O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Presezzi_Al_3_14

193 visualizações

Publicada em

  • Seja o primeiro a comentar

  • Seja a primeira pessoa a gostar disto

Presezzi_Al_3_14

  1. 1. .com - 21 di Mario Conserva mario.conserva@edimet.com ATTUALITÀ CURRENT AFFAIRS “For Bruno Presezzi innovation is a way of be- ing, not a marketing strategy. And I am particu- larly proud that the company’s 60th anniversary coincides with the announcement of important innovations that will improve efficiency and performance of our continuous casting plants “. This is how Alberto Presezzi introduces the most characteristic feature of the engineering and “P er la Bruno Presezzi l’innovazione è un modo di essere, non una strategia di marketing. E sono particolarmen- te orgoglioso che il sessantesimo anniversario dell’azienda coincida con l’annuncio di impor- tanti novità che miglioreranno l’efficienza e le prestazioni dei nostri impianti di colata conti- nua”. Alberto Presezzi presenta così il tratto più caratteristico dell’azienda di ingegneria e lavorazioni meccaniche di alta precisione fondata nel 1954 dal padre Bruno, cresciuta costantemente proprio grazie al continuo impe- gno nella ricerca di nuove soluzioni progettua- li e impiantistiche in settori ad alta tecnologia come Oil&Gas, power generation e industria dell’alluminio. Nonostante un valore della produzione di circa cento milioni di euro l’anno e oltre 150 dipendenti altamente specializzati, l’azienda conserva lo spirito imprenditoriale delle ori- gini, a partire dal controllo famigliare, oggi saldamente nelle mani di Alberto Presezzi, e dal forte coinvolgimento personale. Per appro- fondire l’approccio all’industria dell’alluminio, abbiamo incontrato Alberto Presezzi nella sede di Burago Molgora (Milano), che si estende su un’area di 40mila metri quadrati di cui 10mila coperti, e dove si concentra l’intero processo produttivo. Un’eccellenza italiana nella meccanica ad alta tecnologia An Italian excellence in high-tech mechanics BRUNO PRESEZZI, PASSION FOR INNOVATION BRUNO PRESEZZI, LA PASSIONE PER L’INNOVAZIONE Alberto Presezzi, Presidente e proprietario di Bruno Presezzi Spa Alberto Presezzi, President and owner of Bruno Presezzi Spa
  2. 2. A&L - 22 high precision machining company founded in 1954 by his father Bruno, steadily grown thanks to continuous research of new engineering and design solutions in high-tech sectors such as Oil & Gas, power generation and aluminium industry. Despite a production value of about 100 million euros per year and over 150 highly specialized employees, the company keeps the entrepreneurial spirit of its origins, starting from family control, now in the hands of Alberto Pre- sezzi, and strong personal involvement. In order to analyze the approach to the aluminium indus- try, we met Alberto Presezzi at the headquar- ters in Burago Molgora (Milan), which cover an area of 40 thousand square meters of which 10,000 are covered, and where the entire pro- duction process is located. For over twenty years you have been present in the most dynamic sector of the aluminium industry, the caster sector, and you are comparing with a few other major international manufacturers: what is your secret? “There are no secrets, only passion for our work and ability to interpret and often antici- pate customers’ demands. We focus a lot on the aluminium sector, in particular on com- plete systems, from metal casting to rolling up and coil-coating and packaging. And we invest much in innovation: although this sector accounts for only 30% of our turnover, in re- cent years it has targeted 90% of our research and development budget“. Casters have opened the field of production and light metal rolling to new, medium-sized, flexible and specialized businesses. Who are your clients today? “Continuous casting allows our customers fo- cusing on smaller production batches, quick- ly changing the type of alloy to produce in order to follow market demands with more flexibility while maintaining high competi- tiveness. Our customers are often aluminium rollers or end-users, who in order to improve their efficiency and become independent in terms of raw material decide investing in continuous casting. It’s a trend of all major markets in emerging countries as well as ad- vanced economies“. China is now the world’s leading producer and consumer of aluminium and makes Da oltre vent’anni siete presenti nel set- tore più dinamico dell’industria dell’allu- minio, quello dei caster, e vi confrontate con pochi altri grandi produttori interna- zionali: qual è il vostro segreto? “Non ci sono segreti, solo passione per il proprio lavoro e capacità di interpretare e spesso anti- cipare le richiese dei clienti. Puntiamo molto sul settore dell’alluminio, in particolare sugli impianti completi, dalla fusione, alla colata, alla lamina- zione fino al coil-coating e all’imballaggio. E in- vestiamo molto nell’innovazione: anche se questo settore rappresenta solo il 30% del nostro fattu- rato, è qui che negli ultimi anni si è indirizzato il 90% del nostro budget di Ricerca e Sviluppo”. I caster hanno aperto il settore della produzione e laminazione del metallo leggero a nuove imprese di dimensioni medio-piccole, flessibili e specializzate. Chi sono oggi i vostri clienti? “La colata continua permette ai nostri clienti di concentrarsi su lotti di produzione più piccoli, cambiando velocemente il tipo di lega da pro- durre per seguire con maggior flessibilità le ri- chieste del mercato e mantenendo una elevata competitività. I nostri clienti sono spesso i lami- natori o gli utilizzatori finali di alluminio, che per migliorare la propria efficienza e rendersi indipendenti sul fronte della materia prima de- cidono di investire nella colata continua. È una tendenza in atto in tutti i principali mercati, nei paesi emergenti come nelle economie evolute”. Una linea di finitura superficiale per coil in alluminio Surface coil-coating line
  3. 3. .com - 23 extensive use of continuous casting. How are you positioned in this market? “So far we just stood by and waited, looking carefully at opportunities, but without starting a systematic promotional policy. The Chinese mar- ket is very interesting and expanding, but I think it should be approached with great caution and professionalism. This means keeping a steady focus, with a local presence in continuous con- tact with customers without language and cul- tural barriers that we are not yet able to ensure“. What are the main markets of Bruno Presezzi? “We have a well-established presence in the Americas, good opportunities in Russia, but especially in the Middle East, where we ex- pect soon developing a downstream sector of transformers formed also by small and medi- um-sized private and semi-private enterprises, not only by large groups”. What is your client-type in the Middle East? “Our ideal partner, not only in the Middle East, is a medium-sized enterprise, where it is possible to have direct relationship with the entrepreneur, to explain the performance of our systems compared to those of the competi- tion. Today it is essential to make the customer understand the benefits of a choice of quality than an investment in savings. The new com- petitors are very aggressive, they offer low cost conditions, but still are not able to ensure quality and long-term reliability. La Cina è ormai il primo produttore e consumatore mondiale di alluminio e fa largo uso della colata continua. Come siete posizionati in questo mercato? “Finora siamo stati alla finestra, valutando con attenzione le opportunità, ma senza avviare una politica promozionale sistematica. Il mercato ci- nese è molto interessante e in grande crescita, ma ritengo che lo si debba approcciare con grande attenzione e professionalità. Ciò signifi- ca mantenere un focus costante, con una presen- za locale in contatto continuo con i clienti senza barriere linguistiche e culturali, che noi oggi non siamo ancora in grado di garantire”. Quali sono i mercati principali della Bru- no Presezzi? “Abbiamo una presenza ben consolidata nelle Americhe, buone opportunità in Russia, ma soprat- tutto in Medio Oriente, dove ci aspettiamo a breve lo sviluppo di un settore downstream di trasforma- tori formato anche da piccole e medie aziende private e semiprivate, non solo dai grandi gruppi”. Qual è il vostro cliente-tipo in Medio Oriente? “Il nostro interlocutore ideale, non solo in Medio Oriente, è la media impresa, dove è possibile avere un rapporto diretto con l’imprenditore, per spiegare le prestazioni dei nostri impianti ri- spetto a quelli della concorrenza. Oggi è fonda- mentale far comprendere al cliente il vantaggio di una scelta di qualità rispetto a un investimento al risparmio. I nuovi competitor sono molto ag- gressivi, propongono condizioni low cost, ma Un impianto di colata continua Cast house
  4. 4. A&L - 24 What do you think about the Italian market? “Italy is a very important market for Bruno Presezzi. Given the situation, the aluminium industry has resisted well but it is suffering in terms of sales prices. In the last two years, we have heavily invested in R & D also to offer options and best performing equipment to our historic customers, in order to be more competitive.“ Continuous casting is already a very advanced technology; what further developments are you planning? We are working on four distinct areas to speed up the process and improve the qual- ity of the final product. We are going to act on certain items that affect the microcrystalline structure of metal and therefore the quality of the aluminium alloy, while we will increase the casting linear speed with newly designed “jackets” that improve heat exchange. These innovations were started and developed in- ternally, by transferring also the experience gained in other activity areas of the company, for example in the construction of steam tur- bines and gas turbines, where there is an ex- treme research in materials. I believe that we can industrialize these new solutions by the end of the year and by 2015 our machines will be even more powerful and efficient. Soon we will also present a last generation rolling mill designed and built by us. It’s a very innovative project, but it is premature to reveal other details“. non riescono ancora a garantire la qualità e l’af- fidabilità a lungo termine”. Come valuta il mercato italiano? “L’Italia è un mercato molto importante per la Bruno Presezzi. Considerata la congiuntura, il settore dell’alluminio ha resistito bene, ma sta soffrendo sul fronte dei prezzi di vendita. Se ne- gli ultimi due anni abbiamo investito molto in R&d è anche per offrire optional e impianti più performanti ai nostri clienti storici, per poter es- sere sempre più competitivi”. La colata continua è una tecnologia già molto avanzata, quali ulteriori sviluppi avete in programma? Stiamo intervenendo su quattro distinte aree della macchina per aumentare la velocità del processo e migliorare la qualità del prodotto finale. Andre- mo ad agire su alcuni elementi che condizionano la struttura microcristallina del metallo e quindi la qualità della lega d’alluminio, mentre aumen- teremo la velocità d’avanzamento della colata grazie a camicie di nuova concezione che mi- gliorano lo scambio termico. Sono innovazioni nate e sviluppate internamente, anche trasferen- do l’esperienza maturata negli altri settori d’atti- vità dell’azienda, per esempio nella costruzione di turbine a vapore e di turbine a gas, dove è in atto una ricerca estrema sui materiali. Ritengo che riusciremo a industrializzare queste nuove soluzioni entro la fine dell’anno e dal 2015 le nostre macchine saranno ancora più performanti ed efficienti. Presto presenteremo anche un lami-
  5. 5. .com - 25 To which markets will you direct these innovations? “The main target is the revamping of continu- ous castings. Thanks to speed increase and improvement of product quality, we will give our customers an opportunity to improve their competitiveness and to turn to sectors with higher needs, offering products that are more sophisticated. And soon we will speak of our new rolling mill“. Bruno Presezzi confirms that “made in Italy” technology is worthwhile. However, what are the difficulties you meet on international markets? “Our know-how is completely made in Italy; only few components are made by German and European suppliers. This highlights the value and importance of local network of subcontractors, which guarantee very high quality standards and competitive prices. It confirms the vitality of the Italian industrial system, despite the difficult period we are living. The difficulties arise during commercial pro- motion; Italian companies have to move alone, without the support of a country-sys- tem promoting the made in Italy. German companies, for example, deal with foreign markets in a structured and well-organized way. On the contrary, Italian entrepreneurs are left alone right at the time of sale. At best they create networks and collaborations be- tween individual companies, but without a supporting structured system that can make critical mass“. natoio di ultima generazione che costruiremo su nostro design. È un progetto molto innovativo, ma è prematuro svelare altri dettagli”. A quali mercati intendete rivolgervi con queste innovazioni? “Il target principale è il revamping delle colate continue in attività. Grazie all’aumento della ve- locità e al miglioramento della qualità del pro- dotto, daremo ai clienti che ci seguiranno l’op- portunità di migliorare la propria competitività e di rivolgersi a settori con esigenze superiori, offrendo prodotti più sofisticati. E presto parlere- mo anche del nuovo laminatoio che costruiremo su nostro design”. La Bruno Presezzi conferma che la tecnologia made in Italy è premiante. Ma quali sono le criticità che incontrate nei mercati internazionali? “In nostro know-how è completamente made in Italy; solo per alcuni componenti coinvolgiamo fornitori tedeschi ed europei. Ciò sottolinea il va- lore e l’importanza del network locale di subforni- tori, che garantiscono standard qualitativi molto elevati e prezzi competitivi. È una conferma della vitalità del sistema industriale italiano, nonostante il periodo difficile. Le difficoltà nascono nel mo- mento della promozione commerciale, le imprese italiane devono muoversi da sole, senza il soste- gno di un sistema-paese che valorizzi il made in Italy. Le aziende tedesche, per esempio, affron- tano i mercati esteri in modo strutturato e ben or- ganizzato. Al contrario, gli imprenditori italiani sono lasciati soli proprio nel momento della ven- dita. Al massimo creano network e collaborazio- ni tra singole aziende, ma senza un sistema strut- turato alle spalle in grado di fare massa critica”. La sede di Bruno Presezzi Spa a Burago Molgora (Milano) The headquarters of Bruno Presezzi Spa in Burago Molgora (Milan)

×