O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Il sangue e le sue funzioni

Prima parte de: IL sangue - Fisiologia I
Cos'è il Sangue? Dove si forma? Quali sono le sue Funzioni?

  • Entre para ver os comentários

  • Seja a primeira pessoa a gostar disto

Il sangue e le sue funzioni

  1. 1. Università di Medicina, Modena e Reggio
  2. 2. Definizione: Tessuto connettivo allo stato fluido
  3. 3. • Il Sangue viene formato in diverse strutture a seconda dell’età biologica!! Nel Feto • Fegato • Midollo Rosso delle ossa Lunghe e Piatte Dopo la Nascita • Fegato: non ha più un grosso impatto come punto di Germinazione • Aumenta L’impatto del Sistema Osseo Nei primi Anni di vita ... • Le Ossa (che si stanno formando) hanno al loro interno midollo rosso, però con la crescita e l’allungamento delle ossa esso diventa sempre più giallo!! Nell’adulto • Le Ossa Lunghe contengono per la maggior parte midollo giallo(grassoso non emopoietico) • Le Ossa Piatte continuano ad avere F. Emopoietica ( Sterno, Teche Craniche, Costole).Osservazioni ed Approfondimenti…
  4. 4. • Man Mano che si avanza con l’età le Ossa diventano sempre meno capaci di produrre Sangue dal punto di vista QUANTITATIVO!!• Il Tessuto Emopoietico è un tessuto in continuo divenire!!! Esso è formato da cellule Staminali, ossia Cell. Totipotenti, che sono in grado di svilupparsi e possono avere un destino Multiplo; Una cellula Staminale può Diventare, in questo caso, Ognuna delle parti Corpuscolate del Sangue( GL.Rossi, GL.Bianchi e Piastrine).
  5. 5. Nel Plasma sono presenti tutti i fattori della coagulazione, mentre nel Siero i fattori della coagulazione sono stati ELIMINATI.Esperimenti ed Osservazioni… IL Coagulo…
  6. 6. Siero PlasmaPreleviamo del Sangue,mettiamo a T. Ambiente Preleviamo del Sangue Il Sangue Coagula… Agitiamo la Agg. Provetta… e…. Anticoagulanti Plasma!! Se Coagula Siera… Divisione del Si Divide La parte Sangue (vedi Lasciamo a T.ambiente Corpuscolata da quella prima) Liquida
  7. 7. Definizione: Passaggio di Stato (da liquido aSolido) che porta alla produzione di Siero.Sostanze Anticoagulanti: Eparina Antivitamina K: perché la vitamina K è un procoagulante. Calanti del Calcio: sono sostanze chimiche che possono portare all’eliminazione del calcio… elemento fondamentale affinché il sangue possa coagulare!!
  8. 8. Il Sangue per definizione è sempre confinato nel Sistema Cardiovascolare…Ovviamente sempre in linea Teorica… CONSIDERAZIONE: Il Sangue deve irrorare tutti i distretti fino alle singole cellule. Tuttavia dobbiamo necessariamente considerare la barriera tra l’interstizio e il vaso (capillare) perché è a questo LV. Che avvengono gli Scambi!! Non è il Sangue che esce, ma alcune sostanze entrano ed escono, tra l’interstizio e il Vaso!!!Come questo Accade?? Avanti con le Funzioni…
  9. 9. 20 litri di H2O 16 – 18 litri di H2OA V 5 mmHg 15 mmHg Filtrazione Assorbimento PI 35 mmHg PO 25 mmHg PI 15 mmHgPI40 LEC PI 5 PI 10 L 2 – 4 litri PI 12 16 mmHg PO 1 Spiegazione…
  10. 10. Il sangue arriva nelle zone periferiche del corpo, entra nell’arteriola, con una pressioneidrostatica arteriosa PI di 40 mmHg, quando imbocca il capillare arterioso essa scende finoa 35 mmHg.Questa pressione fa uscire l’acqua attraverso l’endotelio, però in realtà non abbiamo unapressione di 35 mmHg perché nel sangue sono contenute le proteine plasmatiche(fibrinogeno, globulina e albumine) che non escono, ed esercitano una pressionedifferenziale o osmotica PO di 25 mmHg che trattiene l’acqua, inoltre anche il LEC ha unasua pressione di 5 mmHg. Per cui la pressione osmotica e quella del LEC trattengonol’acqua nel capillare, mentre quella arteriosa tende a farla uscire, per cui, tenendopresente che PI=35 PO=25 e P(LEC)=5, la pressione di filtrazione risulta PI-(PO+LEC) quindi35-(25+5)= 5 mmHg e questa rappresenta la reale pressione con cui il sangue viene filtratonei tessuti. In tutto l’organismo escono circa 20 litri di acqua al giorno.La pressione idrostatica da 35 scende poi a 15 mmHg nel capillare venoso, per il fatto chele vene sono molto più ampie delle arterie. Tenendo presente gli altri valori, si ricava che lapressione di assorbimento, quella che spinge le sostanze nelle vene, è di 15 mmHg. Infatti(PO+LEC)-PI che corrisponde a (25+5)-15 e risulta appunto una pressione di 15 mmHg.Nella parte venosa rientrano solo 16-18 litri di sostanza, i litri rimanenti, che non possonoristagnare nei tessuti (edema), rientrano attraverso i capillari linfatici con una pressione di16 mmHg, visto che la pressione arteriosa PI è 12 mmHg, mentre quella osmotica è 1mmHg (LEC è sempre 5 mmHg).E’ questo il gioco di pressione tra la porzione arteriosa e quella venosa che fa uscire ilsangue da una parte e lo fa rientrare dall’altra.
  11. 11. Trasporto di Ossigeno: assicura gli scambi gassosi… Riporta il Catabolismo Scambio Gassoso respiratorio (CO2) Trasporta ossigeno dai polmoni fino all’interstizio
  12. 12. Scambio Termico: nei processi metabolici si creauna certa quantità di calore…tuttavia essendol’uomo omeotermico deve riuscire a mantenereuna T° Costante.Se il Sangue è deputato a mantenere unaomeostasi termica, come fa a smaltire calore?Il plasma ha un alto coeff. Di captazione e quindidi smaltimento del calore: lo porta dal centroalla periferia e poi ci saranno dei meccanismi diregolazione (es. sudorazione) che interverrannoper eliminare il calore in eccesso!!!
  13. 13. Questo è un altro parametro che intervienenella regolazione osmotica del nostroorganismo. Avete mai pensato a comel’emoglobina si lega all’ossigeno?Tra i vari parametri da tener conto c’è la T ( piùfresca nel polmone che nell’interstizio) e il PH(meno acido nell’interstizio, si ha unafacilitazione all’associazione dell’ossigeno);Nei tessuti è il contrario la T è molto alta e il PH èelevato… perciò avremo una liberazione di O2.
  14. 14. La pressione Osmotica è un continuo «riarrangiare» delle diverse concentrazioni dialcune sostanze (Sali, minerali, proteine ecc.) tra i diversi comparti. Il Sangue mantiene una omeostasi osmotica,perché il sangue scambia a livello dell’interstizio, quindi riesce a bilanciare le diverse Concentrazioni
  15. 15. Se si taglia un vaso il sangue è in grado dirichiudere la lacerazione in modo da fermare lafuoriuscita di sangue attraverso il sistema della coagulazione.
  16. 16. Attraverso le cellule ( Leucociti) e attraverso gli anticorpi ( che come vedremo fanno parte delle proteine plasmatiche) il sangue interviene direttamente nel meccanismo di difesa dell’organismo!!! Se un individuo sano si contagia con un agente estraneo immediatamente il sistema immunitario si mette in azione e debella l’infezione. Meccanismi di Difesa Cellulari : Dipendono dai GL.Bianchi Umorali : Dipendono dagli AnticorpiCuriosità…
  17. 17. • La difesa a lungo termine è un problema di leucociti, che si immunizzano contro un agente patogeno e mantengono una memoria leucocitaria; quando l’individuo viene nuovamente a contatto con quell’agente infettante l’organismo è già pronto ad agire!!• L’individuo è già immunizzato, cioè mantiene nel suo organismo alcuni di questi leucociti, che sono già pronti a rispondere all’agente : immunità a lungo termine.
  18. 18. • Volemia: Quantità di Sangue presente nell’organismo; Le variazioni sul volume sanguigno hanno un impatto sul circolo, cioè sulla capacità del sangue di perfondere tutti i tessuti dell’organismo.• Valore Ematocrito. L’ematocrito rappresenta la parte corpuscolata in percentuale del Sangue. Ovviamente per ematocrito si intende generalmente la parte corpuscolata Eritrocita considerando insignificante la quantità di piastrine e GL.Bianchi; Esso è importante perché non ci dice solo la quantità ma anche la funzionalità delle stesse cellule!!!
  19. 19. Sembra che la natura sia in grado di darcisolo malattie piuttosto brevi. La medicina ha inventato larte di prolungarle…

×