (l’ esposizione di Ri-etveld a Berlino del 1923) per cui era stata progettata. Questa sedia, che in seguito è stata spesso chiamata “sedia tavola”, è stata eseguita con una dop-pia immagine speculare. La Berlin Chair fu la prima sedia asim-metrica prodotta da Rietveld, realiz-zata in faggio laccato di alta qualità e verniciata in una gamma di grigio: dal bianco al grigio, grigio medio, al nero. In seguito venne spesso nominata come la sedia stecca o la sedia tavola, pro-prio per le sue caratteristiche morfo-logiche. Questa sedia rappresenta il primo esempio di composizione asimmetrica. Gli elementi tradizionali - gambe, brac-cioli, seduta e schienale - sono stati abbandonati in favore di un sistema di piani interconnessi, in modo asimme-trico equilibrato. Il bracciolo è abba-stanza ampio per servire come una ta-bella. Ogni elemento è monocromatico, la tavolozza ridotta a nero, bianco e grigio.
  2. 2. Tavola 2/8: oggetto di design_analisi metrica Ilaria Trombì, matricola 1525052 Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a. 2013/2014 Professori: Andrea Casale e Graziano Mario Valenti C.d.L. in Disegno Industriale, Università di Roma “Sapienza” Analisi metrica 785 670 680 650 685 625 500 500 440 545 670 785 225 20 515 135 Dimensioni: 92x68.5x54.5 cm Altezza del sedile: 45 cm Bracciolo, possibilità di averlo a destra (per destrorsi) o a sinistra (per mancini): 70 cm Materiale: legno di faggio laccato verniciato con i colori neutri (bianco, nero e grigio) Strutture scomposte, giochi di linee, super-fici e colori primari. Fedele ai principi del neoplasticismo, lo stile di Rietveld si esprime nella modulazione geo-metrica dello spazio ottenuta per mezzo della scansione di piani, sui quali agisce il “peso” diverso dei colori fondamentali.
  3. 3. Tavola 3/8 : oggetto di design_analisi metrica Ilaria Trombì, matricola 1525052 Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a. 2013/2014 Professori: Andrea Casale e Graziano Mario Valenti C.d.L. in Disegno Industriale, Università di Roma “Sapienza” Analisi metrica 1 2 3 4 1- schienale 2- seduta 3- bracciolo sinistro 6- gamba sinistra 4- bracciolo destro /tabella 5- gamba destra 7-stecca anteriore 8- stecca posteriore 390 920 30 500 420 15 270 20 500 650 30 420 20 200 650 20 135 55 650 30 540 40 30 5 6 7 8 La Berlin chair è composta da otto paral-lelepipedi che tra loro non si interseca-no mai. In questa tavola viene illustrato l’abaco degli otto pezzi ed il loro conseguente posizionamento nella sedia costruita. Un forte impatto voluto è dato dall’asi-mettria dei piani traslati.
  4. 4. Tavola 4/8 : oggetto di design_gerarchia dei pezzi Ilaria Trombì, matricola 1525052 Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a. 2013/2014 Professori: Andrea Casale e Graziano Mario Valenti C.d.L. in Disegno Industriale, Università di Roma “Sapienza” Analisi geometrica L’evoluzione e la gerarchia dei pezzi Dato che la peculiarità di questa sedia è l’asimmetria ho ipotizzato come sarebbe stata se fosse stata una sedia simmetrica. E da quell’ipotetica simmetria ho costruito la berlin chair osservando che il primo pezzo, quello più impor-tante che viene posizionato per primo, è lo schienale e a seguire la seduta che trasla orizzontalmente. Di seguito le due gambe, di uguale altezza e spessore ma di diverse profondità. I due braccioli sono uno diverso dall’altro: innan-zitutto perchè il destro ruota di 90 gradi rispetto all’altro assumendo una posizione orizzontale e ridu-cendosi. Per ultime la stecca anteriore e posteriore, anch’es-se diverse e non posizionate centralmente. 1 2 3 4 5 6 7 8
  5. 5. Tavola 5/8: oggetto di design_proporzioni Ilaria Trombì, matricola 1525052 Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a. 2013/2014 Professori: Andrea Casale e Graziano Mario Valenti C.d.L. in Disegno Industriale, Università di Roma “Sapienza” Analisi geometrica Analizzando la sedia vista dall’alto ho notato che presenta un rapporto geome-trico. Infatti, iscrivendo il bracciolo destro e la seduta in un quadrato, si vede che il bracciolo è un terzo del quadrato gran-de. Adottando la stessa divisione in tre par-ti per lo schienale (l’elemento più gran-de), si nota che il bracciolo destro e la gamba destra sono ad un terzo di esso.
  6. 6. Fasi della modellazione 1- Per primo costruisco lo schienale: un pa-rallelepipedo di 39x92x3 cm. 2- Conoscendo la posizione degli altri pezzi, grazie all’analisi metrica e geometrica, co-struisco i due parallelepipedi del bracciolo e della gamba sinistra come ho fatto per lo schienale. 3- Prendendo il punto di partenza da una po-lilinea e conoscendo la distanza, costruisco un altro parallelepipedo orizzontale che co-stituisce la seduta. 5- Con gli stessi procedimenti di costruzione dei parallelepipedi e delle polilinee per con-trollare le distanze costruisco i supporti anteriore e posteriore. 6- Modellazione finale su rhinoceros con vi-sualizzazione “ombreggiata”. Tavola 6/8 : oggetto di design_ fasi della modellazione Ilaria Trombì, matricola 1525052 Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a. 2013/2014 Professori: Andrea Casale e Graziano Mario Valenti C.d.L. in Disegno Industriale, Università di Roma “Sapienza” 4- Con gli stessi metodi precedenti e facendo attenzione alle distanze, costruisco i paral-lelepipedi che formano il sostegno ed il brac-ciolo destro.
  7. 7. Tavola 7/8: oggetto di design_ rendering Ilaria Trombì, matricola 1525052 Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a. 2013/2014 Professori: Andrea Casale e Graziano Mario Valenti C.d.L. in Disegno Industriale, Università di Roma “Sapienza” rendering
  8. 8. rendering Tavola 8/8 : oggetto di design_ rendering Ilaria Trombì, matricola 1525052 Corso di Rappresentazione tridimensionale a.a. 2013/2014 Professori: Andrea Casale e Graziano Mario Valenti C.d.L. in Disegno Industriale, Università di Roma “Sapienza”

×