O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
CONTESTO
* Nel più ampio quadro di riordino istituzionale, avviato
già con la ...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
LEGGI ATTUALI E PROGRAMMAZIONE
F a v o r i s c e p r o c e s s i d i
ag g rega...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
I VANTAGGI DELLA FUSIONE
< 1000 abitanti
spesa 530 € (pro capite)
> 10.000 abi...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
I CONTRIBUTI
Durata: fino a 10 anni dalla fusione
Entità: pari al 40% dei tras...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
I CONTRIBUTI
REGIONALI
Durata: fino a 5 anni dalla fusione
Entità: pari a 250....
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
LE FUSIONI IN TOSCANA
17 REFERENDUM SVOLTI
9 MAGGIORANZA
FAVOREVOLE
8 NUOVI CO...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
ALLA GIUNTA CHIEDIAMO di:
* Potenziare gli incentivi alle fusioni con
PREMIALI...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
CHIEDIAMO INOLTRE di:
1 RIFORMARE IL CAL
2 DISINCENTIVARE IL FRAZIONAMENTO DI ...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
CI IMPEGNAMO a:
* Favorire i processi volontari di fusione
valorizzando percor...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
CI IMPEGNAMO a:
* IN CASO DI PARERE FAVOREVOLE DEI 2/3 DELLA COMUNITA’
A tener...
FUSIONE
DEI COMUNI
UNA SCELTA
PER IL FUTURO
Grazie
Próximos SlideShares
Carregando em…5
×

Fusioni dei comuni - Presentazione della Risoluzione del Gruppo PD Toscana

1.606 visualizações

Publicada em

Presentazione della Risoluzione del Gruppo PD in Consiglio regionale della Toscana sulla Fusione dei Comuni.

Publicada em: Notícias e política

Fusioni dei comuni - Presentazione della Risoluzione del Gruppo PD Toscana

  1. 1. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO
  2. 2. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO CONTESTO * Nel più ampio quadro di riordino istituzionale, avviato già con la razionalizzazione dei livelli di governance per molti servizi è opportuno creare un nuovo sistema di rapporti tra Regione e Enti locali. * Obiettivi: Rafforzare la programmazione di politiche pubbliche regionali di sviluppo locale, semplificare l’azione amministrativa garantendo ai territori maggiore peso e incidenza.
  3. 3. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO LEGGI ATTUALI E PROGRAMMAZIONE F a v o r i s c e p r o c e s s i d i ag g regazio n e dei co mun i p r e v e d e n d o c o n t r i b u t i regionali a sostegno delle fusioni. L.r. 68/2011 All’interno del PRS saranno definiti progetti d’innovazione t e r r i to r i ale a f av o r e d i p o l i t i c h e d i s v i lu p p o d a implementare negli ambiti territoriali che si definiranno anche con la revisione delle zone distretto. P.R.S.
  4. 4. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO I VANTAGGI DELLA FUSIONE < 1000 abitanti spesa 530 € (pro capite) > 10.000 abitanti spesa 200 € (pro capite) Aggregarsi vuol dire avere a disposizione maggiori risorse per servizi e investimenti ESEMPIO 1 * (costo ente/cittadino) < 1000 abitanti risorse 23 € (pro capite) 1.000/3.000 abitanti risorse 64 € (pro capite) 50.000/100.000 abitanti risorse 1.000 € (pro capite) ESEMPIO 2 * (capacità di spesa ente/cittadino) * fonte IRPET
  5. 5. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO I CONTRIBUTI Durata: fino a 10 anni dalla fusione Entità: pari al 40% dei trasferimenti erariali attribuiti per l’anno 2010. In misura non superiore a 2 milioni per ciascun beneficiario. (come da emendamento presentato dai deputati PD toscani in Commissione Bilancio) STATALI
  6. 6. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO I CONTRIBUTI REGIONALI Durata: fino a 5 anni dalla fusione Entità: pari a 250.000 € per ogni comune originario (max 1 milione €) Lr 22/2015 sul riordino: incremento contributo per referendum post 30/06/2015 * del 30% se nuovo comune supera i 10.000 abitanti o se la fusione coinvolge almeno 4 comuni uno dei comuni “originari” aveva fino a 5000 abitanti (o 3000 se ex montani) * del 60% se nuovo comune supera i 15.000 abitanti o se la fusione coinvolge almeno 4 comuni uno dei comuni “originari” aveva fino a 5000 abitanti (o 3000 se ex montani) * ridotti del 50% se il nuovo comune non supera i 5000 abitanti (o 3000 se ex montani)
  7. 7. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO LE FUSIONI IN TOSCANA 17 REFERENDUM SVOLTI 9 MAGGIORANZA FAVOREVOLE 8 NUOVI COMUNI già istituiti NUOVO COMUNE ABETONE CUTIGLIANO dal 1/1/2017
  8. 8. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO ALLA GIUNTA CHIEDIAMO di: * Potenziare gli incentivi alle fusioni con PREMIALITA’ NEI BANDI REGIONALI A PARTIRE DA QUELLI CHE VEICOLANO RISORSE EUROPEE
  9. 9. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO CHIEDIAMO INOLTRE di: 1 RIFORMARE IL CAL 2 DISINCENTIVARE IL FRAZIONAMENTO DI UNIONI DEI COMUNI COSTITUITE NON ORIENTATE ALLA FUSIONE 3 VALUTARE FATTIBILITA’ ATO UNICO RIFIUTI E RISORSA IDRICA 4 INDIVIDUARE ANCI QUALE INTERLOCUTORE ESCLUSIVO DELLE ISTANZA DI TUTTI I COMUNI 5 INTRAPRENDERE INIZIATIVE D’INFORMAZIONE TRAMITE ANCI
  10. 10. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO CI IMPEGNAMO a: * Favorire i processi volontari di fusione valorizzando percorsi partecipativi * Approvare la proposta di fusione quando 34% 66% sono favorevoli più dei 2/3 dei votanti dell’intera comunità 46% 54% 48% 52% COMUNE 1 COMUNE 2 NO 2/3 intera comunità ma maggioranza di favorevoli per ogni comune 1 2 FAVOREVOLI CONTRARI
  11. 11. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO CI IMPEGNAMO a: * IN CASO DI PARERE FAVOREVOLE DEI 2/3 DELLA COMUNITA’ A tenere conto della natura dei pareri espressi nella fase istruttoria dai Consigli Comunali per le proposte di legge di iniziativa consiliare A tenere conto della manifesta contrarietà da parte di uno o più comuni, espressa con 75% dei voti contrari * A RAFFORZARE INIZIATIVE ISTITUZIONALI DI INFORMAZIONE SUI BENEFICI DELLE FUSIONI * INTRODURRE CRITERI PER EVITARE CHE UN NUMERO ECCESSIVAMENTE ESIGUO DI ELETTORI POSSANO PROMUOVERE PDL DI FUSIONE NEI PICCOLI COMUNI
  12. 12. FUSIONE DEI COMUNI UNA SCELTA PER IL FUTURO Grazie

×