O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Remote team building ITA version

594 visualizações

Publicada em

How to build a distribuiten team of developer can be very very challenging. We'll see some tricks to lead a team properly.

  • Entre para ver os comentários

Remote team building ITA version

  1. 1. Italian Remote Conference 24/25 06 Davide Mezzetti Malta Remote Team Building
  2. 2. Alcune esperienze • Sport di squadra • Arti marziali • Comunità di ricerca • Startup • Big company • Formatore esperienziale • Un sacco di viaggi • Vivo e lavoro all’estero da 2 anni
  3. 3. Alcune esperienze • Ho lavorato con italiani, francesi, spagnoli, colombiani, americani, maltesi, svizzeri, indiani, tedeschi e turchi • Bello? Si • Difficile? si
  4. 4. Organizzazione delle slide • Obiettivo • Fare team – ideale • Fare team – di solito • Fare team –in remoto • Problemi = soluzioni
  5. 5. Obiettivo Trasportare esperienze generalmente comuni riuscendo a gestire/mantenere un team in un contesto diverso quale il lavoro in remoto!
  6. 6. Perche? • Adattarsi ad un mercato crescente • Incrementare le performance • Portare a compimento progetti • Rispettare la deadline • Divertirsi
  7. 7. Fare team • Definizione wikipedia: “gruppo di persone finalizzato allo svolgimento di un compito” SHARED GOAL!! Give us the direction
  8. 8. Basic project management • Tutti membri del team devono aver chiaro l’obiettivo da raggiungere. • L’obiettivo da raggiungere è raccontato da una roadmap. • La roadmap è suddivisa in milestone. • Ogni milestone è un traguardo raggiunto dal team. • Ogni traguardo va celebrato come un successo!
  9. 9. Si ma come si crea un team? • “è una cosa che accade naturalmente, ci vuole solo tempo” • Naturale è l’aggettivo che si usa per spiegare qualcosa che accade senza capirne le ragioni.
  10. 10. Come si crea un team? Dinamiche e concetti • Obiettivo comune • Motivazioni comuni e individuali • Gestione e rispetto dei ruoli • Cultura condivisa • Valori condivisi • Metodo • Leadership
  11. 11. Il team building.. Cos’è?
  12. 12. Il team building– realmente • Esperienza di gruppo studiata sulle problematiche del team. • Condivisione e interiorizzazione dell’esperienza  porta ad una reale crescita e quindi ad un cambiamento = prestazioni e sintonia
  13. 13. Team building: il caso italiano 1 • Birra con i colleghi • Pausa sigaretta • Partitelle a calcetto • Cene aziendali • … In pratica viene ritagliato del tempo cosi che le persone possano stare assieme.. E conoscersi.
  14. 14. Team building: il caso italiano 2 • L’inserimento della risorsa non viene gestito! • La responsabilità è affidata all’individuo ed alle sue soft-skill! • La creazione ed ottimizzazione del team richiede tempo e risorse perché non c’è una metodologia pratica da applicare! • Spesso crea dipendenti depressi!
  15. 15. Team building da remoto Ovvero Lavoro da remoto per un team distribuito.
  16. 16. Team building da remoto Approccio tipico: Trasporto la mia esperienza personale acquisita nelle aziende.. In remoto. Funziona?? Sicuramente no!! Non funziona con tutti i vantaggi del lavorare nello stesso luogo figuriamoci..da remoto.
  17. 17. Perché? • Dovremmo affrontare delle problematiche diverse a quelle a cui siamo abituati DIVERSE In realtà le problematiche sono le stesse e sono moooolto più amplificate! Però non ci siamo mai soffermati ad osservarle!
  18. 18. Per esempio? • Diversità culturali • Diverso timing • Lingua diversa.. • Difficile trovare punti in comune • Nessun metodo • Mancanza di contatto umano • ..e no pausa caffè e sigarette.
  19. 19. More.. • non ci si conosce. (mai visti di persona, cosa ne è dell’affinità emotiva?) • non ci si fida. (per via del passato storico: guerre, conflitti, tensioni. Luoghi comuni: i francesi e gli inglesi si odiano, gli italiani ci provano sempre, sono tutti mafiosi. gli spagnoli sono pigri, i russi sono freddi.) • non si hanno i consueti fenomeni culturali in comune. (vocaboli, cibo, approccio alle donne, approccio all’amicizia, approccio alla vita, approccio al lavoro, apertura emotiva, persino il cuocere la pasta è diverso) • si hanno orari diversi. (fuso orario, anche solo in spagna c’è una differenza di due ore) • si hanno interessi diversi. ( lo sport nazionale è diverso, il clima è diverso, gli odori sono diversi) • si hanno background diversi. (le università sono tutte diverse) • si hanno specializzazioni diversi. (grafica, database) • si hanno obiettivi diversi (vedremo poi come questo sia un fattore chiave) • Alcuni membri del team sono vicini fisicamente
  20. 20. More..
  21. 21. Come fare?? Di base: • mentalità aperta • attitudine a viaggiare e conoscere • sospendere il giudizio (il giudizio crea distacco) • curiosità, essere curiosi e dimostrare di aver voglia di imparare. In piu: • Essere consapevole di dinamiche e processo
  22. 22. Processo?
  23. 23. .. Processo di creazione del team! fondamenti • Obiettivo comune (roadmap, mailstone) • Definizione dei ruoli • Creazione di una cultura del team • Focus sulla comunicazione • Integrare prima la persona poi le sue skill • Membri appassionati (ti piace il tuo lavoro?) • Non dare nulla per scontato..fare domande
  24. 24. Prima la persona: In pratica! • Hangout di gruppo guidato dal leader • Ogni partecipante dovrà partecipare attivamente. • Hangout a coppie. • Feedback continuo. • È opportuno mantenere costante e monitorata la relazione con ogni membro del team.
  25. 25. Prima la persona: in pratica 2! • Definizione di un patto di alleanza (ascolto, ecc) • Valori (trasparenza, sincerità, fiducia, ..) • Motivazioni individuali (personale interesse ad usare una tecnologia, personale interesse a coprire un ruolo)
  26. 26. Poi il progetto • Requisiti, scelte tecniche, difficoltà, ecc • Visione condivisa • Visione individuale – definisce i bound – • Ruoli • Skill ed esperienze (livelli e compensazioni) • Tecnologie di integrazione, git, atlassian, jira dropbox, gmail ecc
  27. 27. Cultura del team Significa? • Avere memorie condivise • Avere vocaboli condivisi • Avere una visione simile del team
  28. 28. Cultura del team
  29. 29. Cultura del team • Ruoli definiti, condivisi e rispettati • Cultura condivisa: guerra in Vietnam • Cultura condivisa: cultura militare • Missione condivisa: divertirsi e aiutare gli altri Keyword: condivisione
  30. 30. Il Problema: coordinazione di gruppo • Tipicamente bidirezionale in chat • Ideale: tutto quello che riguarda il team va condiviso tra tutti. Va creato uno spazio definito per condividere e mantenere queste informazioni
  31. 31. Soluzione: coordinazione di gruppo • Mantenere una chat di gruppo in cui ci si scambia SOLO informazioni personali: daily life, attività personali, hobby, musica, risorse. • Mantenere una chat tecnica di gruppo, eventualmente con sistema di hashtag e log in modo da poter facilmente gestire i destinatari diretti del messaggio e l’history. • Slack e altri software
  32. 32. Soluzione: coordinazione di gruppo • #frontenddev • #designer • #testing • #meeting
  33. 33. Il Problema: non mi sento parte del team
  34. 34. Il Problema: non mi sento parte del team Analisi: • La risorsa non sta partecipando emotivamente al gruppo  produttività in calo. • Accade perché non è definito il goal del team/progetto, non è esplicitata una cultura del gruppo o le distanze all’interno del team sono molto diverse. • Se non risolto porta all’allontanamento/esclusione della risorsa.
  35. 35. Il Problema: non mi sento parte del team Soluzione • Analisi periodica dei rapporti • Confronti quotidiani e settimanali • Professionalità • Conformità dei ritmi
  36. 36. Il Problema: non mi sento parte del team Non tutti suonano allo stesso tempo Tutti seguono lo stesso ritmo
  37. 37. Il problema: non mi fido
  38. 38. Il problema: non mi fido Più si è lontani geograficamente e culturalmente = meno si è portati a fidarsi Soluzione • Culture vicine ( che si conosce!) • Progetti piccoli • Inizialmente è opportuno condividere/accettare/collaudare il workflow
  39. 39. Workflow? • E’ il passaggio di palla tra i componenti del gruppo. • E’ la parte divertente. Se non ti piace il lavoro in team non fa per te! Esempi: • Designer prepare i .psd per i front-end • Dal back-end ti fanno gli end-point • Commit e merge
  40. 40. Il problema: alle riunioni di gruppo c’è sempre qualcuno che manca! Soluzione: • Le riunioni vanno pianificate sistematicamente in anticipo. • Occorre essere consapevoli degli impegni extra di tutti i membri del team mantenendo un calendario condiviso. Es: vacanze, bimbi da scuola, impegni fissi (palestra, ecc) • Alle riunioni non si può mancare!
  41. 41. Il problema: alle riunioni di gruppo c’è sempre qualcuno che manca! La pianificazione stessa è un attività di gruppo a cui tutto il gruppo può partecipare! • Mantiene il team allineato. • Almeno settimanalmente • Lunedì mattina/venerdì pomeriggio
  42. 42. Il problema: leadership Il leader dovrà creare un modello di risorsa a cui ispirarsi. • Se il modello è seguito  premio • Se il modello non è seguito  punizione Attenzione: se il modello non viene accettato la risorsa non sarà produttiva al top e potrebbe anche andarsene a metà progetto.
  43. 43. Soluzione: leadership • Rendere chiaro a tutti il modello all’inizio dell’avventura. • Può anche cambiare. • Può essere specifico per ruolo e non per persona… • Tuttavia a lungo termine è sempre da preferire il modello sulla persona.
  44. 44. Il problema: Il team sotto stress
  45. 45. Il problema: Il team sotto stress
  46. 46. Il problema: Il team sotto stress
  47. 47. Il problema: Il team sotto stress Tipiche reazioni/indicatori: • Conflitti • Allontanamento • Performance in forte ribasso
  48. 48. Soluzione: Il team sotto stress • Avvicinare il gruppo con conferenze, accettare gli scontri come processo di crescita, capire le problematiche di tutti (ascoltare). • Lo possiamo fare perché abbiamo realizzato un patto etico, una sorta di alleanza, che definisce i comportamenti da seguire in fase di scontro.
  49. 49. Soluzione: Il team sotto stress
  50. 50. Crescita continua: tips • Al raggiungimento di ogni mailstone il team si ferma. Si riunisce e si confronta sulle metodologie di sviluppo cercando di capire cosa è andato bene e cosa può essere migliorato. • Valutare se stessi in modo costruttivo • Valutare gli altri in modo costruttivo • Valutare il modello in modo costruttivo
  51. 51. Organizzare eventi di gruppo Si da remoto!
  52. 52. In short Focus su: • Prima di tutto la persona • Condivisione e comunicazione • Allineamento dei task • Feedback e monitoraggio
  53. 53. Tutti per uno..
  54. 54. “Adoro i piani ben riusciti!”
  55. 55. {{Happy coding}}
  56. 56. Personal contacts Davide.mezzetti@hotmail.it Skype davide.mezzetti staff@balloonsteam.com
  57. 57. Thanks bros!!

×