O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Il «fattore umano»ı. Misurare le soft skills

4.561 visualizações

Publicada em

Slides dell'intervento di Rossella Latempa al Convegno "SCUOLA DI COMPETENZE: VERSO UN NUOVO MODELLO DIDATTICO. QUALE?", Gilda degli Insegnanti, Vicenza 18 marzo 2019.

Publicada em: Educação
  • DOWNLOAD FULL BOOKS, INTO AVAILABLE FORMAT ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Responder 
    Tem certeza que deseja  Sim  Não
    Insira sua mensagem aqui

Il «fattore umano»ı. Misurare le soft skills

  1. 1. Il «fattore umano»: misurare le soft skills Rossella Latempa Vicenza, 18 Marzo 2019
  2. 2. ➢ Le competenze: perché ▪ Certificazioni e titoli di studio ➢ Soft skills ▪ Il quadro internazionale ▪ La situazione italiana ➢ Scenari
  3. 3. I) Le competenze: perché
  4. 4. Per questo gruppo il concetto di competenza [..] permetteva di misurare l’utilizzabilità delle persone da parte delle imprese indipendentemente dai tradizionali diplomi scolastici ritenuti ormai obsoleti, anche perché troppo legati a contesti nazionali e dunque di ostacolo alla globalizzazione. I sistemi scolastici hanno fatto proprio questo concetto per non essere da meno rispetto ai poteri economici. Di qui lo sviluppo in tutti i campi dei cosiddetti referenziali di competenze. Le conseguenze sono state gravi» «..Le cose hanno preso un’altra piega quando il concetto di competenza è stato fatto proprio dall’European Round Table, formato da un gruppo di industriali guidati dal proprietario di Volvo. Le idee del gruppo si sono diffuse in tutta Europa fino ad arrivare a imporsi alla Commissione Europea. P. Meirieu, Cooperazione Educativa, dicembre 2018, vol.67 n.4
  5. 5. Progetto De Se Co (Definition and Selection of key Competences ) Programma PISA, 1997 Dalla Strategia di Lisbona, fino a ET2020 Una nuova «ortodossia» Da Berlinguer a Giannini- Fedeli e Bussetti
  6. 6. Quali competenze?
  7. 7. OCSE: Key competences: per una vita di successo ed il buon funzionamento della società - 1999: Frammenti di Pedagogia Economica/1 «I sistemi educativi non hanno un fine in sé, ma sono il mezzo necessario a rendere gli allievi competenti per la vita» Libro Bianco UE: Insegnare e apprendere: verso una società conoscitiva - 1996: «L'istruzione [è] l'ultima possibilità di rimedio al problema dell'occupazione.» «Le competenze richieste oggi sono cambiate: le competenze imprenditoriali, sociali e civiche diventano più importanti per assicurare resilienza e capacità di adattarsi ai cambiamenti.» Raccomandazione del Consiglio dell’UE sulle competenze chiave per l’apprendimento permanente 2018:
  8. 8. Frammenti di Pedagogia Economica/2 «I bambini hanno bisogno di un set di competenze cognitive, sociali ed emotive per adattarsi al mutevole mondo di oggi. Solo i bambini capaci di rispondere in maniera flessibile alle sfide del 21° secolo [avranno] vita prospera, in salute e felice.» OCSE, Skills for social progress: the power of social and emotional skills, 2015 «L’azione di una scuola [dell’INFANZIA] può definirsi efficace quando assicura risultati a distanza nei percorsi di studio successivi o nell’inserimento del mondo del lavoro.» RAV INFANZIA - INVALSI (3-5 anni), sezione “Risultati a distanza” Competenza come strategia di «combattimento»
  9. 9. ➢ Dal fallimento della politica economico-industriale -lavorativa a quello educativo > disoccupazione come «struttura pedagogica» Relazione causa-effetto: scuola-lavoro ➢ Messa in discussione dei contenuti del sapere e della conoscenza (forma stessa della Scuola) > inefficienze di sistema come inefficienza di metodi di insegnamento COMPETENZA = dispositivo di matching tra «produzione» scolastica e risorse umane ➢ Cittadino disoccupato = cittadino non adeguatamente formato
  10. 10. Correva l’anno… 1996: • «Perché non immaginare una «tessera personale delle competenze»? In questo modo un giovane non munito di diploma potrebbe candidarsi a un posto di lavoro munito della [sua] tessera. Tale formula permetterebbe di valutare istantaneamente le qualifiche di ognuno in ogni momento della propria vita, contrariamente ai diplomi che, nel corso degli anni — e sempre più rapidamente — perdono il loro valore» E. Cresson, Commissario europeo Ricerca, Istruzione e Formazione, Libro Bianco: Insegnare e apprendere: verso una società conoscitiva Certificazioni
  11. 11. Missione compiuta Bambini 6-10 anni «SCUOLE ELEMENTARI»
  12. 12. «Se un giorno sarà scritta la storia dell’INVALSI, il 2017 verrà ricordato come l’anno della piena investitura legislativa e dell’attribuzione di un nuovo, importante mandato istituzionale [..] la valutazione e certificazione [..] del singolo studente» P. Mazzoli, Direttore Generale INVALSIBambini 11-13 anni I CICLO - «Scuole medie»
  13. 13. II ciclo – «scuole superiori» Dal Decreto 62/17, art 21 «Al diploma è allegato il curriculum dello studente[..]. In una specifica sezione sono indicati i livelli di apprendimento conseguiti nelle prove [INVALSI]» «Con proprio decreto il MIUR adotta i modelli [di certificazione]» CHE NE SARA’ DEL VALORE DEL TITOLO DI STUDIO? Quale uso il legislatore prevede venga fatto del curriculum dello studente? Chi sarà responsabile della certificazione conclusiva?
  14. 14. Assolombarda, 2018 Smart working: • «Nuovi modelli organizzativi: scardinare l’idea dell’ora lavoro come parametro di misurazione; • «Nuovi modelli retributivi: Retribuzione per competenze» Suggeritori illustri «La competenza potrà andare a sostituire i vecchi parametri retributivi, in una rivoluzione complessiva del rapporto di scambio salario-lavoro.»
  15. 15. II ) Soft skills
  16. 16. La comunità internazionale emergente B. Williamson and N. Piattoeva, Objectivity as standardization ..2018
  17. 17. L’OCSE: oggettività e consenso « Ciascuno è in grado di riconoscere l’importanza delle competenze sociali ed emotive, tuttavia c’è ancora mancanza di consapevolezza su cosa sia utile (what works) per accrescerle, misurarle e promuoverle » OCSE: Skills for social progress: the power of socio-emotional skills - 2015
  18. 18. L’OCSE : la «scienza» delle soft skills « Attributi personali , disposizioni relativamente stabili, indipendenti dalle capacità cognitive, potenzialmente reattive ad interventi esterni, dipendenti da fattori di contesto e vantaggiose per un vasto range di risultati nella vita (life outcomes) » OCSE- CHRR- SESS study (https://chrr.osu.edu/projects) Fonte: OCSE, Personality matters, 2017 «..hanno rilevanza dimostrabile per un ampio range di obiettivi e rappresentano un importante oggetto di interesse politico. » OCSE: Personality matters - 2017
  19. 19. Il potere delle soft skills/1
  20. 20. Il potere delle soft skills/2
  21. 21. Il potere delle soft skills/3
  22. 22. «Misurare le competenze sociali ed emozionali è arduo, ma possibile e affidabile» OCSE: Skills for social progress: the power of socio-emotional skills - 2015 L’OCSE : da «fattore umano» a fattore economico «sarà estremamente utile sviluppare indicatori o indagini capaci di cogliere meglio lo stato di benessere emotivo, in maniera comparabile tra paesi differenti, specie su bambini più piccoli» OCSE: Emotional well-being of children and adolescents: Recent trends and relevant factors - 2018 «Le soft skills [..] guidano quelle dimensioni del benessere individuale e del progresso socio- economico (produttività) che possono essere misurate e che sono malleabili attraverso interventi di contesto» OCSE: Skills for social progress: the power of socio-emotional skills - 2015
  23. 23. L’OCSE: prima è meglio è Per ogni dollaro investito in infanzia, il ritorno in investimento è 7 volte maggiore «C’è necessità di sviluppare/promuovere un bambino completo (whole child) con un set equilibrato di competenze cognitive, sociali ed emozionali». “talentuoso, motivato, determinato e socievole [..] affronterà meglio le tempeste dell’esistenza, avrà prestazioni lavorative migliori e, di conseguenza, una vita di successo» OCSE: Skills for social progress: the power of socio-emotional skills - 2015
  24. 24. L’OCSE: «realismo metrico» «Una grande varietà di metodi di misura: self- peer- teacher –parent (or other) reports, osservazioni comportamentali, compiti specifici (performance tasks), dati biografici, esperimenti in laboratorio, opportuni protocolli di racconto verbale (think aloud protocols)» OCSE: Personality matters -2017 «..aiutare i paesi a migliorare le performance dei loro sistemi educativi e garantire migliori risultati e rapporto costi/benefici (value for money) per i cittadini. » OCSE: Call for tenders: International Early Learning Study - 2016
  25. 25. Il progetto (la valutazione totale)
  26. 26. BABY PISA (International Early Learning and Child Well Being Study – IELS) 5 anni
  27. 27. «bambini 4.5 ai 5.5 anni: test con tablet» «competenze cognitive e socio-emozionali emergenti e predittive di risultati di successo per la vita» previste anche «misure indirette» con questionari a genitori e insegnanti Per approfondire..
  28. 28. 6-12 anni Italia partecipante Socio Emotional skills OCSE: Longitudinal study of Socio Emotional Skills in the cities: OCSE LSEC attualmente in corso. competenze indagate: resilienza, rispetto, assertività, creatività, responsabilità
  29. 29. 10, 15 anni Socio Emotional skills OCSE: Socio Emotional Skills Study: OCSE SESS attualmente in corso. Italia partecipante «le dimensioni di base di una personalità normale» OCSE Social and emotional skills for student success and well-being - 2015
  30. 30. In Italia a che punto siamo?
  31. 31. Grandi manovre
  32. 32. «Non è forse arrivato il momento di esigere ben altro dai sistemi educativi? Imparare a vivere, imparare a imparare» (Novembre 2018) «bisogna pensare ad altre forme di valutazione non solo degli apprendimenti, ma delle soft skills, come fanno molti paesi dell’OCSE» (Ottobre 2018) «Le soft skills sono dimensioni umane molto difficili da misurare» - “In un futuro non lontano [l’INVALSI potrebbe rilevare] questo tipo di caratteristiche individuali» (Maggio 2017)
  33. 33. Un anno fa, un incontro importante
  34. 34. !!! BASTA FARE ALTRI TEST!!
  35. 35. 6 giorni fa.. I protagonisti
  36. 36. «classificazione delle competenze in oggetto con indicatori e descrittori» A: raccolta dei dati sul campo [..] B: integrazione dei dati raccolti con banche dati multi-tema e multi-scopo a livello locale, per mettere in evidenza l’impatto a livello individuale, familiare, sanitario e sociale delle non-cognitive skills C: raccolta di buone pratiche sia scolastiche che extrascolastiche D : diffusione risultati «ricerca degli strumenti di rilevazione delle competenze non cognitive: «[..] ricerca quantitativa per la misura delle competenze non cognitive tra I e II ciclo [..] ..attività didattiche per lo sviluppo consapevole delle competenze e strumenti e metodi per la loro certificazione»
  37. 37. Prima indagine empirica: Trento/ 1
  38. 38. Prima indagine empirica: Trento/ 2
  39. 39. Prima indagine empirica: Trento/3
  40. 40. Prima indagine empirica: Trento/4
  41. 41. Responsabile Area Prove INVALSI Il progetto dell’INVALSI
  42. 42. Pronti…
  43. 43. ..via!
  44. 44. Maggio 2018 Primo tentativo?
  45. 45. III ) Scenari
  46. 46. L’illusione dell’uomo «modulare» ..
  47. 47. ..aggiunta al «governo» dei numeri INVALSI OCSE PISA
  48. 48. Da 18 a oltre 80 paesi in meno di 20 anni
  49. 49. «Una nuova economia comportamentale studia l’essere umano come un insieme dislocato di comportamenti e funzioni cerebrali; Un «profilo» con le sue «quantità», al servizio dell’efficienza economica; Tutto deve essere valutato. Uno solo è l’imperativo: mostrare i risultati, i loro effetti, e ottimizzare l’azione degli individui; [..] L’Umanità, per essere modellizzata, deve essere disciplinata. Ciò che è in gioco è una questione di libertà, una questione di essenza dell’Umano. Della vita stessa.» M. Benasayag 2017 «Homme augmenté, cerveau diminué»

×