O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Enterprise Mobility: approccio strategico ai progetti mobile

973 visualizações

Publicada em

Se c’è un ambito tecnologico e di business che sia esploso in modo evidente negli ultimi anni è certamente quello del Mobile.
Il tasso di penetrazione degli smartphone a livello mondiale è in forte crescita e si contano, ad oggi, 1,76 miliardi di utilizzatori a livello mondiale.
Nel nostro paese oltre il 50% della popolazione possiede uno smartphone e si prevede che nel 2015 il tasso di penetrazione raggiungerà il 75% della popolazione totale.
Ad aprile 2014 l’audience mobile raggiungeva i 17,2 mln di utenti ed il 58% del tempo speso su internet è da device mobili.
Cogliere le opportunità che questo mercato offre ed erogare servizi di valore, diventa per molte aziende una necessità.

Publicada em: Celular
  • Seja o primeiro a comentar

Enterprise Mobility: approccio strategico ai progetti mobile

  1. 1. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile WHITE PAPER INTESYS White Paper ottobre 2014
  2. 2. Un cambiamento nel modo di vivere Perché c’è bisogno di una Mobile Strategy Approccio ad una Enterprise Mobile Strategy I passi di una Mobile Strategy Le voci di costo di un’App enterprise Business Benefit Driver di una Enterprise Mobility I 12 errori più frequenti in un progetto mobile INDICE Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile ottobre 2014
  3. 3. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile Se c’è un ambito tecnologico e di business che sia esploso in modo evidente negli ultimi anni è certamente quello del Mobile. Il tasso di penetrazione degli smartphone a livello mondiale è in forte crescita e si contano, ad oggi, 1,76 miliardi di utilizzatori a livello mondiale.1 Nel nostro paese oltre il 50% della popolazione possiede uno smartphone e si prevede che nel 2015 il tasso di penetrazione raggiungerà il 75% della popolazione totale. Ad aprile 2014 l’audience mobile raggiungeva i 17,2 mln di utenti ed il 58% del tempo speso su internet è da device mobili.2 Cogliere le opportunità che questo mercato offre ed erogare servizi di valore, diventa per molte aziende una necessità. La rapidità con cui evolve il mondo del mobile coglie alla sprovvista molte organizzazioni: per operare in questo ambito serve saper gestire un progetto complesso e avere competenze specifiche in materia. Mancanza di esperienza pregressa, scarsa conoscenza degli strumenti, collaboratori con skill tecniche limitate aumentano, infatti, le difficoltà che le aziende incontrano nel momento in cui valutano l’opportunità di un progetto mobile. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile “Mobile technology is constantly changing. In fact, the pace of change in innovation and technology in mobility is faster than in other IT areas.” SAP Android iOS Windows Phone 64% 13% 11% Sistemi operativi mobile in Italia3
  4. 4. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Mobile Mindshift Molti di noi oggi considerano gli smartphone come un’estensione della propria persona. Li portiamo sempre con noi, li consideriamo strumenti personali in cui conserviamo molto del nostro privato: foto, video, messaggi con gli amici, biglietti aerei, prenotazioni di hotel, borsellini elettronici, carte di credito, password. L’ecosistema delle applicazioni, inoltre, aumenta continuamente i servizi ai quali si può accedere: prenotazione di taxi, acquisto di cibo con consegna a domicilio, ricerca di ristoranti, uso di mappe, consultazione servizi bancari, documenti aziendali, reportistica di business intelligence, .... Quando ci serve un’informazione, è proprio lo smartphone il primo posto dove lo andiamo a cercare. Così, ogni volta che troviamo nel nostro dispositivo ciò che cerchiamo, siamo portati a rinforzare l’idea che questo strumento possa risolvere parte dei nostri problemi. Quando abbiamo una necessità, apriamo un’applicazione per soddisfarla. Forrester definisce questo comportamento:”Mobile Mindshift”4, ovvero l’aspettativa che io possa ottenere ciò di cui ho bisogno immediatamente, nel contesto e nel momento del bisogno. Consumerizzazione Con l’inglesismo “consumerizzazione” dell’Information Technology si fa riferimento all’introduzione di strumenti e tecnologie nate originariamente per la sfera “personale” e (successivamente) utilizzate in ambito professionale. A fronte della crescita costante di questa tendenza, la reazione delle funzioni IT in azienda è di contrastarne l’ascesa, con l’obiettivo di garantire i livelli di sicurezza previsti dalle policy interne. Si tratta però di una battaglia spesso persa in partenza poiché non si tratta di un trend momentaneo ma anzi, in continua crescita con il passare del tempo. È necessario quindi intervenire gestendo con attenzione il cambiamento in atto e tenendo ben presente che la velocità con cui si muove il mondo consumer è molto più rapida di qualsiasi processo aziendale. Gli utenti si aspettano servizi, nuove funzionalità per lavorare al meglio, una user experience intrigante e un’interfaccia grafica moderna. Non trovando tutto ciò negli strumenti aziendali, cercheranno altre soluzioni esponendo l’azienda a reali problemi in materia di sicurezza. Le aspettative degli utenti infatti sono elevate proprio perchè le tecnologie “consumer” si evolvono molto più rapidamente di quelle enterprise. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile Un cambiamento nel modo di vivere
  5. 5. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Sebbene le aziende siano oggi consapevoli dell’importanza di adottare una o più applicazioni per aumentare la produttività, gestire processi, ottimizzare i tempi di determinate attività, fornire informazioni ai propri collaboratori, affrontano questo tema dando vita a progetti singoli non supportati da un’adeguata strategia mobile guidata da una visione globale. La conoscenza del dominio web e di quello enterprise non è sufficiente per poter gestire e sviluppare un progetto mobile date le specifiche peculiarità che questo mondo presenta. Quando si parla di un progetto mobile si è spesso portati a pensare quasi esclusivamente alla creazione di un’App, in particolare all’interfaccia grafica che ne rappresenta l’elemento più evidente. In realtà lo sviluppo di un’applicazione rimanda ad un tema più complesso: un vero e proprio “ecosistema di servizi”, funzionalità, tecnologie e competenze specifiche da mettere in campo. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile Perché c’è bisogno di una Mobile Strategy Strategia User Experience e User Interface Scelta delle tecnologie Mobile System Integration Mobile Backend Uso di strumenti specifici (push/geofencing) Test applicativi specifici Gestione della sicurezza dei dati Distribuzione delle soluzioni Strumenti di Analytics mobile
  6. 6. “If businesses don’t have a mobile strategy, then they do not have a strategy for growth. Mobile is creating new business models challenging old ones. Mobile working is going to happen in businesses whether they want it to or not - the question now is whether organizations want to benefit fully from this revolution or continue to try and stop the inevitable.” Suhas Uliyar (VP Mobile Strategy, Product Management, Oracle)
  7. 7. La definizione di una strategia mobile globale, a 360°, supporta l’azienda: nell’ottimizzazione dell’investimento nell’identificazione dei fattori di successo del progetto nel raggiungimento degli obiettivi nell’identificazione di eventuali GAP da colmare nella scelta di un partner con competenze ed esperienza in linea con le proprie necessità Porre le basi di una strategia mobile, significa rispondere ad una serie di domande che ci aiutano a definire lo scenario e a identificare la giusta direzione. Qualche esempio: Sono chiari gli obiettivi che voglio raggiungere? Quale problema desidero risolvere attraverso un’app? Ho definito con precisione il target? Quale impatto avrà l’app sugli utenti? Quali sistemi operativi e dispositivi devo supportare? All’interno della struttura ho tutte le competenze di dominio per portare avanti il progetto? Ho identificato gli stakeholder da coinvolgere sul progetto? Ci sono dei requisiti di sicurezza standard che devono essere considerati? Quale approccio per integrare la soluzione con i sistemi aziendali? Come posso coinvolgere i miei potenziali utenti per raccogliere indicazioni utili? “The essence of strategy is choosing to perform activities differently than rivals do.” Michael Porter Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Approccio ad una Enterprise Mobile Strategy
  8. 8. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Approcciare un progetto in modo strutturato rappresenta il primo passo per procedere nella giusta direzione. Sia che ci si trovi in una fase di valutazione dell’opportunità di investimento, sia che ci si trovi in una fase più avanzata del progetto, i passi descritti di seguito permetteranno di capire come operare al meglio all’interno del mondo mobile. Partire ragionando sugli obiettivi di business che si vogliono raggiungere con l’App, permette di valutare l’impatto della soluzione dentro e fuori l’azienda (e di ritarare la strategia in corso d’opera). Successivamente è importante identificare gli attori, il target, gli stakeholder; comprendere se in azienda ci sono le competenze giuste o se è necessario affidarsi ad un partner strutturato che possa affiancarci in tutte le fasi di sviluppo del progetto. Capire cosa genera realmente valore per gli utenti deve essere l’asset principale del progetto. Un progetto vincente offre contenuti e servizi di valore ai propri utenti. È importante coinvolgere gli stakeholder nella fase di raccolta dei requisiti, ordinarli per priorità identificando quali inserire nella prima fase di sviluppo, quali realizzare in momenti successivi e quali, escludere Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile I 9 passi di una Mobile Strategy “Un’App non è la strategia, ma una buona strategia aiuta a creare un’App vincente.” 1 STRATEGIA 2 REQUISITI E FUNZIONALITÀ
  9. 9. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 dalla roadmap. Si suggerisce di assegnare un grado di importanza ad ogni requisito e prepararsi a rivalutarlo durante l’analisi tecnica del progetto. Le applicazioni vincenti sono generalmente quelle che offrono poche funzionalità ma talmente ben definite da rendersi indispensabili una volta provate e utilizzate dagli utenti. Si sconsigliano soluzioni omnicomprensive, da sostituire con App diverse per tipologia di servizi e informazioni offerte. Comprendere in quali momenti della giornata un’App mobile può tornare utile ad un utente, aiuta ad identificare servizi e contenuti veramente necessari ed efficaci. È questa la ragione per cui diventa importante analizzare il comportamento degli utenti per capire come lavorano, e in quali occasioni ricorrono allo smartphone per accedere alle informazioni in modo rapido. Questo aiuta a focalizzare l’attenzione solo sulle funzionalità che producono un beneficio reale per il proprio target rivedendo al bisogno, la lista dei requisiti, sviluppata in precedenza. La scelta della tecnologia da utilizzare per lo sviluppo di un’App è un elemento fondamentale per la buona riuscita del progetto e per la sua evoluzione futura. Durante questa fase gli elementi da valutare con attenzione sono: i requisiti del progetto e l’evoluzione che potrebbe avere i sistemi operativi (iOS, Android, Windows), i device (smartphone, tablet) sui quali dovrà funzionare il know how disponibile all’interno dell’azienda o le competenze da acquisire esternamente Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile 3 MOBILE MOMENTS 4 TECNOLOGIA “La scelta della tecnologia da adottare è strettamente legata ai requisiti funzionali, al budget e alle competenze a disposizione.”
  10. 10. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 il tempo utile per disporre della soluzione il budget a disposizione per l’intero progetto Sono 3 gli approcci tecnologici fra i quali scegliere, le cui caratteristiche principali sono indicate nella tabella seguente: La scelta della tecnologia determina tempi e costi dello sviluppo. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile WEB APP Pagine web sviluppate attraverso tecnologie standard, tipicamente HTML5, Javascript, CSS. Funzionano sui diversi device all’interno del browser. Non possono essere pubblicate sui marketplace. Applicazioni sviluppate in HTML5, Javascript e CSS ed inserite all’interno di un container nativo. L’uso del linguaggio web, compilato in nativo, riduce i tempi della creazione di applicazioni cross- platform. Scaricabile dai marketplace. Applicazioni sviluppate scrivendo codice nativo (es. Objective-C per iOS) ed ottenere il miglior livello di qualità, performance, stabilità. La programmazione richiede specifiche competenze. Le app sono inseribili sui marketplace. APP IBRIDA APP NATIVA
  11. 11. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 1- Scegliere una tecnologia ed utilizzarla per tutti i progetti è un approccio sbagliato. Non esiste un’unica soluzione valida per tutti i progetti. Le aziende devono essere in grado di supportare un mondo “3 x 3” con 3 sistemi operativi e 3 tecnologie di sviluppo fra le quali scegliere per ogni progetto. 2- Sviluppare un’applicazione articolata attraverso la scrittura di un unico codice sorgente uguale per tutte le piattaforme che si desidera supportare non è possibile. La scelta della tecnologia permette di determinare i tempi e i costi dello sviluppo di un progetto, oltre all’individuazione delle competenze necessarie da coinvolgere. È importante sfatare alcuni miti relativi allo sviluppo: Per identificare la tecnologia in modo corretto, oltre ad affidarsi ad esperti del dominio, è possibile utilizzare griglie di comparazione come quelle suggerite da Gartner nel suo report:”Increase Mobile Team Effectiveness by Understanding Web, Native and Hybrid Trade-Offs”5. Source: Gartner (April 2014) Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile APP CHARACTERISTICS WEB APP HYBRID APP NATIVE APP Offline operation Large files on device High level of transactions Access to device APIs Code portability Informational presentation Pixel-by-pixel control Data security Native controls Back-end integration App performance Cost Strong Poor
  12. 12. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 “Albero di decisione” per identificare la giusta tecnologia. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile STARTSÌNONOSÌNOSÌSÌNONONONONONOSÌSÌSÌSÌSÌSÌNONOSÌIBRIDANATIVAIBRIDA o NATIVAWEB APPL’App deve essere distribuita su di un marketplace (pubblico o privato)? È necessario integrarsi coni sensori del dispositivo? È un’App semplice?Il time-to-marketè fondamentale? Sarà usata frequentemente? Deve funzionare su di un unico sistema operativo? È prevista la sincronizzazione di numerosi file e dati su database locali? Sono previste numerose funzionalitàe servizi? È prevista un’interfaccia ricca di animazioni ed effetti? Deve essere subito aggiornata all’uscita di nuove versioni di sistemi operativi? Deve funzionare anche offline?
  13. 13. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Progettare un’App mobile non è come progettare un software tradizionale o un più moderno applicativo web. Se un tempo si puntava su dashboard ricche di menù e pulsanti, la tendenza ora è la ricerca di uno stile minimalista, essenziale e pulito, dato che i dispositivi mobili offrono schermi di ridotte dimensioni da usare esclusivamente con il tocco della punta delle dita, senza strumenti aggiuntivi come il mouse. Un’interfaccia utente chiara, immediata e rispettosa delle linee guida dei singoli sistemi operativi invece, garantisce un maggior tasso di adozione grazie ad un più facile utilizzo della soluzione. Per questa ragione, una volta identificati i requisiti funzionali, si procede con lo studio della User Experience e la stesura di wireframe che saranno poi personalizzati con gli elementi grafici più opportuni. Applicazioni di tipo Enterprise proposte in modalità stand-alone offrono funzionalità limitate e molto specifiche. Spesse volte per ottenere il massimo dalle soluzioni in mobilità è necessario integrare le App con gli applicativi aziendali, offrendo delle vere e proprie alternative all’uso dei computer portatili al personale che si trova fuori azienda. Anche l’approccio all’integrazione applicativa determina il successo di un progetto e può permettere una riduzione dei costi nel medio periodo. Gli scenari sono 3: Integrazione diretta Integrazione con middeware tradizionale Integrazione con un mobile backend Proprio quest’ultimo è un elemento di particolare interesse, specifico per il mondo mobile. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile 5 USER EXPERIENCE E USER INTERFACE DESIGN 6 MOBILE SYSTEM INTEGRATION & MOBILE BACKEND “Write once, run anywhere is unachievable for apps with nontrivial user experiences.”6 Gartner “Le soluzioni mobile devono essere integrate all’interno delle applicazioni ed architetture esistenti, non relegate ed isolate in mondi paralleli e separati, ma convivere con l’ecosistema informativo aziendale.”
  14. 14. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Il mobile backend è una soluzione in grado di permettere alle applicazioni mobile di interfacciarsi e con una serie di applicativi e database. Si tratta di una sorta di interfaccia software che permette di esporre dati tramite servizi ed offrire funzionalità tipici del mondo mobile. L’integrazione avviene attraverso l’uso di SDK dedicati alle differenti piattaforme (iOS, Android, Windows Phone…) o API RESTful. Qualche esempio di servizio: push notification, data storage, connettori per database o gestionali aziendali, analytics, autentication, connettore per i social (Facebook, Twitter, Google+ …), Content Management System, cloud storage, … I singoli servizi possono essere offerti direttamente dalla piattaforma o da fornitori terzi specializzati che si possono raggiungere tramite l’uso di API. Questa tipologia di soluzioni permette agli sviluppatori di concentrarsi principalmente sulla realizzazione dell’applicazione senza preoccuparsi eccessivamente dello sviluppo da zero del backend e di tutti i servizi collegati. Questi, una volta realizzati, vengono integrati ed esposti dalla soluzione prescelta e manutenuti dal fornitore. Qualunque progetto mobile, integrato con applicativi aziendali o servizi terzi, potrebbe trarre beneficio da questo tipo di soluzione. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile “By 2016, 80% of new enterprise mobile application development projects will leverage cloud mobile back-end services.” Gartner MOBILE SDK ©Intesys 2014 MBaaS AS A SERVICE / ON PREMISE STORAGE DB SOURCE API USER FILE DOCUMENT IMAGE MySQL Mongo DB ORACLE PostgreSQL MODEL LOCATIONP USH ACL DATA FIREWALL API GATEWAY ENTERPRISE CONNECTORS SERVICES 3rd PARTY REST SOAP CMS ANALYTICS ... Esempio architettura Mobile Backend as a Service
  15. 15. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Le principali fasi dello sviluppo di un progetto sono: UI/UX Design: creazione di un prototipo statico rappresentante tutte le funzionalità e i servizi raccolti all’interno delle diverse sezioni dell’App. Sviluppo backend o servizi d’integrazione: attivazione di un backend dedicato al mobile e/o una serie di servizi opportunamente integrati per scambiare dati su server remoti. Sviluppo applicazione: implementazione del progetto con il linguaggio e le tecnologie scelte. Test applicazione: verifica corretto funzionamento attraverso la definizione di scenari (test case). Il beta test viene eseguito su gruppi di utenti interni all’azienda anche non direttamente coinvolti nel progetto. Il processo di distribuzione di un’App cambia a seconda che si tratti di un progetto B2B da distribuire internamente ad un’azienda o B2C da diffondere tramite i marketplace. Nel primo caso la soluzione migliore è quella di avvalersi di applicativi di Mobile Application Management (MAM) per gestire in modo efficiente i permessi di download, gli aggiornamenti e l’eventuale blocco di funzionamento su terminale smarrito. La distribuzione tramite marketplace invece è soggetta a specifiche regole imposte dai 3 fornitori dei sistemi operativi con tempi di gestione differenti. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile 7 SVILUPPO E BETA TESTING 8 DEPLOY IN PRODUZIONE
  16. 16. Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Rispetto ad un progetto di tipo Web che, se ben sviluppato, una volta portato in ambiente di produzione non ha alcuna necessità di interventi, un’applicazione mobile deve, come minimo, essere oggetto di due tipi di manutenzioni: correttiva ed adeguativa. Manutenzione correttiva. Qualunque App presente sui marketplace è soggetta ad aggiornamenti causati dalla necessità di intervenire per risolvere problemi che si possono presentare su specifici terminali, per ottimizzare servizi, ridurre il consumo di memoria, ecc. Gli utenti sono abituati al aggiornare un’applicazione a causa di questa tipologia di interventi. A tal proposito è possibile adottare strumenti per far ricevere al team di sviluppo segnalazioni automatiche in caso di malfunzionamenti in modo da poter intervenire per tempo, riproducendo il problema, ancor prima che l’utente invii una segnalazione. Manutenzione adeguativa. Il ciclo di vita del software è sempre più breve, in media una nuova versione del sistema operativo viene rilasciata ogni anno e porta con sé sempre una nutrita quantità di novità. Al momento del loro rilascio è necessario eseguire una serie di test e di verifiche sulle App sviluppate in precedenza, per garantire il corretto funzionamento e prevedere eventuali interventi di ottimizzazione. Oltre agli interventi di manutenzione è fortemente consigliato pianificare interventi evolutivi dell’App, dedicando a questa fase un budget adeguato. A seguito del rilascio della nostra App, non tarderanno ad arrivare i primi feedback degli utenti che potrebbero richiedere nuove funzionalità legate, ad esempio, ad esigenze della propria attività lavorativa. Un’analisi periodica dei feedback permette di pianificare i nuovi rilasci del progetto, a seconda della disponibilità del budget e del vantaggio che nuovi servizi possono portare ai propri collaboratori. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile 9 MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE “By 2015, four times as many mobile apps will be developed as traditional PC apps today. Before they become overwhelmed by demand, organizations must plan around these new cost models.” Gartner
  17. 17. Capire quali sono i principali fattori che impattano sul costo complessivo di un progetto mobile può aiutare ad analizzare meglio l’offerta di un fornitore. Le 3 macro-voci principali possono essere: 1- Strategia, Analisi, UX/UI 2- Sviluppo 3- Manutenzione ed aggiornamento In un progetto medio, le prime due voci possono coprire l’80% del budget mentre la terza, utilizzerà il 20% dell’investimento. Come facilmente immaginabile, le proporzioni sono legate alla tipologia di progetto e ai requisiti specifici da implementare. Le principali voci di costo di un progetto sono: Consulenza nella definizione della strategia e scelta tecnolgica Progettazione della User Experience, User Interface e test su terminali Analisi delle esigenze d’integrazione applicativa (Mobile System Integration) Sviluppo dell’applicazione e test System Integration e Infrastruttura Deploy in produzione Manutenzione ed evoluzione Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 Le voci di costo di un’App enterprise Business Benefit Driver di una Enterprise Mobility BUSINESS BENEFIT Aumento della produttività Rafforzamento della brand identity Accesso in real time a dati in mobilità Ottimizzazione degli investimenti in App Riduzione dei costi hardware Maggiore soddisfazione degli utenti
  18. 18. Credere che un progetto mobile si limiti al solo sviluppo dell’App. Progettare un’App come fosse un sito web. Non analizzare preventivamente il proprio target, i dispositivi usati e modalità di lavoro. Creare un’App perché lo fanno i propri competitor. Voler fornire soluzioni ciclopiche ed omnicomprensive. Non analizzare in partenza tutte le voci di costo di un progetto tipico. Credere che basti sviluppare un unico codice sorgente per avere l’applicazione utilizzabile su tutti i device. Scegliere la tecnologia sbagliata: una volta iniziato lo sviluppo non si può tornare indietro. Ogni tecnologia ha vantaggi e svantaggi. Obiettivi e requisiti chiari facilitano la scelta della soluzione più indicata. Progettare un’App considerando solo il design senza coinvolgere gli analisti tecnici: una funzionalità che può sembrare banale può essere complessa da sviluppare e influenzare in modo importante i costi. Non valutare attentamente i requisiti di sicurezza. Pensare che dopo il lancio, il progetto sia finito: prevedere un piano di evoluzione incrementale e di manutenzione. Se l’App va su Marketplace, credere che sarà scaricata da migliaia di persone senza attività marketing a supporto. Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0 I 12 errori più frequenti in un progetto mobile 12 11 10 9 1 2 3 4 5 6 7 8
  19. 19. Fonti 1. www.emarketer.com/Article/Worldwide-Smartphone-Usage-Grow-25-2014/1010920 2. www.webnews.it/2014/09/10/audiweb-in-italia-si-naviga-sempre-piu-da-mobile/ 3. www.nielseninsights.it/online-mobile/2014/09/sono-ventenni-maggiori-utilizzatori-di-smartphone/ 4. solutions.forrester.com/mobile 5. www.gartner.com/doc/2712320/increase-mobile-team-effectiveness-understanding 6. www.gartner.com/document/2665315 Autore: Giuliano Prati | Unit Leader - Business Unit Mobile Enterprise Mobility: Approccio strategico ai progetti mobile - V1.0
  20. 20. Intesys Intesys è una Technological Digital Agency che integra competenze strategiche di marketing digitale e competenze tecnologiche per offrire un vantaggio concreto nella gestione delle relazioni digitali e per far emergere nuovi elementi di competitività. Dal 1995 è partner affidabile nella creazione e gestione di progetti di digital marketing, brand site, portali, nella pianificazione e realizzazione di progetti e-commerce, attività nei Social Media, software enterprise, integrazione di sistemi e di applicazioni, architetture orientate a servizi e soluzioni mobile. Con oltre 80 collaboratori e 3 aziende, oggi Intesys è player di riferimento sui principali ambiti operativi digitali: tecnologie, digital marketing, mobile, networking, gestione documentale. Intesys Business Unit Mobile Intesys supporta le aziende con soluzioni enterprise che mirano ad ottimizzare i processi, ad esempio attraverso l’uso di soluzioni custom di Mobile Lead Management e Mobile Sales Force che aiutano le moderne divisioni marketing e vendite o soluzioni di Mobile Device Management per il controllo dei terminali aziendali. Integrata con le competenze consolidate del gruppo Intesys, la Business Unit Mobile offre un approccio completo, accompagnando le aziende in tutte le fasi di definizione di una mobile strategy: dall’analisi delle integrazioni applicative, alla progettazione della UX e UI Design, allo sviluppo sui principali sistemi operativi come iOS, Android e Windows, alla System Integration Mobile fino alla distribuzione all’interno degli store. Ritieni importante essere affiancato durante la definizione di una Mobile Strategy? Stai valutando l’opportunità di investire in un progetto mobile? Contattaci, saremo felici di diventare il tuo partner affidabile in questo mondo. via Roveggia, 122 A - 37136 Verona (VR) - Italia - tel. 045 503663 - fax 045 503604 info@intesys.it - www.intesys.it
  21. 21. Giuliano Prati Laurea in informatica e master in Project Management e Gestione dell’Innovazione, lavora per Intesys dal 2006 dove oggi coordina progetti e persone nel ruolo di Unit Leader della dinamica Business Unit Mobile. Appassionato di web e nuove tecnologie, segue con passione l’evoluzione del mondo mobile ed in particolar modo come questo contesto d’uso crea nuove opportunità nei processi di relazione B2B e B2C nelle aziende. via Roveggia, 122 A - 37136 Verona (VR) - Italia - tel. 045 503663 - fax 045 503604 info@intesys.it - www.intesys.it
  22. 22. WHITE PAPER INTESYS White Paper ottobre 2014

×