O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

02 ecomate

L’evoluzione del nostro processo di green public procurement (GPP) attraverso l’integrazione del rating ESG nella valutazione della filiera dei fornitori

  • Seja o primeiro a comentar

  • Seja a primeira pessoa a gostar disto

02 ecomate

  1. 1. Documento di approfondimento della soluzione: ECOMATE INDICE (da seguire come traccia guida) 1. Descrizione della soluzione 2. Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze 3. Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare 4. Descrizione dei destinatari della misura 5. Descrizione della tecnologia adottata 6. Indicazione dei valori economici in gioco (costi, risparmi ipotizzati, investimenti necessari) 7. Tempi di progetto
  2. 2. 1) Descrizione della soluzione L’evoluzione del nostro processo di green public procurement (GPP) attraverso l’integrazione del rating ESG nella valutazione della filiera dei fornitori “Un punto di svolta che certificherà l’impegno della PA non solo verso i loro comportamenti, ma anche verso coloro che sceglieranno come loro fornitori.” In virtù di ciò, nel corso del 2020 Ecomate si è attivata per la preparazione di un software in cloud per procedure di analisi dei fornitori della supply-chain per valutarne le prestazioni sociali, ambientali e di governance. In tale ambito si è avviato lo sviluppo di una piattaforma informatica dedicata alla raccolta dei dati ed informazioni qualitative e quantitative di sostenibilità al fine dell’emissione di un rating ESG. A seguito dell’elaborazione dei dati relativi al rating ESG i fornitori riceveranno un rapporto di analisi che include anche la segnalazione delle criticità emerse e le relative azioni correttive. Per implementare tale percorso virtuoso di miglioramento semestralmente la PA potrà avviare una campagna di rivalutazione onde verificare gli effettivi miglioramenti raggiunti dal fornitore. La PA guiderà e supporterà il miglioramento di tutta la loro filiera verso i criteri ESG in modo da creare un impatto, non solo una valutazione. ECOMATE si propone di analizzare tutti i fornitori affidatari di contratti che superano la soglia prevista dall’art.36 comma 2 lettera a) tra cui i fornitori “core” cioè i fornitori che rappresentano la linea di fornitura strategica per la PA. Nel mentre la PA potrà definire la pianificazione delle attività propedeutiche all’elaborazione del Codice di Comportamento dei fornitori, la cui sottoscrizione per accettazione sarà resa obbligatoria nel corso dei prossimi anni. A valle dell’introduzione nell’articolato dei contratti di appalto di clausole volte a promuovere il rispetto da parte dei fornitori dei criteri di sostenibilità definiti dalla PA. Verrà contestualmente richiesto di fornire assenso onde essere sottoposti ad attività di audit, anche al fine di verificare, dove necessario, il rispetto dei requisiti ambientali e sociali richiesti connessi alle specifiche prestazioni di ogni singolo contratto. La PA potrà affidare tale incarico a soggetti terzi come ECOMATE con elevata qualificazione nell’ambito ESG che si caratterizza per totale digitalizzazione del processo e ampiezza di contenuti informativi ESG a supporto delle PMI. Parimenti sono state definite questionari e check-list per condurre tali audit presso i fornitori
  3. 3. 2) Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze Il team include 2 ESG Engineer (donne) e 2 Software Engineer (uomini) La startup innovativa ha ricevuto premi e riconoscimenti oltre che ad un investimento da business angels italiani. 3) Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare Una visione all’avanguardia La missione dell’ufficio acquisti moderno è quella di è di arrivaa raggiungere un processo di gestione dell’albo fornitori in grado di mettere in moto un volano e circolo virtuoso che auto alimenti un impatto sociale, ambientale, economico e politico positivo.  Digitalizzazione di una parte del processo di pre-qualifica, valutazione ed auditing sui fornitori.  Supporto alla compliance normativa (2014/95/UE) per arricchire e rendere più trasparente il bilancio di sostenibilità (DNF) delle singole PA  Creazione di un benchmark e raccolta di KPI che rendano tracciabili e comparabili le prestazioni ESG dei fornitori e della supply chain; che siano in linea con le politiche dei Framework legislativi EU e dell’Agenda EU 2030  Potenziare in modo semplice ed efficace la capacità dei nostri fornitori di essere compliant in termini ESG  Soddisfare le necessità di tutti gli stakeholders della PA  Generare un impatto sociale ed ambientale positivo  Riduzione del rischio reputazionale ed impatto negativo su tutta la filiera  Mantenimento del vantaggio competitivo (valore strategico)  Green procurement: selezione dei fornitori maggiormente sostenibili  Supporto ai nostri fornitori, fornendo uno strumento innovativo e di miglioramento, incentivando così le PMI del Paese (in Italia vi sono oltre 4 milioni di micro, piccole e medie imprese che necessitano supporto alla crescita)
  4. 4. 4) Descrizione dei destinatari della misura PA 5) Descrizione della tecnologia adottata Utilizzo di un Open-Standard ESG La startup Ecomate ha basato il proprio lavoro in totale armonia con obiettivi e linee guida contenute nelle Strategie dell’Unione Europea per il 2020/2030/2050, e con una metodologia scientifica moderna ed un approccio aggregativo, hanno creato un nuovo open standard che include oltre 200 compliance in un unico assessment. Grazie a questo approccio, il fornitore che si sottopone all’audit digitale otterrà non solo una panoramica completa del proprio livello di compatibilità con gli standard nazionali ed internazionali più richiesti dal mercato, ma verrà anche evidenziato il livello di rischio rispetto alle normative vigenti e l’allineamento alle normative in corso di definizione e gli obiettivi di crescita sostenibile dell’Unione Europea. Raccomandazioni puntuali lo aiuteranno a migliore identificando anche le opportunità di supporto (es. incentivi fiscali) a disposizone Il comitato scientifico L’open standard di Ecomate è governato da un approccio decentralizzato chiamato crowdsourcing, dove esperti tecnico-scientifici esterni possono proporre il proprio contributo allo sviluppo delle logiche e dei contenuti del rating, garantendo così trasparenza ed imparzialità. Grazie al continuo aggiornamento, il sistema si adatta al contesto attuale rendendo dinamico il punteggio del rating. Dal primo giorno di sviluppo, più di 10 società di consulenza e quasi 50 esperti nei diversi ambiti (E,S,G) hanno fornito libero apporto allo sviluppo del rating, generando oltre 10.000 ore di lavoro. L’ OPEN STANDARD ESG è anche menzionato su Wikipedia nella lista globale di progetti in crowdsourcing. La piattaforma in cloud I fornitori effettuano un self-assessment attraverso una piattaforma user-friendly che supporta l’utente nella compilazione fornendo anche contenuti educativi. Ecomate ha creato un algoritmo che misura da 0 a 100 quanto una PMI è sostenibile, analizzandone i problemi e proponendo delle soluzioni di miglioramento.
  5. 5. Caratteristiche dell’audit digitale:  oltre 60 aree tematiche di impatto  11 moduli di sostenibilità  Europa 2020/2030/2050 Framework compliant  11 moduli con rating parziale  200+ approfondimenti educativi  10 extra indicatori trasversali ESG-KPIs  200+ compliance con standard e certificazioni Il miglioramento dei fornitori L’algoritmo di Ecomate genera automaticamente e istantaneamente un report di miglioramento basato sui problemi rilevati. Accesso ad oltre 200 schede di soluzioni contenenti: • Vulnerabilità del business • Consigli per evitare sanzioni • Educazione su Framework Europei • Educazione sullo sviluppo sostenibile dell’impresa • Direttive EU + Leggi italiane • Risparmio economico • Impatto ambientale sociale • 214 indicatori di compliance (framework legislativi, certificazioni, standard internazionali) Il nostro pannello di controllo Sempre tramite un software in cloud avremo a disposizione in un singolo strumento di monitoraggio, tutte le prestazioni di sostenibilità della filiera dei nostri fornitori. Grazie alle analitiche inizieremo a studiare nuove politiche di entrata / uscita e permanenza nella filiera. Tramite un sistema anti-frode, ci verranno segnalate le anomalie nelle dichiarazioni in modo da aiutarci nel miglioramento del rapporto con il fornitore A seconda delle criticità riscontrate decideremo quali fornitori affiancare per un eventuale percorso riabilitativo per recuperare un punteggio che rischia di compromettere la qualità del servizio/prodotto fornito ed impattare nel lungo periodo l’intera filiera.
  6. 6. 6) Indicazione dei valori economici in gioco (costi, risparmi ipotizzati, investimenti necessari) Servizio in abbonamento consultabile tramite piattaforma in cloud. Prezzo scalabile a volume in base al numero di fornitori. (ipotesi PA con 1.000 fornitori = 25€ a licenza per fornitore) 7) Tempi di progetto 3 mesi

×