O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Superbonus #9: esempio pratico di calcolo del compenso professionale

3.338 visualizações

Publicada em

Slide sul Superbonus al 110%: la detrazione fiscale in edilizia, introdotta dalla Legge Rilancio, dedicata alla riqualificazione energetica e sismica degli edifici

Publicada em: Imóveis
  • Seja o primeiro a comentar

  • Seja a primeira pessoa a gostar disto

Superbonus #9: esempio pratico di calcolo del compenso professionale

  1. 1. Episodio 9 ESEMPIO CALCOLO COMPENSI PROFESSIONALI 8 ottobre 2020 Nicola Furcolo Chiara Roberto 1
  2. 2. COMPENSI Come si calcola il corrispettivo professionale per incarichi Superbonus 110 PARCELLE PROFESSIONALI DM REQUISITI ECOBONUS (MISE 6 AGOSTO 2020) Allegato A – 13 Limiti delle agevolazioni 13.1 Lettera c) sono ammessi alla detrazione del 110% gli oneri per: • prestazioni professionali connesse alla realizzazione degli interventi • redazione dell’attestato di prestazione energetica APE • asseverazioni secondo i valori massimi di cui al decreto del Ministro della giustizia 17 giugno 2016 contenente tabelle dei corrispettivi commisurati al livello qualitativo delle prestazioni di progettazione. ? IN PRATICA: i compensi si calcolano secondo le regole dei lavori pubblici! 2
  3. 3. Cos’è il decreto del Ministro della giustizia 17 giugno 2016 PARECELLE PROFESSIONALI Il Codice appalti (decreto legislativo 50/2016) pubblicato ad aprile 2016 demandava il Ministero della Giustizia di pubblicare un decreto che approvasse le tabelle dei corrispettivi commisurati con i 3 livelli di progettazione (successivi approfondimenti tecnici) definiti dallo stesso Codice all’articolo 23: 1. progetto di fattibilità tecnica ed economica 2. progetto definitivo 3. progetto esecutivo Il Ministero della Giustizia pubblica a giugno 2016 il DM 17 giugno 2016 che riprende il famoso DECRETO PARAMETRI BIS DM 143/2013. ? 3 COMPENSI
  4. 4. PARCELLE PROFESSIONALI Perché il calcolo del corrispettivo (da porre a base di gara) si calcola partendo da parametri. CORRISPETTIVO = COMPENSO + SPESE + ONERI ACCESSORI Il compenso è determinato in funzione delle prestazioni professionali relative ai diversi livelli di approfondimento tecnico e si basa su i seguenti parametri generali: 1. parametro «V»: valore delle singole categorie componenti l’opera; 2. parametro «G»: complessità della prestazione; 3. parametro «Q»: specificità della prestazione; 4. parametro base «P»: si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera. Perché Decreto PARAMETRI ? 4 COMPENSI Perché Decreto PARAMETRI ?Perché Decreto PARAMETRI ?
  5. 5. PARCELLE PROFESSIONALI COMPENSO = ∑ (V×G×Q×P) 1. parametro «V»: valore delle singole categorie componenti l’opera; 2. parametro «G»: complessità della prestazione; 3. parametro «Q»: specificità della prestazione; 4. parametro base «P»: si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera. ove P = 0,03 + 10/V0,4 Come si calcola il compenso ? 5 COMPENSI
  6. 6. PARCELLE PROFESSIONALI seguenti attività:  progettazione (di fattibilità tecnica ed economica, definitiva ed esecutiva)  coordinamento della sicurezza (in fase di progettazione e in fase di esecuzione)  direzione dei lavori  collaudo  incarichi di supporto tecnico-amministrativo al Rup e al Dirigente Quali sono le attività professionali ? 6 COMPENSI
  7. 7. TAVOLAZ-1“CATEGORIEDELLEOPERE PARAMETRODELGRADODICOMPLESSITA’ DM 17 giugno 2016 TAVOLA Z-1 “CATEGORIE DELLE OPERE - PARAMETRO DEL GRADO DI COMPLESSITA’ - CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI E CORRISPONDENZE” 7
  8. 8. TAVOLAZ-1“CATEGORIEDELLEOPERE PARAMETRODELGRADODICOMPLESSITA’ 8
  9. 9. TAVOLAZ-1“CATEGORIEDELLEOPERE PARAMETRODELGRADODICOMPLESSITA’ 9
  10. 10. TAVOLAZ-1“CATEGORIEDELLEOPERE PARAMETRODELGRADODICOMPLESSITA’ 10
  11. 11. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” DM 17 giugno 2016 TAVOLA Z-2 “PRESTAZIONI E PARAMETRI (Q) DI INCIDENZA” 11
  12. 12. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” 12
  13. 13. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” 13
  14. 14. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” 14
  15. 15. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” 15
  16. 16. INTERVENTISUEDIFICIOUNIFAMILIARE Esempio pratico 16
  17. 17. INTERVENTISUEDIFICIOUNIFAMILIARE SISMABONUS ECOBONUS FOTOVOLTAICO 17
  18. 18. INTERVENTIEDILI In analogia a quanto effettuato dal CNI nel documento “Ecobonus e sismabonus: aspetti normativi, tecnici ed economici dopo la legge di conversione del DL rilancio”, al fine di legare il compenso professionale allo sviluppo delle prestazioni previste e dei soggetti che possono eseguire le stesse, si individuano 3 fasi professionali: • verifica dell’esistente • progettazione e direzione lavori • collaudo Considerando i seguenti interventi: 1. Interventi riduzione del rischio sismico (sismabonus) 2. Interventi efficientamento energetico (ecobonus) 3. Impianto fotovoltaico CALCOLO CORRISPETTIVI INTERVENTO DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA /riduzione rischio sismico /efficientamento energetico / impianto fotovoltaico 18
  19. 19. VALORI DETERMINAZIONE DEI VALORI Prezzario: Tipologie Edilizie DEI ESISTENTE V (esistente) = 200.000 € NUOVO Importi da computo metrico /riduzione rischio sismico: 17.500 € /efficientamento energetico: 91.000 € /impianto fotovoltaico: 20.000€ 19
  20. 20. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Strutture Destinazione funzionale: Strutture, opere infrastrutturali puntuali Strutture in c.a. - Id Opere S.03 -> G = 0,95 PRESTAZIONE «VERIFICA DI VULNERABILITÀ SISMICA» (valore delle opere STRUTTURE ESISTENTI) TABELLA Z2 • Prestazioni dalla fase preliminare: QbI.06, QbI.09 (Relazione geotecnica, Relazione sismica e sulle strutture) • Prestazioni dalla fase definitiva: QbII.09,12,14,15,16 (Relazione geotecnica, Relazione sismica e sulle strutture, Analisi storico critica e relazione sulle strutture esistenti, Relazione sulle indagini dei materiali e delle strutture per edifici esistenti, Verifica sismica delle strutture esistenti e individuazione delle carenze strutturali) INTERVENTI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO (SISMABONUS) 20
  21. 21. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Strutture Destinazione funzionale: Strutture, opere infrastrutturali puntuali Strutture in c.a - Id Opere S.03 -> G = 0,95 PRESTAZIONI «MIGLIORAMENTO SISMICO» (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • Prestazioni dalla fase preliminare: QbI.01,02,16 (Relazioni planimetrie elaborati grafici, Calcolo sommario spesa, Prime indicazioni su PSC) • Prestazioni dalla fase definitiva: QbII.01,03,05,12,23 (Relazioni generali e tecniche, elaborati…, Disciplinare descrittivo e prestazione, EP, computo metrico estimativo e quadro economico, aggiornamento indicazioni PSC…) • Prestazioni dalla fase esecutiva: QbIII.01,02,03,04,05,07 (Relazione generale…, Particolari costruttivi, Computo metrico QE EP ecc., Schema di contratto.., Piano di manutenzione, PSC) INTERVENTI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO (SISMABONUS) 21
  22. 22. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Strutture Destinazione funzionale: Strutture, opere infrastrutturali puntuali Strutture in c.a - Id Opere S.03 -> G = 0,95 DIREZIONE LAVORI (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • Prestazioni dalla direzione lavori: QcI.01,02,09,11,12 (Direzione lavori assistenza al collaudo e prove di accettazione, Liquidazione…, Contabilità dei lavori a misur, Certificato di regolare esecuzione, coordinamento della sicurezza in esecuzione) INTERVENTI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO (SISMABONUS) 22
  23. 23. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Strutture Destinazione funzionale: Strutture, opere infrastrutturali puntuali Strutture in c.a - Id Opere S.03 -> G = 0,95 COLLAUDO LAVORI (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • Verifiche e collaudi: QdI.03 (Collaudo statico cap. 9 NTC 2018) INTERVENTI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO (SISMABONUS) 23
  24. 24. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Edilizia Destinazione funzionale: Residenza Edilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere E.06 -> G = 0,95 PRESTAZIONE «DIAGNOSI ENERGETICA EDIFICIO ESISTENTE» (valore delle opere ESISTENTI) TABELLA Z2 • PROGETTAZIONE DEFINITIVA: QbII.22 (Diagnosi energetica ex legge 10/91) INTERVENTI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (ECOBONUS) 24
  25. 25. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Edilizia Destinazione funzionale: Residenza Edilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere E.06 -> G = 0,95 PRESTAZIONE «PROGETTO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO» (valore delle opere NUOVE) TABELLA Z2 • PROGETTAZIONE FASE PRELIMINARE: QbI.01,02,16 (Relazioni, planimetrie e grafici – Calcolo sommario di spesa QE – Prime indicazioni PSC…) • PROGETTAZIONE FASE DEFINITIVA: QbII.01,03,05,21,23 (Relazioni - disciplinare descrittivo e prestazionale – EP CME QE – Relazione legge 10 – aggiornamento PSC) • PROGETTAZIONE FASE ESECUTIVA: QbIII.01,02,03,04,05,07 (Relazioni - particolari costruttivi, disciplinare descrittivo e prestazionale – EP CME QE – Schema contratto, Capitolato e Cronoprogramma – Piano di manutenzione - PSC) INTERVENTI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (ECOBONUS) 25
  26. 26. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Edilizia Destinazione funzionaleEdilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere E.06 -> G = 0,95 DIREZIONE LAVORI (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • Prestazioni dalla direzione lavori: QcI.01,02,09,11,12 (Direzione lavori assistenza al collaudo e prove di accettazione, Liquidazione…, Contabilità dei lavori a misura, Certificato di regolare esecuzione, coordinamento della sicurezza in esecuzione) INTERVENTI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (ECOBONUS) 26
  27. 27. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: IMPIANTO Destinazione funzionale: Edilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere IA.03 -> G = 1,15 PROGETTO IMPIANTO (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • PROGETTAZIONE PRELIMINARE: QbI.01 (Relazioni, planimetrie, grafici) • PROGETTAZIONE DEFINITIVA: QbII.01,05,21 (Relazioni, EP computo QE, Relazione energetica) • PROGETTAZIONE ESECUTIVA: QbIII.02,07 (Particolari costruttivi, PSC) INTERVENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO 27
  28. 28. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: IMPIANTO Destinazione funzionale: Edilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere IA.03 -> G = 1,15 DIREZIONE LAVORI (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • ESECUTIVO: QcI.01,02,09,11 (Direzione lavori assistenza al collaudo e prove di accettazione, Liquidazione…, Contabilità dei lavori a misura, Certificato di regolare esecuzione, coordinamento della sicurezza in esecuzione) INTERVENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO 28
  29. 29. INTERVENTIEDILI 29 https://www.acca.it/software-parcelle-architetti-geometri-ingegneri ESEMPIO con software Compensus-FULL
  30. 30. FINE Alla prossima STAGIONE! Nicola Furcolo 30

×