O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Infra bg cortinovisverzeri 20150704 rid_sel

421 visualizações

Publicada em

ESERCITAZIONE STORICO-URBANA IN E FRA LA CITTÀ DI BERGAMO

Publicada em: Imóveis
  • Seja o primeiro a comentar

  • Seja a primeira pessoa a gostar disto

Infra bg cortinovisverzeri 20150704 rid_sel

  1. 1. 2015-07-07 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 1 infraBG ESERCITAZIONE STORICO-URBANA IN E FRA LA CITTÀ DI BERGAMO Bozza aggiornamento 20150704 Antonio Cortinovis architetto 036392243 cortinovis_879@yahoo.it Alfredo Verzeri architetto 035516437 info@alfredoverzeri.it
  2. 2. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 2 arch. Antonio Cortinovis 036392243 cortinovis_879@yahoo.it arch. Alfredo Verzeri 035516437 info@alfredoverzeri.it ESERCITAZIONE STORICO- URBANA IN e FRA la CITTÀ di BERGAMO Bozza agg. 20150704
  3. 3. Creative Commons per infraBG infraBG di Alfredo Verzeri è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Based on a work at www.alfredoverzeri.it. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso www.alfredoverzeri.it. Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/. cbna Attribution-NonCommercial-ShareAlike C 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 3
  4. 4. A Bergamo. Torquato Tasso Terra che ’l Serio bagna e ’l Brembo inonda, che monti e valli mostri a l’una mano ed a l’altra il tuo verde e largo piano, or ampia ed or sublime ed or profonda; perch’io cercassi pur di sponda in sponda Nilo, Istro, Gange o s’altro è piú lontano, o mar da terren chiuso o l’oceano, che d’ogni intorno lui cinge e circonda, riveder non potrei parte piú cara e gradita di te, da cui mi venne in riva al gran Tirren famoso padre, che fra l’arme cantò rime leggiadre; benché la fama tua pur si rischiara e Si dispiega al ciel con altre penne. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 8
  5. 5. A Bergamo per Bergamo 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 9 È presumibile che il Serio, a cui l’ospite, seppure in poche occasioni in casa a Famiglia Tassis, si riferisse alle diramazioni delle acque in rogge e canali, che sia nei pressi della residenza in Bergamo, borgo S. Antonio e Pignolo, quanto nella casa di Zanica, conformavano il paesaggio oltre che la struttura insediativa urbana e produttiva di quell’epoca. Che il fiume Serio si considerato diverso dal Brembo, potrebbe non essere per la diversità di carattere - torrentizio e problematico per entrambi - ma perché cavandovene acque con opere idrauliche importanti, portava il suo vitale flusso alle terre e alle manifatture del territorio bergamasco, al punto tale da renderne tale condizione un elemento caratterizzante, ispiratore e paragonabile alla «acquaticità» del poeta di sangue orobico, seppure trasferitosi a Sorrento. Diverso sarebbe che Bergamo venisse trattata con quella sua rilettura del territorio definito per acque più che per pietre o terre.
  6. 6. Le circostanze per ri-pensarci Diverse e reiterate sono le opportunità per affrontare e seguire i temi della città, ascoltare, riflettere e confrontarsi è un esercizio di continuità, poco importa se si ripercorrono istanze precedenti, o processi abbandonati, se l’occasione sia pertinente o marcata in forma convertita: conta cogliere lo stimolo e ri-provarci per contribuire come atto di presenza e disponibilità fondata sulla consapevolezza di fornire proposte e riflessioni adeguate ma sincere anche se criticabili. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 10
  7. 7. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 11
  8. 8. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 12
  9. 9. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 13
  10. 10. Conoscere/Constatare È un dualismo da praticare congiuntamente, che va alimentato disponendosi a riesaminare le progressive acquisizioni frutto di esperienze proprie ed altrui, e condivise. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 14
  11. 11. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 15 WP_20150408_19_19_07_Pro_Bergamo centro Traffico Sentierone Matteotti_cut.mp4
  12. 12. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 16 WP_20150408_002_Bergamo centro Traffico Porta Nuova_cut.mp4
  13. 13. Prime note Sequenza di appunti e primi confronti di valutazione d’interesse sul tema di confronto di un’ipotesi, fra le tante possibili. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 17
  14. 14. • Bg public space note alfredoverzeri • Rilievi 1 focus group 20150307 Revisione 20150702 • Il sistema acque non va considerate qualesolo segno memoriale poichè oltre che costitutivo può tornare caratterizzante, peculiare e riproformativo dell'assetto sia locale che generale. La placiviltá del ritmo e della massenza di questo scorrere primigenio é la qualificazione più prossima alle dimensioni naturale dell'umanità,e, della civiltà dei rapporti e relazioni che fluiscono nel tempo e negli spazi, come per secoli é avvenuto per Bergamo città, borghi e provincia nelle varie dislocazioni. L'apporto energetico e di trasporto delle vie d'acqua storiche sono il fondamento delle civitas quali Bergamo che hanno saputo mutare le proprie condizioni orogenetiche introducendo un elemento complementare e determinante come i canali d'acqua, ed in ciò si accomuna ai saperi e alle civiltà di memoria biblica. Tale valore non a caso é analogo obbiettivo e mira lungimirante della riscoperta dei navigli milanesi, per la cui storicità le rogge bergamasche non hanno nulla da invidiare, se non l'assenza nel dibattito urbanistico di un loro interesse strategico per la rigenerazione urbana: In tal direzione, pur comprendendo i limiti della contingenza (ma forse proprio per questo é il caso di mirare più in prospettiva) occorre riconoscerne la primarietá costituente il Sistema, e che solo da qui può riqualificarsi propriamente, sia come moderatore edificatorio naturale sia come compagno di contesto sociale, storico e culturale, oltre che straordinario paradigma ambientale per la città. Il confronto con i temi qualificanti di una prospettiva urbanistica a medio lungo termine non possono limitarsi ad una fase pur significativa (e stravolgente) dell’adattamento di una parte del centro cittadino che peraltro non era commisurata coi livelli di funzioni e traffico successivamente incrementati e problematici. Accanto alle rivisitazioni puntuali occorrerebbe una strategia complessiva con cui misurarsi, perciò ad esempio, una piazza entro un reticolo trafficato ne verrà sempre da tale condizione predeterminata, nuova o rifunzionalizzata che si voglia. Ogni primo obbiettivo urbano é quello della gestione della viabilità, ovvero la distinzione almeno elementare di traffico da scorrimento da quello di accesso, carrale e pedonale, singolo e collettivo, ed é questo un elemento con cui misurarsi. Fiera nuova, centro piacentiniano o meno (in fondo rispondeva ad una richiesta di corollario d'arredo urbano rispetto ad un assetto viabilistico e trasferimenti funzionali definiti dall'ente banditore del concorso secondo un complessivo riordinamento cittadino, simile a ciò con cui oggi è richiesto di misurarsi con medesima prospettiva di rilievo internazionale) rappresentano il tassello cruciale dell'impianto moderno del capoluogo. Tale sito, vivendolo sul posto ci si rende conto come il termine di paragone rende l'aspetto architettonico (se malamente inteso solo in relazione complementare ed estetica) é condizionato nella sua fruizione da rumore, barriera veicolare e scansioni temporali determinate dal traffico automobilistico. Non avere l'ardire di misurarsi oggi con le potenzialità disponibili al cospetto di opere epocali come il Fossatum Pergami, ridenominatosi Roggia Serio, le cinte murarie conseguenti, la fiera e poi il cosiddetto centro piacentiniano rischia di derogare le problematiche aggravandone o intralciando le soluzioni radicali. Sarà un azzardo, ma anche una cittadina di provincia può misurarsi con condotto sotterraneo che restituisca la presenza del canale storico d'acqua e sopratutto le funzioni a quota pedonale per come si determinò, ovvero con un sistema veicolare ciclabile, umano o animale che fosse. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 182015-07-15
  15. 15. Cari lettori, trattasi una bozza di sottopasso viabilistico del centro di Bergamo bassa che in occasione della partecipazione a BG Public Space del Comune di Bergamo si è “buttata giù” dopo che qualche riflessione e la visita terra-terra o meglio pavimento-asfalto nel cosiddetto Centro Piacentiniano. Ciò ha indotto a pensare sul generale anzichè nel particolare circa questo pseudo centro che si potrebbe abbellire con interventi di “firma nobile”, ma dominato dal traffico come non era, da Piacentini e/o altri, previsto funzionasse nella sua progressiva conformazione a favore (oltre che del lustro dei progettisti) e degno della vitalità cittadina di tutti i giorni, nonchè della loro capacità di riorganizzare i propri luoghi (compreso l’avvalersi di competenze extracittadine). Certo che liberare definitivamente dal traffico, senza escluderne la funzione e la sua potenzialità attrattiva e reddituale, per ricostituire (o ricucire come un bypass) o rinnovare le relazioni fra spazio e tempo “infraBG” (recuperando anche la matrice storica di elementi determinanti la forma e la funzione urbana quali le Rogge, le muraine, gli spazi aperti ecc.) resta l’obbiettivo di prospettiva strategica, mentre il come è la sfida che in questa esercitazione si gradirebbe confrontare, così di primo acchito riservandosi altre considerazioni e minimi riferimenti che si vanno raccogliendo, ma che come sapete potrebbero senza aperto confronto essere autogiustificative e probabilmente inutili dato la vacuità della proposta. Ranica, bozza 20140408 Revisione 20150702 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 192015-07-15
  16. 16. Altre note 20150409-1 Revisione 20150702 In tale prima (e pure ultima…) fase interessa di più sapere se buttata lì la cosa senza impazzire più di tanto, ci sia qualcuno che eventualmente ne segua i riflessi ed eventuali approfondimenti, sui temi (storico, urbanistico, fattibilità, socio economico, ecc.) o sulle eventuali alternative oltre che sulla proposta in sé. Sul prolungare qui o là certo che si può, come si nota delle lettere «Aperture- Svincoli-Rogge-Imbocchi-ecc. per segnalare i vari elementi da particolareggiare (cosa solo di metodo, mica si intende farlo salvo l’esempio che come tema riguarda lo svincolo dei giardino del palazzo provinciale dove vi è possibilità di rivalorizzare Roggia Serio e Muraine): si è iniziato dal nodo/tratto fra Porta Nuova e Sentierone e poi proseguendo sempre cercando di lasciare ai vari svincoli una penetrazione sempre a raso e per i mezzi pubblici, parcheggi e ZTL; comunque servirebbero valutazioni complessive ed opzionali fra effetti principali e secondari, fra finanziabilità e compartecipazione privata e lotti in sequenza. Appena mettiamo su la mega società di ingegneria la si fà elaborare ai sottoposti megaqualificati, nel frattempo ecco colto della pappardella in elaborazione colma di problemi di limatura per ridurla a una pragmatica prima semplificazione. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 202015-07-15
  17. 17. Altre note 20150409-2 Revisione 20150702 La formazione del centro ex fiera seguiva, seppure nell’anelito di accellerazione e incremento del transito meccanizzato, il criterio dell’incontro conciliante e transitivo che per secoli furono gli incroci viari, I quali non a caso hanno conformato le piazza italiane. In seguito sia per numero sia per espansione del sistema e del convogliamento di flussi non direttamente interessati a giungere in quel dato sito, ma costretti a passarci, nonchè la mutazione funzionale del mezzo meccanico singolo o collettivo, personale o commerciale ne mutarono i requisiti delle componenti (spazio, architetture, mezzi, fruitori) trasformando un luogo d’incontro in un luogo di distinzione, quindi polarizzando diversamente i connotati costitutivi di piazza con slargo come quelli d’incrocio con attraversamento. Vieppiù emblematica risulta così la piazza che voleva intercettare il viale ferdinandeo d’accesso principale alla città proprio in virtù di quella prerogativa originaria, divenendone allopposto oggi la sua maggior negazione. Riconsiderare il centro novecentesco e le sue eventuali rielaborazioni solo per singoli elementi o tematiche fornirebbe tentativi marginali o a latere senza incidere sul vero obbiettivo, col rischio di rivelarsi solo una nominalistica rigenerazione, e peggio precludere migliori e complessivi interventi. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 212015-07-15
  18. 18. Altre note 20150409-3 Revisione 20150702 Nessuna edificazione dell’ultimo secolo deve o ha qualcosa da ricevere a fronte del guadagno immobiliare sovvenuto dallo sviluppo della matrice di addensamento del centro fra gli antichi borghi, ma tutti devono qualcosa per recuperare e rivalorizzare l’intero sistema, e con ciò si necessita d’opportuni criteri di perequazione e risarcimento in vista di un procedimento dello sviluppo rigenerativo complessivo, ovviamente escluso per i sedimenti storici precedenti che hanno pagato già nell’ultima fase urbana il prezzo delle svalorizzazioni competitive che il giusto criterio di tutela diffuso (fatte salve le debite eccezioni per vari interventi incongrui nei borghi o nei siti sensibili) è riuscito a mantenere. Oggi non è praticabile pensare quanto scelte e investimenti decisivi per lo sviluppo delle infrastrutture territoriali non attengano alla diretta partecipazione della Res pubblica vigente, pertanto senza un’adesione fattiva e convinta dei promotori e beneficiari sia pubblici sia privati si possa dar corso a questa od analoghe operazioni. Infatti le stesse linee di finanziamento comunitarie ne richiedono l’implementazione. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 222015-07-15
  19. 19. Ritorno al Futuro (passato….) Emblematicamente sono ricorrenti le news dei vari media locali come ad esempio quello di ecodibergamo.it che riproponeva per un verso con le antiche foto di Storylab fra cui quella del tram a cavalli al Sentierone in “Contrada di Prato”, con il flusso di pedoni ai propilei di Porta Nuova, contro per l’altro verso l’annuncio Comunale per una delle ‘straordinarie’ (sic, a solo scopo ludico peraltro, come lamentato non a caso dai commentatori) ‘mezze giornate’ di pedonalizzazione domenicale del medesimo luogo tramite il ripiego dello sbarramento al traffico. Roba da ritorno al futuro. Analogamente i reiterati temi e sollecitazioni dei lettori di bergamonews.it si confrontano fra l’aspirazione alla pedonalizzazione completa e continua e la pragmatica e necessaria accessibilità diretta ai mezzi privati liberi portatori di risorse. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 23
  20. 20. Domenica centro pedonalizzato Molti eventi e auto sconsigliate - Cronaca Bergamo 1Domenica centro pedonalizzato Molti eventi e auto sconsigliate - Cronaca Bergamo 2 Ritorno al Futuro (passato….) 1 Domenica centro pedonalizzato Molti eventi e auto sconsigliate - Cronaca Bergamo 3 Commenti 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 24
  21. 21. Ritorno al Futuro (passato….) 1 Vox populi ……… h. w. scrive: 11-04-2015 - 13:28h mi chiedo solo se la festa di primavera consisterà nelle solite bancarelle che vendono le solite cose e che sono sul Sentierone ogni 15 giorni...sembra che il comune tenga moltissimo a queste genere di vendite...in compenso il mercatino dell'antiquariato di città alta è relegato in luoghi improbabili per delle bancarelle, è diventa sempre più triste e squallido... Seriate e Costa di Mezzate, per citare due esempi, danno più spazio e visibilità ai loro mercatini dell'antiquariato mentre Bergamo sembra detestarlo. a. b. scrive: 11-04-2015 - 07:17h Ottimo sistema per accorciare la vita di BERGAMO come città, diventerà il borgo rurale prima dell'arrivo dei veneziani 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 25
  22. 22. Domenica senza auto in centro E senza pullman per Città Alta - Cronaca Bergamo 1 Ritorno al Futuro (passato….) 2 Storylab Bergamo Tram A Cavalli In Contrada I Prato Ecodibergamo 20150410 richiamo storylab foto antiche traffico piazza Sant' Anna e porta Nuova tram Cavalli Domenica senza auto in centro E senza pullman per Città Alta - Cronaca Bergamo 2 Commenti 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 26
  23. 23. Ritorno al Futuro (passato….) 2 Vox populi ……… P. F. scrive: 10-04-2015 - 05:42h @C.: ...lo so, infatti ero ironico (come da faccina) , e vedo sotto che hanno già anticipato la mia previsione :) O. Z. scrive: 09-04-2015 - 20:53h Amministrazione "strabica". Vorrebbe incentivare la "chiusura" della Città senza incentivi. Perchè, in concomitanza di tali "chiusure" non spronare i cittadini e le famiglie all'uso del mezzo pubblico con biglietto di andata/ritorno di validità giornaliera al costo della sola andata? Proposta già inoltrata ma inascoltata. S decide ed impone, sull'onda di una vivibilità parlata ma non praticata nè resa praticabile. Semplice vernissage. O. Z., A. di c.i"M.". m. c. scrive: 09-04-2015 - 20:08h Paolo non si può' far contenti tutti!! P. F. scrive: 09-04-2015 - 18:41h Poi lunedì, ci sarà qualche lettera di un lamentone....Se chiudono il centro per qualche manifestazione, insorgeranno gli automobilisti indignati, se lo lasciano aperto per assenza di eventi, i festaioli depressi, se lasciano aperto e organizzano eventi, la medesima persona si lamenterà del troppo traffico per arrivare sul sentierone e il troppo casino nel circolare e godersi gli eventi :) 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 27
  24. 24. Ritorno al Futuro (passato….) 3 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 28
  25. 25. Ritorno al Futuro (passato….) 3.1 Vox populi ……… Commenti Ztl natalizia in centro S. M.: Lun, 15/12/2014 - 23:42 La collaborazione dei commercianti è benvenuta. A patto che siano disponibili a rafforzare e non a indebolire il progetto, a instillare la cultura del godimento pedonale del centro e non a favorire ulteriormente lo strapotere delle auto. Non siamo disponibili a passi indietro, abbiamo già perso troppo tempo con T. e la L.. G.: Lun, 15/12/2014 - 23:03 G. sta facendo incredibilmente un danno dietro l'altro, basta a pagare poi il conto come sempre sono i cittadini! d.: Lun, 15/12/2014 - 16:26 Ha fatto BENISSIMO. Solite lamentele strumentali. Quando piove comunque la gente va SOLO nei centri commerciali. C.: Lun, 15/12/2014 - 14:12 fantasmaG.co sindaco !! chiude il centro nelle due settimane prenetalizie ... un genio del marketing !! A.Z. BG: Lun, 15/12/2014 - 13:51 Questa amministrazione vuole una città deserta, non vuole che i Bergamaschi siano padroni della propria città, in modo da lasciarla in mano ai loro amici extracomunitari,spacciatori,centri sociali, zingari e quant'altro.Una volta capito questo si comprende il perché di chiusure varie,da città alta alla bassa,di eliminazione di parcgeggi(piazza Mascheroni ad es.),di costruzioni di inutili piste ciclabili togli pardheggi,ecc.Il centro città si svuota e si va per qualunque cosa fuori Bergamo. Gi.: Lun, 15/12/2014 - 18:37 fantastico, c'è in giro un estimatore di piazze storiche adibite a parcheggio! oltre che dispensatore di ridicoli luoghi comuni A. b.: Lun, 15/12/2014 - 13:31 Giusto, quindi chiudiamo il centro totalmente. E' provato che la gente ama passeggiare dove non ci sono auto E' semplice Anche in città alta togliamo più auto possibili nella cittadella per esempio Sarebbe bellissima vuota! Bisogna favorire chi va a piedi o in bicicletta Ma come è possibile che sulla funicolare non si possa portare ne la bici ne il cane?? C. P.: Lun, 15/12/2014 - 16:37 Pianamente d'accordo con te.Nonostante il tempaccio, dopo tanto tempo ho potuto assaporare la mia città svuotata dalle auto. Ma è mai possibile che non si voglia copiare e capire quello che le città europee hanno adottato ormai 30 anni orsono? Commercianti? non dico nulla su di loro, altrimenti codesta redazione non mi pubblica il commento. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 29
  26. 26. Ritorno al Futuro (passato….) 3.2 Vox populi ………Commenti Da febbraio centro senza auto una volta al mese R. B.: Mer, 14/01/2015 - 16:41 chiusura di tutto il centro ! diminuzione dei servizi pubblici ! spostare le stazioni fuori dal centro così si crea lavoro con opere pubbliche ! biciclette vietate perchè troppo pericolose e chiusura di tutti gli esercizi alle venti ! ecco la città a misura di pedone! il mio sogno !!1 D.: Mer, 14/01/2015 - 20:27 A me sembra un progetto apocalittico.. ah beh: Mer, 14/01/2015 - 16:54 sei in pensione? Mica tutti si possono permettere questi tempi e ritmi... g.: Mer, 14/01/2015 - 15:43 dai commenti vedo che alcune persone non hanno ancora capito che senza auto la gente (purtroppo) non si sposta, visto che il servizio pubblico è pessimo. quindi chiudendo il traffico in centro di certo il flusso di persone non aumenterà si certo: Mer, 14/01/2015 - 16:21 mi sa che è lei che deve fare qualche riflessione. In città alta le macchine non ci sono. Ci è mai passato nelle giornate di sole, alla domenica? ... s.i: Mer, 14/01/2015 - 14:35 Speriamo cosi' ilcosto delle case schizza in alto e noi in centro senza smog e senza traffico che meraviglia!!! e fuopri dal centro smog traffico fantastico !!! G.: Mer, 14/01/2015 - 10:33 Ecco come uccidere definitivamente il commercio in città. Abbiamo un sindaco davvero brillante..... Gin.: Mer, 14/01/2015 - 19:02 C'è un'enormità di città dove la zona dello shopping e delle attività di ristorazione è lungo una via esclusivamente pedonale ! D.: Mer, 14/01/2015 - 13:20 Quindi secondo lei per sostenere il commercio è necessario far sì che tutti i potenziali acquirenti si possano muovere in auto fino in centro città? Ho un'idea. Per incentivare le vendite perché non apriamo la circolazione al Sentierone, Via XX e Piazza Pontida? ok: Mer, 14/01/2015 - 14:17 e l'accesso ai locali da ristorazione, bar ect...sempre con mezzi motorizzati... =) D.: Mer, 14/01/2015 - 15:33 Il fatto che i fast-food drive in stiano prendendo piede nella nostra provincia mi inquieta non poco... a breve verranno messe a disposizione dei cittadini sedie a rotelle elettriche per trasportarli in giro per le vie dello shopping. t.: Mar, 13/01/2015 - 22:20 chiudetela sempre, non solo alla domenica !!!! E.: Mar, 13/01/2015 - 21:58 Giá abbiamo il centro piú morto di tutte le cittá della Lombardia, chiudiamolo anche alle macchine cosí siamo a posto p.: Mer, 14/01/2015 - 08:47 ehm... forse senza macchine diventa più vivile. il livello di vitalità non si misura con il traffico e lo smog. A.: Mer, 14/01/2015 - 10:58 sono concorde con te, ma la gente non imparerà mai che facendo 2 passi lasciando l'auto distante serve a migliorare la vita e non a peggiorarla. w.: Mer, 14/01/2015 - 08:37 Le sembra che nei centri commerciali girino macchine o motociclette?... d. : Mar, 13/01/2015 - 21:43 ottimo! direzione da seguire e perseverare incrementando, grazie j.: Mar, 13/01/2015 - 21:39 OOOOOOoooohhHHHH! Addirittura una volta al mese???? Ma va là, tirate fuori un po' di coraggio e chiudi il centro una volta per tutte! 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 30
  27. 27. Recupero memoriale La suggestione dei luoghi è tale perché incarna tempi e presenze multidimensionali, in questo è indipendente assumere un punto di partenza od una direzione poiché il flusso del tempo scorre e si lascia scorrere a partire da qualsiasi punto di imbarco/approdo. Poi serve anche metodo per sapersi rapportare con tale condizione di ricerca e coinvolgimento. Quindi recupero memoriale inteso come facoltà ri-cognitiva, ovvero capacità discente nel sapersi collocare fra passato e futuro. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 31
  28. 28. Storylab, Anni ’50,Il Comune Invita a transitare sulle Zebre Storylab, Bancarella Fuori Porta Nuova, fine ‘800 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 32
  29. 29. Storylab, Bergamo Tram Elettrico Porta Nuova, inizi XX Sec. Storylab, Bergamo Centro, 1946 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 33
  30. 30. Storylab, Bergamo, Piazza Dante, fontana Storylab, Bergamo piazza libertà, Viale Vittorio Emanuele, anni ‘40 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 34
  31. 31. Storylab, Bergamo, piazza vecchia, Istituto Tecnico a colori, 1905 Storylab, Bergamo Porta Nuova, a colori, 1905 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 35
  32. 32. Storylab, Bergamo Porta Nuova, partenza per la Colonia-Bagni di Sole, 1930 Storylab, Bergamo seminario, incrocio di funicolari 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 36
  33. 33. Storylab, Bergamo Sentierone con La Fiera Storylab, Bergamo stampa Porta Nuova e Città Alta 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 37
  34. 34. Storylab, Bergamo, tram a cavalli in Contrada di Prato Storylab, Bergamo Viale Vittorio Emanuele, anni ‘20 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 38
  35. 35. Storylab, Bergamo, viale Papa Giovanni Storylab, Città Alta, panorama dal Conventino, 1910 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 39
  36. 36. Storylab, Bergamo, dal Ponte di S. Caterina Storylab, Bergamo , Il gelataio di fine ‘800 in Porta Nuova 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 40
  37. 37. Storylab, Colognola, La Guidana, scolaresca, 1952 Storylab, Locandina Referendum Municipalizzazione Servizio Trasporto, 1907 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 41
  38. 38. Storylab, parte interrata delle Muraine, Via Palma Il Vecchio Storylab, Porta Nuova, cartolina emessa per l’abolizione dei cancelli daziari, 1901 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 42
  39. 39. Storylab, Porta Nuova-città alta, panorama 1938 Storylab, Porta Nuova deserta 1910 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 43
  40. 40. Storylab, Porta Nuova, pedoni movimento in città Storylab, prototipi filobus sulle mura, 1921 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 44
  41. 41. Storylab, scavi a Bergamo in piazza Dante, (Diurno), rifugio antiaereo Storylab, Porta Nuova tram cavalli, inizio ‘900 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 45
  42. 42. PROGETTUALE Progetto alla ricerca di una risposta e come metodo d’indagine fra aspetti generali e strategici nonché d’opportunità e spunti dal «particulare», ovvero quanto il segno di una parte sussume e può indirizzare l’intero. Progetto nell’accezione di «ponte alla conoscenza», ovvero la preventiva indagine stratigrafica ed archeologica del sottosuolo, sia ai fini di una sua preservazione sia una verifica di compatibilità nel caso di inserimenti per sottoservizi o infrastrutture di sottopasso, ecc.. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 46
  43. 43. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 472015-07-15
  44. 44. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 492015-07-15
  45. 45. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 512015-07-15
  46. 46. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 552015-07-15
  47. 47. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 56
  48. 48. infraBG Verzeri 20150428_01 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 61
  49. 49. infraBG Verzeri 20150428_02 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 64
  50. 50. infraBG Verzeri 20150428_032015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 65
  51. 51. infraBG Verzeri 20150428_042015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 66
  52. 52. infraBG Verzeri 20150428_05 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 68
  53. 53. infraBG Verzeri 20150428_08 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 69
  54. 54. infraBG Verzeri 20150428_07 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 70
  55. 55. infraBG Verzeri 20150428_10 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 71
  56. 56. infraBG Verzeri 20150428_09 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 72
  57. 57. Dal Piano del Verde al Piano «dal» Blu Per tematismo può assumersi analogamente ai Piani del Verde (i quali sostanzialmente constatano la residualità prodottasi dall’inurbamento), il Piano ‘dal’ Blu inteso non solo quale rete e presenze irrigue del territorio, ma quale percorso formativo e performativo che deriva e dipende(va) dalle promanazioni di tale risorsa; sia in riferimento alle terre coltive irrigate sia conformativo delle parti di città derivate e costituitesi anche in relazione alla forza motrice ed uso per lavorazioni, vitali sino a poco più di mezzo secolo fa: Bergamo Città dei Mille… «molini, magli, rote, folli». Obbiettivo è ponderare quale riattivazione idraulico- energetica sia possibile oltre ad assumere un piano di lettura sistemico di tali reti, non solo funzionalisticamente anche se ciò possa rivelarsi ancora proficuo. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 73
  58. 58. Dal Piano del Verde al Piano «dal» Blu Casi esemplificativi Ad esempio Parco Caprotti dalla Roggia Serio Nuova, trasse alimento formando arredo e giochi d’acqua. Oggi isolato, non conoscibile da relazioni manifeste, racchiuso dall’edificazione progressiva al contorno, mostra elementi di degrado, dovuti al semplice disinteresse civico per scarsa attenzione manutentiva ordinaria evidenti dalle sculture e salita del patio di ingresso e del suo belvedere. Il correlato dell’ex Stabilimento di Via Pradello a suo tempo anche Istituto Tessile di rilevante valore formativo pare del tutto estraneo infatti. Oppure il tratto scoperto al Parco del Monastero Celestini nega con lo stesso arredo verde la valenza storico, paesistica, funzionale che ha costituito il sistema stesso. Anche al confine del cortile Gamec ex Convento Servite non pare valorizzato e «significato» rispetto al complesso storico, al suo pregio architettonico/paesistico (che segue al parco Suardi sic et simpliciter) e alla sua funzione di attraversamento dell’edificato quale opera ingegneristica recuperabile forse anche al retro dell’Accademia Carrara. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 74
  59. 59. FLORA BERGAMASCA Notiziario FAB 44 parco suardi_01 FLORA BERGAMASCA Notiziario FAB 44 parco suardi_29 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 75
  60. 60. FLORA BERGAMASCA Notiziario FAB 44 parco suardi_30 FLORA BERGAMASCA Notiziario FAB 45 parco Caprotti_26 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 76
  61. 61. FLORA BERGAMASCA Notiziario FAB 45 parco Caprotti_27 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 77
  62. 62. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 78
  63. 63. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 79
  64. 64. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 80
  65. 65. Logo, Logica Simbolo, sintesi, trasfigurazione, trasmissione sono forma di esercizio metaforico per un verso e immediato (senza mediazione perché diretto) per altro verso. Tentativo ed opportunità di sintesi comunicativa ed evocativa. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 81
  66. 66. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 822015-07-15
  67. 67. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 83
  68. 68. Tematicità e tematizzazione Sviluppi del contenuto di una ricerca e di una proposta quale organizzazione e riorganizzazione di un approccio alla condivisione degli intenti. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 86
  69. 69. BG bypass; BG__+: BG bypass; danno il senso di una cucitura e ricucitura attenta, a cuore aperto, termine e tecnica moderna e internazionale. infraBG dà il senso di un percorso fra storia e presente fra dimensioni materiali e immateriali, lingua antica, originante e riattualizzabile globalmente. dizionario-latino.com: Lemma infrā. Avverbio. Vedi la declinazione di questo lemma Parte del discorso invariabile. 1 disotto, in basso, nella parte inferiore. 2 sotto terra, nell'Averno, nell'aldilà. 3 (di tempo) dopo, più tardi. 4 (rispetto al grado) più basso, sotto, al grado inferiore infractĭo. (infractĭo, infractionis) sostantivo femminile III declinazione. Vedi la declinazione di questo lemma 1 rottura, l'atto di rompere, di sbriciolare. 2 (in senso figurato) avvilimento, afflizione, scoraggiamento. infractus (infractus, infractă, infractum). aggettivo I classe. Vedi la declinazione di questo lemma 1 spezzato, interrotto, sconnesso. 2 balbettante. 3 abbattuto, scoraggiato. 4 snervato, effeminato. 5 non spezzato. 6 (in senso figurato) non abbattuto infrăgĭlis. (infragilis, infragilis, infragile). aggettivo II classe. Vedi la declinazione di questo lemma 1 solido, infrangibile. 2 (in senso figurato) fermo, costante, solido, forte Traduzione inglese (non comune.) Definizioni di infra Adverb (in a written document) below; further on. "see note, infra vedi anche infrared (latino ultrarubrum). Traduzione Italiano: Qui di seguito, al di sotto di, sotto, qui sotto, di seguito. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 872015-07-15 infraBG
  70. 70. Lemma infraluoghi, infracittà. Neologismi, ridenominazioni, crasi, ecc. trattasi di intendersi sul senso: con «infraluoghi» vuolsi indicare e riferirisi alle relazioni ed alle trame che costituesi in contesti spazio temporali propri, e comunque in divenire, possono riconoscersi se indagati e correlati di possibilità memoriali. Perciò ad esempio come esemplificato al caso Parco Caprotti e lo stabilimento sulla Roggia Nuova, oggi interposte da asse stradale ed edificati, hanno necessità di essere in qualche modo considerati parti del medesimo evento generatore o trasformatore. A maggior ragione segnare-segnalare seppur piccoli lacerti ed elementi identificativi delle rogge storiche ne costituiscono una salvaguardia patrimoniale e sensoriale che resta in gioco seppure con le residue carte (a volte decisive) da porre sul piatto dell’urbanità identitaria, prima di quella funzionale e transeunte o contingente. A ciò serve la pianificazione per in-terposizione e fra-pposizione tesa a compendiarne le connessioni od a preservarne l’eventualità. Relazioni materiali ed immateriali che, una volta individuate, possono svilupparsi e preservarsi quantomeno per fornire indicazioni ed opzioni direttorie nel progetto di luogo e di città. In ciò l’archeologia urbana è disciplina chiamata all’elaborazione degli indirizzi urbanistici, quindi esternando le sue competenze vincolistiche in proposte di ridisegno urbano atemporale, esso stesso mutevole e pertanto soggetto a continuo monitoraggio e partecipazione pianificatoria (pubblico-privata), non solo declarativa ma per obbiettivi e per contabilità socio economiche al pari di tutte le azioni di gestione territoriale. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 882015-07-15
  71. 71. A- Consultazione del luogo -1 Il centro di Bergamo ‘bassa’ richiede un’analisi epigenetica (Termine originariamente coniato per descrivere come l’informazione genetica viene utilizzata durante lo sviluppo per produrre un organismo) oggi usato per descrivere tutte quelle modificazioni ereditabili che variano l’espressione genica pur non alterando la sequenza del DNA. 1. Relativo all’epigenesi, come dottrina embriologica: teoria epigenetica. 2. In petrografia e geografia fisica, formatosi per epigenia, e in genere formatosi o manifestatosi per un processo diverso e successivo: minerali, giacimenti minerarî e., formatisi per processi genetici successivi a quelli della roccia di cui fanno parte; apparato vulcanico e., attività vulcanica e., posteriori rispetto ad altro vulcano o ad altra manifestazione precedenti; valli e. (o valli di sovrimposizione), valli originatesi per progressiva erosione di coltri sedimentarie lasciate da regressioni marine, ad opera delle acque correnti superficiali.) che dalle fonti documentarie e dalle sequenze storiche chiariscano il divenire di un assetto strutturatosi nella modalità attuale. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 892015-07-15
  72. 72. A- Consultazione del luogo -2 Spunti di ricerca 1) Il prato di S. Alessandro era luogo d’interpolazione fra i borghi S. Alessandro e Pignolo, che nella fase recente dopo la demolizione della Fiera di pietra ha assunto la funzione nodale dell’intero sistema. 2) luogo di incontro che funge da riferimento per coloro che provengono dal territorio orobico, assumendo valenza extracittadina; avere accolto funzioni provinciali, che assieme a quelle comunali, ne hanno determinato l’assetto. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 902015-07-15
  73. 73. A- Consultazione del luogo -3 Spunti di ricerca 3) venne strutturato sulla base di configurazioni spaziali e di servizio tipiche di un’epoca di transizione dei sistemi viari e delle zonizzazioni urbane. Tali parametri già in mutazione nel periodo di formazione, si sono progressivamente modificati pur mantenendo la configurazione spaziale costitutiva: il risultato oggi è ‘cosa altra’ da quella ricercata e progettata. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 912015-07-15
  74. 74. A- Consultazione del luogo -4 Spunti di ricerca 4) Da un lato si può correggere, adeguare un sistema urbano per mantenerne il funzionamento e le caratteristiche sostanziali, dall’altro ci si può illudere di poter agire sulle componenti del medesimo sistema, ma che è venuto via via alterandosi, perché disgregato da modalità d’uso che si sono modificate nel tempo/sistema. Pertanto necessitasi ripensare agli obiettivi funzionali ed espressivi del sistema complessivo e commisurabili agli organismi morfologici esistenti oltre che ai diversi criteri d’uso delle infrastrutture ad essi congruenti. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 922015-07-15
  75. 75. B- Punto dell’idea(le) di città Ascesi epocale 1) Caratterizzatosi in origine come punto di transito-incontro, poi come luogo di scambio commerciale ed economico e quindi come ambito privilegiato per sedi delle istituzioni sociali e culturali, oggi - oltre quale amalgama dei precedenti ruoli - vede dominare soprattutto la funzione di attraversamento estraneo e prevalente sulle altre. Questo non è solo un aspetto determinato dal sistema viabilistico e dalla presa di possesso della rendita urbana ed immobiliare preponderanti dal dopoguerra nella fase edilizia/architettonica/urbanistica, ma anche il manifestarsi delle modificazioni profonde delle modalità di rapporto nello spazio e nel tempo, che si incontrano/contrappongono rispetto all’intero contesto sia urbano che sovra-urbano. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 932015-07-15
  76. 76. C- Ri-con-figurazioni del possibile -1 Tentativi per ipotesi 1) Dal primo insediamento sul monte, alle propaggini dei borghi, alla crescita del sistema produttivo innervato colle connessioni viarie e di rogge, all’organizzazione delle cinte murarie fra urbano ed extraurbano, al superamento del sistema delle mura venete, alla scissione delle cinte daziarie, al nuovo assetto viabilistico: le scelte definite e progettate dai vari attori e decisori in svariate successioni, impongono la questione necessaria, consapevoli dalla condizione vigente, di come mirare ad una prospettiva futura di riedito organismo. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 942015-07-15
  77. 77. C- Ri-con-figurazioni del possibile -2 Tentativi per ipotesi Tali fasi possono rivelarsi e porre istanze d’interventi straordinari sia a seguito di processi progressivi sia per occasionalità estemporanee indipendenti per opportunità ex novo di ordine culturale, tecnologico, economico. Tuttavia occorre sapersi calare in tale ipotetica condizione anche se non apparrebbe vi siano le condizioni straordinarie che le propongono, poiché ad oggi tale condizione straordinaria può essere rilevabile (anche grazie alla capacità storico-analitica) in forma sottesa al contesto di crisi generale, ovvero quale flebile ma decisiva chiamata a precorrere il possibile e probabile ulteriore declino del sistema città se non riconfigurato anzitempo. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 952015-07-15
  78. 78. Tema BG Public Space «Centro Piacentiniano/Murnigotti» -1 Il tema posto da BG Public Space «Centro Piacentiniano» pone due questioni: A) Centro: di cosa, di come, da quando. B) Piacentiniano e/o Murnigottiano: di chi, per chi. A) È più un baricentro, poiché al di là delle funzioni istituzionali, commerciali ecc. si pone in relazione equidistante con le formazioni storiche, costitutive e caratteriali della Bergamo composta fra Città Alta, borghi, e le zone antiche «fuori le mura». Un centro dovrebbe essere luogo di incontro della cittadinanza, carattere che dalla sua costituzione di fine ‘800 ha effettivamente maturato, ma si è costituito con i limiti della progressiva captazione di questi requisiti scontando comunque l’aver dovuto assumere la riorganizzazione viabilistica, sia la rendita urbana di pregio (nel senso neutro del termine ovvero la convenienza di un luogo rispetto ad altri per scelte di legittimo mercato edilizio). Quale capoluogo, dovendo introiettare servizi ulteriori alle dimensioni compatibili con un centro urbano, il centro «semistorico di Bergamo bassa» subisce le inesorabili interferenze tra le attività pubbliche e quelle private, conseguentemente con quanto ne ne ricade sulla vivibilità residenziale, turistica e commerciale oltre che culturale del centro (e di riflesso degli altri centri/poli). infraBG CortinovisVerzeri 20150704 962015-07-15
  79. 79. Tema BG Public Space «Centro Piacentiniano/Murnigotti» -2 In teoria c’è tutto, ma le relazioni fra le parti costitutive sono condizionate da carenze ed interferenze che si devono man mano mediare: sia recuperando caratteri decaduti, ma che, se riproposti, potrebbero divenire rigeneranti, oppure istituendone di aggiornati rispetto alle mutate condizioni del contesto e delle prospettive di ulteriore e migliore qualità urbana. B) la firma finale, ovvero la dizione tramandata alla storia, va intesa come attestazione di un processo programmato e pianificato anteriormente da circa mezzo secolo. Occorre evidenziare, e ciò potrà sorprendere, ma la rappresentazione della riorganizzazione effettiva affidata ad un concorso «trafficato» ed «assegnato» a Piacentini, ricalca in modo sostanziale indirizzi che già il progetto dell’ingegner Giuseppe Murnigotti (peraltro non certo inferiore a Piacentini …..) nel 1892 proponeva (questione già nota e studiate). Forse suona male, e si capisce che chi materialmente realizzò di fatto la sua proposta (praticamente simile in toto compresa l’architettura di relazione con Città Alta), ne assumesse la denominazione: tuttavia rendere merito al vero ideatore del centro di Bergamo sarebbe cosa corretta, anche se comporterebbe qualche integrazione descrittiva ormai invalsa nell’uso. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 972015-07-15
  80. 80. Tema BG Public Space «Centro Piacentiniano/Murnigotti» -3 Sta di fatto che il noto ‘Centro Piacentiniano’ si pone come un tassello del complessivo tracciato. Si tratta di riconoscere tale scelta di impianto architettonico, di formazione urbanistica seguente alla dismissione fieristica ed al superamento del sistema di cinta daziaria. In particolare si deve riconoscere che, rispetto ad altre scelte, oggi sarebbe assai più incongrua la previsione di una pseudo-piazza con transito stradale; occorre quindi riconsiderare come i caratteri che fondevano le trame edilizie di quei progetti si basavano sulla misura dell’incontro «transitivo» fra mezzi e persone che potè convivere per lungo tempo, dal passaggio dell’uso della trazione animale a quella elettrica sino a quando il motore a scoppio non prevalse definitivamente imponendo i propri ritmi alla fine degli anni ’40. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 982015-07-15
  81. 81. Tema BG Public Space «Centro Piacentiniano/Murnigotti» -4 Il confronto si è quindi spostato da quello delle funzioni urbane rispetto ai fruitori/gestori cittadini con gli amministratori dei luoghi, a quello dell’accessibilità dei mezzi/reti di trasporto/comunicazione rispetto alla redditività immobiliare delle risorse infrastrutturali. Non che i due binomi siano necessariamente inconciliabili, ma occorre comprenderne le valenze, i pesi e le prospettive: quali azioni urbane possono mettersi in campo per recuperare le valenze dell’impianto centrale (inteso come attrattore/emanatore non meramente fisico geometrico) in questione? infraBG CortinovisVerzeri 20150704 992015-07-15
  82. 82. Tema BG Public Space «Centro Piacentiniano/Murnigotti» Ipotesi Affrontare il tema significa farlo contestualmente sia per via analitico-critica che ipotetico-operativa. Come premesso, abbozzare ipotesi di intervento consente di misurare e di misurarsi sul tema, disponibili ad aprirsi ai contributi specialistici auspicati e sempre utili nel dibattito sulla città. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 1002015-07-15
  83. 83. Ipotesi in+fra+BG -1 Dal semplice e diretto vissuto, in presenza o chiusura traffico, ci si chiede se e come sia possibile riottenere la condizione «naturale» del centro ovvero quella «di incontro» nella modalità non condizionate dai veicoli; al contempo come recuperare le peculiarità del luogo, storicamente connotato per forme ed infrastrutture costitutive quali: le delimitazioni di cinta protettiva e daziaria, l’afflusso di risorse ed energia idrica, gli spazi di sosta e transito fra le parti costruite e/o aperte: in sostanza, trasformare i caratteri di «esternità» del centro per rivalorizzarlo nella trasformazione in una nuova «internità» nella città. Quindi un ripercorrere per in-filtrazione dei contesti a- temporali, fra strumenti ed infrastrutture, questo sedimento storico/urbano parte di un complesso tipicamente da città capoluogo come la sigla di area vasta BG vuol denotare. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 1012015-07-15
  84. 84. Ipotesi in+fra+BG -2 Forse è destino tornare alle figurazioni futuriste che all’epoca del concorso 1906 cominciavano ad affrontare il problema-opportunità di gestire il flusso di presenze veicolari e spaziali nei dinamismi vitalistici della città, quindi banalmente senza rinunciare alla presenza ed attrattività per l’accessibilità nel centro e delle sue percorrenze urbane ed extraurbane per veicoli pubblici e privati, si pone l’opportunità di distinguere e regolamentare le interferenze incompatibili sia col senso fondativo del luogo d’incontro baricentrico sia con il suo potenziale sviluppo e miglioramento. Questo vale per una fruibilità libera e svincolata da impedimenti vari («oddio devo andare in centro…….») e nondimeno per una valorizzazione socio-economica necessaria a giustificare l’eventuale investimento istituzionale/immobiliare/infrastrutturale (anche se è da rimarcare come il centro del capoluogo deve rendere servizio e proficuità al territorio di pertinenza provinciale). Certo che oggi la viabilità digitale configura ulteriori scenari anche rispetto ai futuribili mezzi di trasporto individuali o collettivi, ma che restano pur sempre dei mezzi finalizzati all’incontro fisico e diretto dei soggetti. Le terminologie sono disparate, mutuabili dalle reti informatiche o dagli interventi biomedici come i bypass, ma in Italia le radici storico-linguistiche che hanno informato la corrente semantica di riferimento (fra 30 anni chissà) espressa cum latin sensu di «infra» lega sia colla tradizione che coll’anglosassone inglese attuale. infraBG CortinovisVerzeri 20150704 1022015-07-15
  85. 85. Ipotesi in+fra+BG -3 • Caratteristiche/obiettivi • Costi al metro lineare € 50.000 • Sviluppo circa 1.000 m • Tot costo € 50.000.000 • Aumento valori immobiliari per la nuova zona pedonale • Incremento attrattività turistico commerciale • Scambi volumetrici per eventuali demolizioni • Riduzione consumi, inquinamento (filtraggio, recupero calore), tempi privati e pubblici (risparmio mezzi) • Integrabilità parcheggi e spazi sotterranei/seminterrati • Tariffa transito (possibile) • Ammortamento anni 10 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 1032015-07-15
  86. 86. Consultazione attiva Competenze e strumenti di informazione e di conoscenza servono per guidarci alle fonti e potersi interfacciare con esse. Il senso e il fine di una proposta aperta sta nell’esercizio di progressiva aquisizione infradisciplinare e infraesperienziale. 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 104
  87. 87. Rapu 1884 Bergamo046_04 Sistemazione Fiera Bergamo Frizzoni 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 105
  88. 88. Rapu 1889 Bergamo011 piano regolatore Fiera Bergamo Frizzoni 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 106
  89. 89. Rapu 1891 Bergamo012 Sistemazione Fiera Murnigotti Planimetria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 107
  90. 90. Rapu 1891 Bergamo013 Sistemazione Fiera Murnigotti Prospettiva 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 108
  91. 91. Rapu 1891 Bergamo014 Sistemazione Fiera Murnigotti Facciate 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 109
  92. 92. Rapu 1891 Bergamo046_06 Sistemazione Fiera Murnigotti planimetria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 110
  93. 93. Rapu 1892 bergamo015 Crespi riedificazione Fiera 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 111
  94. 94. Rapu 1892 Bergamo020 Piano regolatore interno strade Fornoni Bonicelli 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 112
  95. 95. Rapu 1892 bergamo021 Nuovo piano regolatore trasformazione Fiera giunta 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 113
  96. 96. Rapu 1892 Bergamo046_07 Modificazioni progetto Murginotti fiera 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 114
  97. 97. Rapu 1892 Bergamo046_08 Crespi riedificazione Fiera 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 115
  98. 98. Rapu 1893 Bergamo022zz Sistemazione Fiera Conciliativa Giavazzi prospettiva 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 116
  99. 99. Rapu 1893 Bergamo046_09 Sistemazione Fiera Conciliativa Giavazzi planimetria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 117
  100. 100. Rapu 1900 bergamo023 piano regolatore strade 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 118
  101. 101. Rapu 1906 bergamo029 piano regolatore strade Abelardi 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 120
  102. 102. Rapu 1906 Bergamo039_1 Concorso 1 fiera Urbis chitò galleria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 123
  103. 103. Rapu 1906 Bergamo039_2 Progetto Urbis nuovo concorso planimetria strade galleria conca oro 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 125
  104. 104. Rapu 1906 Bergamo046_15 sistemazione fiera Chitò Galleria s. Marta 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 126
  105. 105. Rapu 1906 Bergamo046_20 Piacentini 1 concorso planimetria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 127
  106. 106. Rapu 1906 Bergamo046_21 Piacentini 1 concorso planimetria scelta 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 128
  107. 107. Rapu 1906 bergamo168 prg Passaggio via Lazzaro Broseta Pradello 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 131
  108. 108. Rapu 1906 bergamo173 prg Sistemazione S. Caterina piazza S. Spirito Tasso 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 132
  109. 109. Rapu 1907 Bergamo040_1 concorso1 Fuzier Jamoretti Bergorum prospettiva citta alta 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 133
  110. 110. Rapu 1907 Bergamo040_2 concorso1 Fuzier Jamoretti Bergorum planimetria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 134
  111. 111. Rapu 1907 Bergamo040_3 concorso1 Fuzier Jamoretti Bergorum prospetto sentierone 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 135
  112. 112. Rapu 1908 Bergamo046_22 Progetto Panorama concorso Pioacentini esecuzione 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 136
  113. 113. Rapu 1909 bergamo041 Fiera Piacentini progetto approvato Planimetria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 137
  114. 114. Rapu 1909 bergamo043 fiera modifiche Dolci Piacentini critiche prospettiva piazza Dante 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 138
  115. 115. Rapu 1909 Bergamo046_25 fiera modifiche Dolci Piacentini planimetria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 139
  116. 116. Rapu 1911 Bergamo044 progetto fiera Piacentini delibera planimetria 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 142
  117. 117. Rapu 1911-17 bergamo047 progetto fiera Piacentini delibera planimetria catasto sovrapposizioni 608 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 143
  118. 118. Rapu 1915 Bergamo046_30 Sistemazione Fiera ignoto 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 144
  119. 119. Rapu 1917 bergamo045 prospettiva Fiera delibera 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 146
  120. 120. Rapu 1956 bergamo063 Planimetria centrale Prg Muzio città 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 147
  121. 121. Riferimenti Raccolta e link bibliografico e documentario da compendiare 2015-07-15 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 148
  122. 122. 2015-07-07 infraBG CortinovisVerzeri 20150704 1 infraBG ESERCITAZIONE STORICO-URBANA IN E FRA LA CITTÀ DI BERGAMO Bozza aggiornamento 20150704 Antonio Cortinovis architetto 036392243 cortinovis_879@yahoo.it Alfredo Verzeri architetto 035516437 info@alfredoverzeri.it

×