O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Con gli occhi di una archeologa. Leggere la storia del mondo dalla parte delle donne.

231 visualizações

Publicada em

Cattedra di Sociologia Generale
Dipartimento di Scienze della Formazione
Università degli Studi Roma Tre
22 marzo 2016

Publicada em: Educação
  • Seja o primeiro a comentar

  • Seja a primeira pessoa a gostar disto

Con gli occhi di una archeologa. Leggere la storia del mondo dalla parte delle donne.

  1. 1. Con gli occhi di un'archeologa. Leggere la storia del mondo dalla parte delle donne. Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi Roma Tre 22 marzo 2016 WWW.ARCHEOPOP.IT
  2. 2. IL MONDO VISTO CON GLI OCCHI DI UN'ARCHEOLOGA Marija Gimbutas Vilnius, 1921 – Los Angeles, 1994
  3. 3. Marija Gimbutas è stata in grado non soltanto di elaborare un repertorio basilare di elementi figurativi ricorrenti quali chiavi interpretative della mitologia di un’epoca mai documentata, ma anche di fissare, sul fondamento di questi segni decodificati, le linee peculiari ed i principali contenuti di una religione che venerava sia l’universo in quanto vivente corpo della Dea-Madre Creatrice, sia tutto ciò che vive al suo interno perché partecipe della sua divinità Il linguaggio della Dea, prefazione
  4. 4. I materiali archeologici non sono muti. Parlano la loro lingua. E sono una grande risorsa da interpretare per svelare la spiritualità di quei nostri antenati che hanno preceduto di molte migliaia di anni gli Indoeuropei. Marija Gimbutas
  5. 5. Le campagne di scavo condotte dal 1968 al 1980 nel bacino del Danubio, in Grecia e in Italia, permisero di indagare sulla cultura europea precedente all’influenza indoeuropea, da lei definito “Antica Europa”. Si rinvengono più di duemila manufatti, e centinaia di statuette in pietra, avorio e terracotta di figure femminili, databili dal 6300 al 2000 A.C. Con un ostinato ed instancabile lavoro di classificazione e codificazione, e con un approccio interdisciplinare che connette linguistica, religioni comparate, mitologia, studio di documenti storici, folklore, Gimbutas riesce a descrivere i tratti salienti della struttura simbolica dell’Antica Europa. In questa civiltà predomina la figura di una grande Dea partenogenetica (che si autogenera) e la celebrazione della vita è il motivo dominante.
  6. 6. immagini di Dee femminili e Dei maschili, sia antropomorfi che zoomorfi, che esprimono partecipazione sacra nei grandi cicli naturali di fertilità, nascita, morte e rigenerazione concezione del tempo ciclica, non lineare questa civiltà non conosce l’uso delle armi, pur avendo già sviluppato la metallurgia gli insediamenti sono posti in pianura e lungo i corsi d’acqua nelle sepolture non vi sono distinzioni di rango la società si sviluppa in grandi centri - fino a 15.000 abitanti - tendenzialmente egualitaria
  7. 7. ARCHEOLOGHE AGLI OCCHI DEL MONDO
  8. 8. XVIII SECOLO LE PIONIERE MARIANNA CANDIDI DIONIGI PRINCIPESSA SARAH BELZONI MOGLIE
  9. 9. XIX - XX SECOLO LE STUDIOSE ERSILIA CAETANI LOVATELLI ACCADEMICA DEI LINCEI HARRIET BOYD SCOPRITRICE DEL SITO MINOICO DI GURNIÀ NELL’ISOLA DI CRETA MEDEA NORSA PAPIROLOGA
  10. 10. XIX - XX SECOLO LE STUDIOSE MARGHERITA GUARDUCCI STUDIOSA DEI GRAFFITI DELLA TOMBA DI PIETRO PAOLA ZANCANI MONTUORO SCOPRITRICE DEL TEMPIO DI HERA ARGIVA ALLE FOCI DEL SELE ALESSANDRA MELUCCO VACCARO INNOVATRICE NEGLI STUDI CIRCA ALTO MEDIOEVO, RESTAURO ARCHEOLOGICO E AMBIENTE E PAESAGGIO
  11. 11. ARCHEOLOGHE ALLO SPECCHIO
  12. 12. Letture consigliate H. Boyd Memoirs of a Pioneer Excavator in Crete, «Archaeology», vol. 18 n°2 (Summer 1965), pp.94-101 e vol. 18 n° 4 (Winter 1965) pp.268-276 D. Morelli, R. Pintaudi Cinquant’anni di papirologia in Italia. Carteggi Breccia-Comparetti-Norsa-Vitelli, Napoli, 1983 V. La Rosa All’ombra dell’acropoli: generazioni di archeologi tra Grecia e Italia, Atene, 1995 M. Barbanera L’archeologia degli italiani, Roma, 1998 M. Diaz-Andreu, M.L. Stig Sorensen Excavating Women. A history of Women in European Archaeology, London-New York, 1998 G. Bandini Lettere dall’Egeo. Archeologhe italiane tra 1900 e 1950, Firenze, 2003 L. Nicotra Archeologia al femminile, Roma, 2004
  13. 13. @astridrome astrid.deredita@gmail.com

×