O slideshow foi denunciado.
Utilizamos seu perfil e dados de atividades no LinkedIn para personalizar e exibir anúncios mais relevantes. Altere suas preferências de anúncios quando desejar.

Il mercato del lavoro

Il mercato del lavoro, classificazione e tipologie

  • Seja o primeiro a comentar

  • Seja a primeira pessoa a gostar disto

Il mercato del lavoro

  1. 1. Mercato del lavoro
  2. 2. Il mercato del lavoro Nell’ambito delle risorse umane si parla quindi di mercato del lavoro (Costa 1997, Martone 2007, Costa, Gianecchini 2005). Costa (1997, p.87) lo definisce come “il luogo elettivo delle transazioni di lavoro” cioè lo spazio in cui domanda di lavoro espressa dalle imprese si incontra con l’offerta di lavoro espressa dai lavoratori. Proprio come avviene per le risorse di tipo materiale e per alcune tipologie di risorse immateriali le imprese che intendono introdurre nuove risorse umane all’interno dei propri organici devono rivolgersi al mercato.
  3. 3. Classificazione del mercato Martone (2007) effettua una classificazione dei mercati del lavoro alla quale l’azienda può rivolgersi per reperire le risorse umane di cui ha bisogno.L’autore individua: un mercato interno; un mercato esterno; un mercato istantaneo.
  4. 4. Mercato interno Costa e Gianecchinicitando Doeringer e Piore descrivonoil mercatointerno come “un’unità amministrativa all’internodella quale la remunerazione e l’allocazionedel lavoro sono determinateda un insieme di regoleamministrative”.All’internodei confini aziendali esistono quindi delle regoleparticolari checaratterizzanola mobilità interna delle risorse umane.
  5. 5. Canale di ricerca dei candidati interni • In un mondo perfetto il datore di lavoro rispetta rigorosamente le politiche e le procedure formali reclutamento interno che tipicamente si basano sugli annunci delle posizioni libere e sull inventario delle competenze dell’ azienda. • Gli annunci (job posting) prevedono la notifica dipendenti della disponibilitàdi una posizione (di solito postandola letteralmente sulle intranet o sui bollettini aziendali. Di solito gli annunci specificano gli attributi della posizione.Gli inventari delle competenze possono indicare dipendenti con il potenziale per un ulteriore formazione .Un esame dei record personali e degli inventari di competenze può scoprire dipendenti che stanno lavorando con mansioni sottodimensionaterispetto al loro livello di istruzione o competenza
  6. 6. Mercato esterno Il mercato esterno invece è composto dalle persone che non fanno parte dell’azienda. Tale mercato è composto sia dalle persone disoccupate che da quelle impiegate in altre aziende (Martone 2007).
  7. 7. Mercato istantaneo L’ultimo mercato del lavoro è quello istantaneo. Come precisa Martone (2007) molti autori non riconoscono caratteri originali a questo tipo di mercato che spesso viene riconsiderato nel mercato esterno. Il mercato istantaneo consiste nel ricorso a personale già qualificato per ricoprire posizioni temporanee. Una volta terminata l’esigenza dell’imprese il rapporto di lavoro termina.
  8. 8. I mercati del lavoro: mercato esterno, interno o istantaneo? 8 Non idonei Valutazione di efficienza delsistema SELEZIONE Feed-back dall’analisi deicandidati RidefinireScegliere il target Scelta tra mercatointerno, esterno o istantaneo ESTERNO e INTERNO ISTANTANEO Troppo ampio RICERCA
  9. 9. Il mercatoesterno 9 Costituitodall’insieme delle persone che possiedono i requisiti ricercati ma che non sono inseriti nell’azienda. • Ragioni : – impossibilità di reperirli o formarli all’interno; – ricerca dell’eccellenza. • La ricerca può avvenire in 2 modi: – direttamente; – indirettamente.
  10. 10. Il mercatoesterno 10 • Vantaggi: – induce competizione tra il personale; – apporta nuove idee e professionalità. • Svantaggi: – processo selettivo complesso e oneroso; – può essere demotivante per il personale già inserito.
  11. 11. Gli strumenti di ricerca di lavoro esterno • Pubblicitàe media: stampa locale e nazionale, riviste specializzate,radio e tv; • agenzie per il lavoroe centri per l’impiego; • passaparola: clienti e fornitori; • scuole e università:stage,fiere del lavoro,career day, docenti; • candidaturespontanee; • societàdi lavorointerinale; • internet; • executive search. 11
  12. 12. Il mercatointerno 12 È il risultato di mobilità interna e metodo per lo sviluppo di risorse interne. • Vantaggi: – processoselettivo semplice e non oneroso; – crea forte identità nel personale. • Svantaggi: – non c’è apporto di nuoveidee e professionalità.
  13. 13. Gli strumenti di ricerca di lavoro interno • Job posting e intranet aziendale; • passaparola interno:segnalazioni e candidature spontanee; • mobilitàinterna: skill inventory e tavoledi rimpiazzo. 13
  14. 14. Il mercato istantaneo 14 • Vantaggi: – flessibilità in entrata e uscita; – tempestività nella risposta; – possibilità di contattare diverseprofessionalità. • Svantaggi: – mancanza di prospettivedi consolidamento del rapporto; – pericoli di fuga. È caratterizzato da rapidità nel conseguimento delle risorse e flessibilità d’uso.
  15. 15. Gli strumenti di ricerca di lavoro istantaneo • Lavorostraordinario; • Outsourcing (consulenza); • lavorotemporaneo:contrattia progetto,partite IVA,body rental, staff leasing, lavoratoria chiamata o giornalieri, lavoratori forniti da imprese, lavoratori interinali. 15
  16. 16. Mercato informale e mercato nascosto del lavoro • Non sempre le aziende trovano tutti i dipendenti necessari tra il personale già assunto, e a volte semplicemente non desiderano farlo. E’ il momento di rivolgersi al mercato del lavoro .Molte posizioni aperte non vengono affatto pubblicizzate:nascono e si rendono disponibili quando i datori di lavoro incontrano i candidati giusti con un po' di fortuna .
  17. 17. Grazie per l’ascolto e attenzione

×